Giovani di 20 e 25 anni
Accampati in tenda tra i binari della ferrovia, arrestati due sinti

Alle prime luci del giorno, i Carabinieri della Compagnia di Busto hanno arrestato due italiani di origine “sinti” destinatari di provvedimenti di cattura. I giovani avevano tentato di sottrarsi alla cattura creandosi un “nascondiglio” in una zona boschiva tra i comuni di Busto e Castellanza, lungo i binari ferroviari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Accampati in tenda tra i binari della ferrovia: ricercati arrestati dai Carabinieri. Alle prime luci del giorno, i Carabinieri della Compagnia di Busto hanno arrestato due italiani di origine “sinti” destinatari di provvedimenti di cattura. I giovani avevano tentato di sottrarsi alla cattura creandosi un “nascondiglio” in una zona boschiva tra i comuni di Busto e Castellanza, lungo i binari ferroviari.

Il rintraccio e la cattura dei due “latitanti”, ed in particolare l’individuazione del loro “covo”, sono avvenute grazie alle indicazioni fornite da un carabiniere in servizio alla stessa Compagnia di Busto che, durante i quotidiani viaggi in treno dalla propria abitazione al luogo di lavoro, notava l’improvvisato “rifugio” comparso nella boscaglia, proprio nella zona di confine tra le stazioni ferroviarie di Castellanza e Busto Arsizio.

Dopo essersi appostati per alcune ore a breve distanza dalla piccola tenda da campeggio mimetizzata tra i rovi, i Carabinieri hanno sorpreso i malviventi mentre dormivano. I due, entrambi senza fissa dimora, disoccupati e pluripregiudicati, in particolare per reati contro il patrimonio (furti in abitazione ed in azienda), sono risultati colpiti l’uno, un 25enne, da una condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione emessa dal Tribunale di Bologna, l’altro, un 20enne, da una condanna ad 1 anno e 5 mesi emessa dal Tribunale per i minorenni di Milano. Entrambi sono stati condotti presso il carcere di Busto Arsizio.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA