L'INAUGURAZIONE VENERDÌ 5 LUGLIO
40mila euro dal Rotary Club per l’Hospice della Provvidenza

Il Rotary Club Busto Arsizio-Gallarate-Legnano “La Malpensa” ha stanziato l'importante contributo per il progetto. Sarà favorito l'accesso alla struttura a persone socialmente ed economicamente svantaggiate

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Venerdì 5 luglio sarà ufficialmente inaugurato l’Hospice presso la casa di riposo “La Provvidenza”, una sezione dedicata all’accompagnamento verso il fine vita dei propri cari, pensata in un ambiente che sia il più familiare possibile. Un servizio importante per  rispondere alle esigenze del territorio.

Il Rotary Club Busto Arsizio-Gallarate-Legnano La Malpensa” ha contribuito alla realizzazione della struttura con una cospicua donazione di 40mila euro. Il contributo è servito ad acquistare gli arredi per il servizio di Hospice.

La donazione è stata ufficializzata nella sede del Rotary Club di via Mazzini, alla presenza del presidente della Provvidenza Ambrogio Gobbi Luca Trama, che hanno espresso sentita gratitudine al presidente del Rotary Piero Anzini per questo gesto così importante: “Grazie al vostro contributo abbiamo integrato in maniera intensa un percorso di raccolta fondi che ci consentirà di destinare le risorse liberate per venire incontro alle persone che si trovano in un  momento particolarmente difficile della propria vita – ha sottolineato il dottor Gobbi –. L’istituto la Provvidenza è presente dal 1879 al prevalente servizio degli anziani, con una struttura che nel tempo si è ampliata e trasformata per rispondere sempre meglio ai bisogni assistenziali di persone sole e in difficoltà fisica. Contiamo di poter proseguire in futuro con il Rotary Club questa condivisione di valori e di impegno”.

In occasione dell’inaugurazione del 5 luglio, alle ore 12,  saranno svelati tutti gli obiettivi del progetto che, negli intenti del Rotary Club, ha la finalità, in collaborazione con La Provvidenza, di “favorire l’accesso all’Hospice a persone socialmente ed economicamente svantaggiate, salvaguardandone la dignità e l’autonomia”. Come evidenzia Piero Anzini, “il nostro non è un mero contributo economico, ma un percorso portato avanti in collaborazione con l’istituto  ragionando su un bisogno reale del territorio. La risposta sarà eccellente, grazie anche all’attenzione alle persone da parte del personale che lavora nella struttura e alla qualità degli ambienti che caratterizzano La Provvidenza. Questo contributo – spiega Anzini – è frutto degli avanzi delle gestioni precedenti e costituisce il tassello di un progetto più ampio che verrà illustrato il giorno dell’inaugurazione.  Il nostro motto è ‘aiutiamo ad aiutare’ con un effetto moltiplicativo esponenziale”.

Il nuovo Hospice disporrà di otto posti letto: “Andremo ad integrarci con quello dell’ospedale di Busto, diretto dal dottor Valter Reina, che costituisce un faro in questo ambito – precisa il dottor Carlo Marazzini, direttore sanitario della Provvidenza – lavoreremo con loro in rete sul territorio”.

Copyright @2019