“Mille e… Una STORIA” - edizione n. 10
2019, ovvero un anno da… 10 e lode!

10 e lode!: queste tre parole con l’aggiunta del punto esclamativo definiscono l’edizione 2019 del nostro Premio letterario. Un’edizione ‘storica’, e una volta tanto l’aggettivo non è esagerato...

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Se n’è appena andato un anno con le sue Mille e… Una STORIA, e se n’è appena aperto un altro che avrà certamente in serbo le nuove Mille e… Una STORIA.

Ognuna di esse avrà un carico di felicità, oppure di tristezza, o di soddisfazione, o ancora di delusione. Chi può dirlo? Nessuno e ciascuno di noi.

Sì, perché ognuno è padrone del proprio destino e ha il potere di costruirselo come meglio crede, al netto di quegli imprevisti che proprio perché tali non possono essere messi in conto.

E’ proprio nell’emergenza che sei costretto a tirare fuori la tua personalissima resilienza, vale a dire la capacità di reagire tempestivamente davanti a shock del tutto inaspettati.

Il 2019 è ricco di rimandi storici carichi di significati/suggestioni emozionali e motivazionali: nel 1519 è morto Leonardo Da Vinci; nel 1929 il Mondo è andato vicino al collasso a causa del Grande Crac; nel 1969 l’uomo ha lasciato la propria impronta sul suolo lunare; nel 1989 è crollato il Muro di Berlino ed è nato il World Wide Web (Internet).

Dal genio vinciano alla paura del tracollo economico-finanziario; dal fascino racchiuso nell’eterna sfida che spinge l’Uomo ad allargare i propri orizzonti all’illusione di aver raggiunto con la “fine della storia” la perfezione di un mondo democratico, connesso e ricco (per tutti) di opportunità.

Corsi e ricorsi storici che sembrano fatti apposta per stimolarci e spaventarci nello stesso tempo.

Curiosità e ansia vanno a braccetto e ci propongono un 2019 nel corso del quale il “cavallo” della Speranza e quello dell’Apocalisse correranno sempre più velocemente fianco a fianco e ci chiederanno conseguentemente di scegliere quale dei due cavalcare.

Il 2019 sarà quindi un periodo intenso e richiederà impegno, coraggio, responsabilità.

Promettiamo a noi stessi di mettercela tutta, così da meritare il voto migliore sia nel primo, sia nel secondo, sia nel terzo ambito, così da far diventare il nuovo anno un anno da 10 e lode!

10 e lode!queste tre parole con l’aggiunta del punto esclamativo definiscono l’edizione 2019 del nostro Premio letterario.

Un’edizione ‘storica’, e una volta tanto l’aggettivo non è esagerato.

10 e lode!la formula che simboleggia l’eccellenza, la quale  può essere raggiunta solo con tanto impegno, con tanto lavoro, con tanto studio.

10 e lode!significa anche il coronamento dei nostri sogni più ambiziosi.

Walt Disney diceva: “Se l’hai sognato, significa che puoi farlo!”.

Noi tutti de l’[email protected] e della GMC Editore, insieme agli imprenditori che ci sostengono con la loro generosa fiducia, ai dirigenti scolastici, ai professori, agli studenti e ai lettori che hanno accettato la nostra scommessa di conquista del futuro, l’abbiamo “sognato” e lo stiamo realizzando.

La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande” – Hans-Georg Gadamer.

Il 2019 sarà l’anno delle sfide. Che sia quindi per tutti, nessuno escluso, un anno da… 10 e lode!

Ce lo auguriamo e lo auguriamo ai nostri lettori, compresi naturalmente i potenziali scrittori che parteciperanno alla 10a edizione di Mille e… Una STORIA!

        

REGOLAMENTO 2019 edizione n.10

1 – I RACCONTI dovranno essere scritti in lingua italiana e rigorosamente IN PROSA, ogni altra forma di scrittura (poesia, ballata o altro) verrà automaticamente scartata.

Il racconto dovrà essere INEDITO, non premiato o segnalato ad altri concorsi e tale dovrà rimanere fino alla premiazione.

2 – Il Premio si divide in 3 categorie:

  • PICCOLI AUTORI rivolto ai giovanissimi e agli Alunni delle Scuole secondarie di primo grado, fino ai 13 anni di età.
  • STUDENTI degli Istituti Medi Superiori
  • LETTORI fino a 99 anni

Chiunque decidesse di partecipare può farlo SOLO in 1 delle 3 categorie.

3 – La partecipazione è GRATUITA.

