L’iniziativa solidale della multinazionale francese Sodexo
17 tonnellate di cibo donate all’Italia

Sodexo Italia, in merito all’epidemia da coronavirus, ha deciso di donare 33.200 pasti su tutto il territorio nazionale, per un totale di 17 tonnellate di cibo

CINISELLO BALSAMO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sodexo, azienda multinazionale francese fondata nel 1966 da Pierre Bellon, è leader mondiale nel settore dei servizi di ristorazione e dei servizi alle imprese per la qualità della vita, con un giro d’affari pari a 22 miliardi di euro e 470.000 collaboratori.

E’ presente in 67 Paesi nel mondo e serve ogni giorno più di 100 milioni di clienti.

La sede italiana (operativa dal 1974)  occupa oltre 10.000 persone.

Sodexo Italia, in merito all’epidemia da coronavirus, ha deciso di donare 33.200 pasti su tutto il territorio nazionale, per un totale di 17 tonnellate di cibo.

Tra le aree sostenute, spicca la Lombardia, regione fortemente colpita dall’epidemia, dove numerose donazioni sono state destinate a famiglie in difficoltà economica: nel comune di Abbiategrasso, ad esempio, sono state distribuite derrate alimentari al mercatino “Portico della Solidarietà”, così come è accaduto nel comune di Corbetta, grazie all’aiuto delle volontarie del CIF, Centro Italiano Femminile, che hanno gestito la consegna dei pasti ai più bisognosi; ma anche nel comune di Magenta, dove invece le donazioni sono state rivolte a “La Casa dell’Accoglienza”, associazione che interviene a sostegno di chi è in situazione di povertà.

Nella provincia di Monza e Brianza, e più precisamente a Giussano, sono state invece consegnate diverse tipologie di derrate alla “Cooperativa Sociale Tetto Fraterno Erba”.

L’iniziativa solidale è arrivata anche in Piemonte, con donazioni di pasti alla “Caritas Città di Alba”, e in Veneto, dove le derrate di alimenti sono state distribuite ai Servizi Sociali di Noventa Padovana.

In Abruzzo le donazioni sono arrivate alla Caritas di Pescara, in Campania alla Comunità Parrocchiale “Immacolata Tavernanoce” di Ponticelli, quartiere della periferia di Napoli, mentre nel Lazio le derrate sono state donate alla Caritas e alla Protezione Civile.

In Toscana, infine, i pasti sono stati consegnati ai medici e i volontari della Croce Rossa del comune di Rosignano e del Presidio ospedaliero coronavirus di Cecina.

“Visto il carattere di emergenza sanitaria a livello nazionale ci siamo sentiti in dovere di sostenere e far sentire la nostra vicinanza a chi sta affrontando un momento difficile e di grande impegno – ha spiegato Stefano Biaggi, amministratore delegato di Sodexo ItaliaOggi più che mai per le organizzazioni è fondamentale agire in maniera responsabile per il bene di tutti, creando del valore reale. Per questo motivo abbiamo deciso di dare il nostro contributo, con l’auspicio che il tutto possa terminare il prima possibile”.

Copyright @2020