TALISMAN
Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Premio letterario
Mille e... Una STORIA - 2017
Una Storia giunta all' OTTAVO capitolo
dal tema intrigante
Se fossi un SuperEroe...
 
 

 
Il tema che caratterizza l'8a edizione del Premio Letterario “Mille e… Una STORIA” lascia ampio spazio alla fantasia degli autori, anche dei più audaci, di raccontare storie ai confini della realtà...
Come sempre vi suggeriamo alcuni spunti di riflessione:
 

1 - Sono un eroe, perché lotto tutte le ore.
- Sono un eroe perché combatto per la pensione.
- Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari.
- Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere.
- Sono un eroe straordinario tutte le sere.
- Sono un eroe e te lo faccio vedere.
- Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere.
Eroe - Storia di Luigi delle Bicocche  (Caparezza)
 
2 - “Un eroe è un normale essere umano che fa la migliore delle cose nella
peggiore delle circostanze”.
                                                  (Joseph Campbell)
 
2 - “Se puoi sognarlo, puoi farlo!”                                                 
                                                               (Walt Disney)
 
Tre esempi che identificano altrettanti “tipi” di supereroi.
Nel primo caso si sottolinea “l’eroicità” della vita quotidiana.
Nel secondo caso si evidenzia la “quieta consapevolezza” che superare le difficoltà che la vita ci mette davanti significa spesso essere “normalmente straordinari”, magari senza nemmeno rendersene conto.
Nel terzo caso invece si “esalta” il coraggio di chi crede in se stesso sempre e comunque ed è addirittura capace di concretizzare i propri sogni.
 
Scoprite le novità importanti nel Regolamento, con l'aggiunta di una nuova categoria dedicata ai Piccoli Autori e la data di consegna dei Racconti.

-- ---- -- ---- -- ---- --
REGOLAMENTO - OTTAVA Edizione 
 
1 - racconti dovranno essere scritti in lingua italiana e rigorosamente in prosa, ogni altra forma di scrittura (poesia, ballata o altro) verrà automaticamente scartata.
Il racconto dovrà essere inedito, non premiato o segnalato ad altri concorsi e tale dovrà rimanere fino alla premiazione.
 
2 - Il Premio si divide in 3 categorie:
            • Lettori da 0 a 99 anni
            • Studenti degli Istituti Medi Superiori
            • Alunni delle classi terze delle Scuole Secondarie di 1° grado (3a Media)
Chiunque decidesse di partecipare può farlo solo in una delle tre categorie.
 
3 - La partecipazione è GRATUITA.
I partecipanti possono concorrere solo con 1 RACCONTO.
 
4 - La lunghezza del racconto NON DEVE superare le 4.000 battute (in tale conteggio vengono inclusi punteggiatura e spazi tra le parole) e dovrà essere corredato da un titolo.
Al termine del racconto, l’autore dovrà indicare (senza che questo rientri nel conteggio delle battute) il proprio nome, cognome, indirizzo completo, e-mail e numero di telefono (rete fissa e cellulare) (di un genitore per gli alunni delle classi 3e delle Scuole Secondarie).
Gli Studenti e gli Alunni dovranno indicare anche il nome dell’Istituto al quale appartengono e la classe frequentata. Tali dati verranno utilizzati dalla GMC editore all’unico scopo di tenere informati i partecipanti in merito alle iniziative legate al Premio Letterario, quali:
composizione della Giuria, iniziative collegate al Premio, valore dei premi, giorno e luogo della cerimonia di premiazione, ecc.
 
5 - Il racconto battuto in “word” o programma equivalente, dovrà pervenire alla Redazione del giornale l’Inform@zione al seguente indirizzo e-mail:
racconto@informazioneonline.it
oppure dovrà essere consegnato su supporto digitale (CD, penna USB) presso la Redazione in Via Bellingera 4 a Busto Arsizio entro e non oltre il 31 MAGGIO 2017.
Gli Studenti e gli Alunni di Busto Arsizio e Valle Olona dovranno consegnare i lavori ai docenti incaricati del loro Istituto.
 
6 - I contenuti del racconto dovranno avere quale unico limite la… fantasia dell’autore senza ovviamente essere lesivi nei confronti di alcuno.
 
7 - Saranno scartate le opere che non corrisponderanno a quanto richiesto nei precedenti punti.
 
