Tradizione a tavola
450 commensali per festeggiare “Ul dì di Bruscitti”

450 commensali e un salone più grande (la sala Enrico Dell’Acqua del complesso fieristico di MalpensaFiere) per contenere la voglia di bruscitti (e polenta) nel tradizionale giorno dedicato alle “briciole” di carne rigorosamente tagliate al coltello. L’appuntamento organizzato annualmente dal Magistero dei Bruscitti ha l’obiettivo di celebrare la tipica ricetta bustocca

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

450 commensali e un salone più grande (la sala Enrico Dell’Acqua del complesso fieristico di MalpensaFiere) per contenere la voglia di bruscitti (e polenta) nel tradizionale giorno dedicato alle “briciole” di carne rigorosamente tagliate al coltello e cotte per lungo tempo nel pentolone. Ul dì di Bruscitti ha registrato il tutto esaurito ed è stato un nuovo successo per l’appuntamento organizzato dal Magistero dei Bruscitti di Büsti Grandi. L’evento ha l’obiettivo di celebrare la tipica ricetta bustocca.

Presenti il sindaco Emanuele Antonelli, l’assessore ai Grandi Eventi Paola Magugliani e l’assessore all’Urbanistica Giorgio Mariani. A fare gli onori di “casa” il vice Gran Maestro, Bruno Ceccuzzi, per l’assenza del convalescente Antonio Colombo.

Apprezzata, come sempre, da tutti i commensali la pietanza clou: la polenta accompagnata dai bruscitti offerti dal confratello Gianfranco Piran e cucinati dal cuoco Gino Valenti e dall’equipe di Crespi Catering.

In tavola il vino della “Vigna del Colle di San Vitale”, una confraternita di Gorla Maggiore guidata dal giovane Alessio Ferioli con la quale il Magistero dei Bruscitti ha instaurato una sorta di gemellaggio. E gran finale con il dolce “Pulenta e Bruscitti” della Pasticceria Campi. A contorno della piacevole serata le poesie dialettali e le simpatiche chiacchiere di Ginetto Grilli.

Copyright @2019