I partecipanti possono concorrere solo con 1 RACCONTO.

4 – LUNGHEZZA Racconto: NON DEVE superare i 4.000 caratteri compreso il titolo. Nel conteggio vengono inclusi punteggiatura e spazi tra le parole.

5AUTORE: indicare al termine del racconto (senza che questo rientri nel conteggio dei caratteri) tutto di seguito come qui indicato, il proprio Nome Cognome Via n. Città Cap Prov. di residenza, e-mail e numero di telefono di rete fissa e cellulare (di un genitore per i minorenni).

Gli Studenti e i Piccoli Autori dovranno indicare anche il nome dell’Istituto al quale appartengono, la classe e la sez. frequentata.

Tali dati verranno utilizzati dalla GMC editore all’unico scopo di tenere informati, o contattare direttamente i partecipanti in merito alle iniziative legate al Premio Letterario, e in caso di vincita.

6 – Il RACCONTO DEVE essere composto in “Word” o programma equivalente e NON salvato in Pdf;

– DEVE essere riportato in un documento in formato UNI A4 (cm. 21 x 29,7);

– DEVE essere scritto con un carattere semplice (Helvetica, Arial, Verdana o simili) e in dimensione 12;

– DEVE essere scritto Maiuscolo e minuscolo secondo la punteggiatura;

– NON deve essere formattato o impaginato in alcun modo;

– NON deve essere corredato da disegni o immagini.

7 – CONSEGNA MODALITÀ: il Racconto dovrà pervenire alla Redazione del giornale l’ [email protected] al seguente indirizzo e-mail:

[email protected]

oppure consegnato su supporto digitale (CD, penna USB, ecc.) presso la Redazione in Via Bellingera 4 a Busto Arsizio. I documenti in formato cartaceo saranno scartati.

8 – CONSEGNA SCADENZA: I Racconti dovranno pervenire agli indirizzi indicati come segue:

– LETTORI entro e non oltre il 30 APRILE 2019.

– STUDENTI e PICCOLI AUTORI entro e non oltre il 31 MAGGIO 2019.

Studenti e Piccoli Autori di Busto Arsizio e Valle Olona dovranno consegnare i lavori ai Professori, referenti per il Premio, del loro Istituto.

9 – I contenuti del racconto dovranno avere quale unico limite la… fantasia dell’autore senza ovviamente essere lesivi nei confronti di alcuno.

10 – Saranno scartate le opere che non corrisponderanno a quanto richiesto nei precedenti punti.

11 – Ai sensi dell’art. 11 Legge 675/96 i partecipanti autorizzano l’organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell’ambito del Premio.

12 – Qualora l’organizzazione venisse a conoscenza, anche dopo le premiazioni, che (in violazione dell’art. 1) i racconti finalisti o premiati avevano già avuto riconoscimenti ad altri concorsi, erano già editi o pubblicati su riviste, antologie ecc., il partecipante dovrà restituire il Premio ricevuto e tale revoca sarà divulgata attraverso la stampa.

13 – PUBBLICAZIONE Racconti: fatte salve le condizioni di cui ai punti precedenti, i Racconti selezionati dalla Giuria e dalla Direzione del giornale l’[email protected] potranno essere raccolti e pubblicati in uno o più libri, senza che ciò determini obblighi di alcun genere verso gli autori.

14 – PREMI: Una Giuria stilerà la classifica dei lavori migliori (1° – 2° e 3° Premio) sia per la categoria Lettori, sia per la categoria Studenti, sia per i Piccoli Autori. Inoltre, per tutte e 3 le categorie, la Giuria potrà assegnare altri premi sotto la voce, Menzione di Merito.

I racconti che risulteranno vincitori nella categoria Lettori e Studenti riceveranno, in occasione della cerimonia di premiazione, un riconoscimento in denaro.

1° Premio: euro 1.000

2° Premio: euro 500

3° Premio: euro 250

Per la categoria Piccoli Autori verranno assegnati riconoscimenti ai primi 3 classificati. I premi saranno sempre di pregio e di contenuto didattico.

Il valore dei Premi potrà variare in eccesso ed essere maggiore di quelli indicati e a questi se ne potranno aggiungere altri, dei quali verrà data notizia attraverso e-mail, newsletter e articoli pubblicati sulle pagine del nostro giornale online (www.informazioneonline.it), nella rubrica Premio Letterario.

15 – La partecipazione al Premio Letterario “Mille e… Una STORIA” costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento. Per quanto non previsto dal presente bando valgono le deliberazioni della Giuria.

Copyright @2019