8 - Ai sensi dell’art. 11 Legge 675/96 i partecipanti autorizzano l’organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell’ambito del Premio.
 
9 - Qualora l’organizzazione venisse a conoscenza, anche dopo le premiazioni, che (in violazione dell’art. 1) i racconti finalisti o premiati avevano già avuto riconoscimenti ad altri concorsi, erano già editi o pubblicati su riviste, antologie o siti internet, il partecipante dovrà restituire il Premio ricevuto e tale revoca sarà divulgata attraverso la stampa.
 
10 - Fatte salve le condizioni di cui ai punti precedenti, i racconti selezionati dalla Direzione del giornale l’Inform@zione potranno essere raccolti e pubblicati in un libro, senza che ciò determini obblighi di alcun genere verso gli autori.
 
11 - Una Giuria stilerà la classifica dei lavori migliori (1° - 2° e 3° Premio) sia per la categoria Lettori, sia per la categoria Studenti. Anche per l'edizione 2017 ci sarà un Premio Speciale.
I racconti che risulteranno vincitori nella propria categoria riceveranno, in occasione della cerimonia di premiazione, un riconoscimento in denaro
 
1° Premio: euro 1.000
2° Premio: euro 500
3° Premio: euro 250
 
Premio Speciale: euro 1.000
 
Per la categoria Alunni (Piccoli Autori) verrà assegnato al miglior racconto un Premio che sarà reso noto in seguito.
 
Il valore dei Premi potrà variare ed essere anche maggiore di quelli indicati e a questi se ne potranno aggiungere altri, dei quali verrà data notizia attraverso e-mail, newsletter e articoli pubblicati sulle pagine del nostro giornale online (www.informazioneonline.it), nella rubrica Premio Letterario.
 
12 - La partecipazione al Premio Letterario “Mille e… Una STORIA” costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento. Per quanto non previsto dal presente bando valgono le deliberazioni della Giuria.










 

pubblicato il: 30/11/2016

BUSTO ARSIZIO - Il secondo esempio trascinante di vita vissuta è Luigi Eusebio. Anche lui sarà ospite alla cerimonia di premiazione della settima edizione di Mille e... Una STORIA e protagonista della serata del 18 novembre organizzata dal nostro giornale in collaborazione con le scuole e le aziende del territorio.
BUSTO ARSIZIO - Gli esempi trascinanti di vita vissuta saranno protagonisti della serata del 18 novembre. In quella circostanza si svolgerà la cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Mille e... Una STORIA” organizzato dal nostro giornale in collaborazione con le scuole e le aziende del territorio. Da quest’oggi iniziamo a presentare gli ospiti che parteciperanno e si racconteranno durante la serata di venerdì. All’interno la storia di Enzo Muscia, 48enne con tanto coraggio, tanta passione e tantissima carica umana.
BUSTO ARSIZIO - Fra poco più di un mese, esattamente venerdì 18 novembre, avranno luogo, nella sala “Tramogge” dei Molini Marzoli le premiazioni della 7^ edizione del concorso letterario “Mille e... Una STORIA” della Gmc Editore. Il tema di quest’anno sia per i lettori, sia per gli studenti è racchiuso nella formula motivazionale: “Le parole muovono, gli esempi trascinano”.
La settima edizione del Premio Letterario “Mille e... Una STORIA” procede a passo spedito e promette di essere veramente straordinaria. Anche perché, quest’anno, sarà particolarmente ricca.
“Ne uccide più la parola che non la spada”. Un vecchio detto popolare che mantiene intatta la propria efficacia. Soprattutto nel mondo attuale, al cui interno le parole, vale a dire i “contenitori” dei concetti, gli “strumenti” mediante i quali comunichiamo, viaggiano alla velocità della luce e ci informano o, al contrario, ci ingannano...
BUSTO ARSIZIO – Sala Tramogge gremita venerdì sera per la premiazione della sesta edizione del Premio Letterario “Mille e... Una STORIA”. Intenso dibattito tra gli ospiti chiamati a parlare delle diversità: Hammami Hammadi (immigrato tunisino, musulmano praticante), Federico Pellegatta (Presidente Cig Arcigay di Milano) e Federica Chittò (Presidente Associazione Amici Team Down di Castellanza). I primi premi assoluti sono andati a Nevio Wartbuechler di Montegrotto Terme (categoria lettori) e Alice Boldrin di Legnano (studentessa del Liceo Classico Crespi di Busto).
Tutti... “diversi” questa sera alle ore 21, sala Tramogge dei Molini Marzoli di Busto Arsizio. Le premiazioni di “Mille e… Una STORIA”, sesta edizione, coinvolgeranno giovani studenti, imprenditori, professori e dirigenti scolastici delle scuole medie superiori del territorio e tanti, tantissimi lettori. Una piccola-grande tradizione che anno dopo anno si arricchisce, traendo spunto dall’attualità. Un’attualità, quest’anno, particolarmente problematica, anzi, drammatica...
BUSTO ARSIZIO - Il buon “Tito” sarà il quarto ospite di “Mille e... Una STORIA”. A chiamarlo così è forse più difficile scovare la sua identità, solo gli amici stretti, seppur a migliaia (tanti quanti quelli della sua pagina Facebook), potrebbero riconoscerlo. Ma in città, e non solo, è davvero conosciutissimo. La sua “lavagna elettronica” alleggerirà la serata e farà sorridere i presenti alla cerimonia di premiazione del Premio Letterario organizzato dal nostro giornale, in programma questa sera alle 21 alla Sala Tramogge dei Molini Marzoli.
BUSTO ARSIZIO - “Guardi che non si tratta di una conquista per la nostra associazione. Si tratta di una conquista per l’intero sistema sociale. Si ricordi che ogni diritto perso è una mancanza per tutti noi: omosessuali e eterosessuali”. Replica con immediatezza e fermezza Fabio Pellegatta, 54 anni, presidente del CIG Arcigay di Milano dal 2014 e responsabile dell’area culturale dell’associazione dal 2001. Ci sarà anche lui alla serata, organizzata dal nostro giornale, sul tema delle diversità in occasione delle premiazioni del premio letterario “Mille e... Una STORIA”. L’appuntamento è per venerdì 20 novembre alle 21, alla sala Tramogge dei Molini Marzoli.
Si precisa che l’intervista all’interno è stata raccolta un mese prima circa dei tragici avvenimenti di Parigi di venerdì 13 novembre. Hammami Hammadi sarà uno degli ospiti della serata dedicata alle premiazioni del Premio Letterario “Mille e... Una STORIA”, che tratterà il tema delle “diversità”. L’appuntamento è alla Sala Tramogge dei Molini Marzoli, venerdì 20 novembre alle 21.00.
Venerdì 20 novembre alle 21 ci sarà la serata di gala del nostro Premio Letterario “Mille e... Una STORIA”, giunto quest’anno alla sesta edizione. Le premiazioni dei vincitori si svolgeranno alla Sala Tramogge dei Molini Marzoli di Busto. Con l’intervista a Federica Chittò, presidente dell’Associazione “Amici Team Down” di Castellanza, iniziamo a presentare gli ospiti della serata che tratterà il tema delle “diversità”.
I componenti della giuria dell’edizione 2015 del premio letterario “Mille e … Una STORIA” si sono riuniti in seduta plenaria venerdì 25 settembre e hanno emesso i loro “verdetti”. Mai come in questi giorni la formula “La diversità è una ricchezza (!?)” – vale a dire il tema di base del Premio Letterario - è sulla bocca (e nelle teste) di tutti. Nessuno escluso.
Vorremmo memorizzaste questa data: venerdì 25 settembre. Una scadenza importante per chiunque abbia a cuore l’impegno letterario abbinato all’attualità. Soprattutto quando quest’ultima è caratterizzata da circostanze tali che, per intensità e frequenza, hanno e avranno il potere di modificare gli assetti stessi della società in cui viviamo...
Vorremmo memorizzaste questa data: venerdì 25 settembre. Una scadenza importante per chiunque abbia a cuore l’impegno letterario abbinato all’attualità. Soprattutto quando quest’ultima è caratterizzata da circostanze tali che, per intensità e frequenza, hanno e avranno il potere di modificare gli assetti stessi della società in cui viviamo.
BUSTO ARSIZIO - Scade oggi il termine per partecipare alla sesta edizione del premio letterario “Mille e... Una STORIA”. Il tema di quest’anno è quanto di più attuale e coinvolgente si possa immaginare. La diversità è una ricchezza (!?). Ancora una volta l’iniziativa culturale voluta e organizzata dalla GMC editore di Busto Arsizio, in stretta collaborazione con il mondo delle imprese e il mondo della scuola, ha centrato l’obiettivo. Chi vuole mettersi in gioco ha ancora pochi giorni per farlo.
Sarebbe stato difficile, per non dire impossibile, prevedere un’assonanza così perfetta, drammaticamente perfetta, con la realtà dei fatti. Ogni giorno arrivano conferme di quanto sia vero che la “diversità” è da un lato una grande “ricchezza” e dall’altro un “problema” altrettanto grande. Il tema di quest’anno del premio letterario “Mille e... Una STORIA” è racchiuso in questa formula...
BUSTO ARSIZIO – “Si entra nella tradizione”. Così il direttore Gianluigi Marcora, venerdì sera ha aperto le danze della quinta edizione del Premio Letterario “Mille e… Una STORIA”, come di consueto in una gremita sala Tramogge dei Molini Marzoli. Nel premio letterario organizzato e promosso dal nostro giornale hanno trionfato Raffaele Aiani (categoria lettori) ed Elisa Raimondi (studenti). Una quinta edizione che s’è chiusa, come sempre, con la serata degli oscar assegnati dalla Giuria ma l’appuntamento all’anno prossimo è già rinnovato.
BUSTO ARSIZIO - Futuro, speranza e tanti sogni, accompagnati però dall’analisi della situazione reale: sono stati questi gli ingredienti principali della serata di premiazione della quarta edizione del premio letterario “Mille e… Una storia”, tenutasi in una sala Tramogge gremita di pubblico ai Molini Marzoli a Busto Arsizio. Vincitore assoluto lo studente dello Scientifico “Arturo Tosi” Rezaul Karim Bhuyan con il racconto “Utopia”.
BUSTO ARSIZIO - Gherardo Colombo, l’ex magistrato del Pool di Mani Pulite ha svelato, venerdì sera (23 novembre), ai Molini Marzoli di Busto, durante la cerimonia premiazione della terza edizione del nostro concorso letterario “Mille e… Una Storia”, la ricetta del “cambiamento”: “Abbiamo dimostrato che la strada giusta per cambiare le cose non è quella del processo giudiziario - ha esordito - È l’articolo 3 della Costituzione a trasformarci da sudditi in cittadini. Dobbiamo essere pronti ad assumerci le responsabilità del cambiamento e ad impegnarci per attuarlo, senza mai dimenticare che siamo umani e quindi lenti”.
Il Premio Letterario “Mille e... Una STORIA” è giunto al suo quinto anno di vita. Un bel traguardo, anzi, lo stimolo giusto per un... nuovo inizio. Il tema di quest’anno, “Testa fra le nuvole e piedi... ben piantati per terra”, ha letteralmente scatenato la fantasia di studenti e lettori.
 



PREMIO LETTERARIO
FIORERIA PINCIROLI
FRATELLI FERRARIO
CHIARAVALLI GROUP
JOINTEK
NEAR CHIMICA
IMBALLAGGI ALTO MILANESE
Pranza sul marciapiede col tricolore come tovaglia
BUSTO ARSIZIO - Nel tardo pomeriggio di lunedì i Carabinieri di Busto hanno denunciato per il rea...
Marnate, la truffa dello specchietto colpisce un ottantenne
MARNATE - Ritorna in voga la truffa dello specchietto. E c’è da stare attenti ai malfattori che p...
Cellular crime: sequestrati 11.000 ricambi “cinesi”
GALLARATE - Le Fiamme Gialle della Compagnia di Gallarate hanno portato a termine l’operazione “C...
“Settimana della sicurezza? Meno spot e più concretezza”
BUSTO ARSIZIO – Dopo i dati della settimana della sicurezza fornita dall’assessore Max Rogora e d...
A Olgiate partirà il corso formativo per i proprietari di cani
OLGIATE OLONA - Partirà nelle prossime settimane il corso organizzato dal Comune di Olgiate Olona...
Uyba a Minsk per prendersi la qualificazione
BUSTO ARSIZIO - La parola riposo non fa parte del vocabolario della Unet Yamamay, soprattutto in ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora