IL PUNTO SUI CAMPIONATI DI PALLACANESTRO
Affondano i Knights Legnano, Cso k.o.

Giornata di riposo imposta dal calendario per la Hydrotherm. Brutta, bruttissima partita dei Knights che si sciolgono dopo il primo quarto di fronte all’Eurobasket Roma. Il Cso Borsano non riesce nel miracolo di espugnare il difficile campo della Valcuvia

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Giornata di riposo imposta dal calendario per la Hydrotherm. I ragazzi di coach Gianni Nava saranno attesi adesso da due “finalissime” consecutive, la prima sabato prossimo sul campo di Mortara (scontro diretto con una formazione che insegue a 2 punti) e quindi il sabato successivo al PalaDrago contro Saronno. La contemporanea vittoria di Gallarate sul parquet della Valceresio ha virtualmente consegnato l’accesso alla post season ai galletti (non facendo certo un favore ai cugini bustocchi, visto lo 0-2 negli scontri diretti contro i lupi di coach Bianchi in caso di classifica avulsa), ma è evidente che la corsa sarà soprattutto su Cantù e Mortara, le due più dirette inseguitrici. Vincendo gli ultimi due match, comunque, la Hydrotherm potrà arrivare ai play-off contando solo sulle proprie forze e senza guardare i risultati delle avversarie…

 

Serie A-2: Knights affondati e contestati

Brutta, bruttissima partita dei Knights che, al PalaBorsani, si sciolgono dopo il primo quarto di fronte all’Eurobasket Roma. “Dal 13’ – commenta coach Alberto Mazzetti – abbiamo perso qualsiasi logicità sui due lati del campo. E’ stata una partita povera offensivamente, con 19 palle perse (di cui 7 nei secondi 10’), con pessime percentuali da oltre l’arco e con solo 8 assist di squadra: cifre che non puoi mai concedere alla Leonis, che, pur veniva da un brutto momento, ha al suo interno elementi di valore, i quali infatti ci hanno punito tirando con il 40% da 3. Ma la cosa ancora più grave è che nel secondo tempo non abbiamo messo in campo il dovuto agonismo e me ne assumo ogni responsabilità. Dopo Biella mi aspettavo una crescita, ma purtroppo oggi è stata l’ennesima partita casalinga che abbiamo buttato via. Adesso abbiamo due settimane per ricaricarci mentalmente prima di due partite fondamentali a Rieti e in casa con Siena”. “Sono venuto in conferenza stampa – aggiunge il capitano Michele Ferri – per scusarmi per la bruttissima partita che abbiamo disputato davanti ai nostri tifosi. Abbiamo sbagliato tutto, come atteggiamento, ancor più che tecnicamente. Non ce lo aspettavamo dopo la buona prestazione di Biella. Ci possono essere mille scusanti, ma così non va bene, anche perché la gara era stata preparata al meglio: ciascuno deve prendersi le proprie responsabilità. Chiedo scusa alla società e ai tifosi”. Proprio i tifosi della Gioventù Forgiata hanno diramato un comunicato che non lascia alibi a nessuno. “Siamo sempre stati vicini a squadra e società, nelle sconfitte e nelle vittorie, ma ora crediamo che ora sia giunto il momento di far sentire la nostra voce. Prestazione e sconfitta imbarazzante! Esser pochi o tanti questo non ci interessa, ma dopo la vergogna di oggi è giusto e sacrosanto esprimere le nostre considerazioni. La stagione si presentava difficile dall’inizio, lo si sapeva, ma nonostante tutto ci siamo sempre stati! Stasera, purtroppo, abbiamo toccato il fondo dell’abisso! Crediamo che la curva del Legnano abbia dato tutto ciò che doveva dare alla squadra. Ora basta! Speriamo che questo nostro silenzio dopo l’intervallo rimbombi più del nostro tamburo e delle nostre voci”. Il turno di riposo di settimana prossima sembra capitare al momento giusto e anche la società dovrà fare le proprie valutazioni (sull’allenatore? Sul mercato?). Ogni altro commento sulla (non) gara del PalaBorsani sarebbe superfluo…

 AXPO LEGNANO – LEONIS ROMA: 60-88 (16-15, 26-38, 50-66)
Axpo Legnano: Raffa 15, Thomas 14, Bortolani 12, Serpilli 10, Bozzetto 4, Bianchi 4, Berra 1, Ferri, Corti, Coraini, Ballarin. Coach Mazzetti.

Leonis Roma: Jones 25, Loschi 17, Hollis 13, Amici 13, Fall 8, Infante 8, Fanti 4, Bushati, Bonessio, Torresani. Coach Nunzi.

 

Promozione: Il Cso Borsano va k.o.

Il Cso Borsano non riesce nel miracolo di espugnare il difficile campo della Valcuvia (71-60 il punteggio finale, pur con 18 punti di Brignoli, miglior bomber di giornata) e vede allontanarsi la salvezza diretta senza dover passare dalla lotteria dei play-out. In classifica comandano sempre il GBA Lonate Ceppino e Turbigo (26 punti), che distanziano il trio Stella Azzurra CastanoMontello-Cuoricino Cardano (24). Chiude la graduatoria, ancora a quota zero, il Motrix Cavaria, mentre Airoldi Origgio (8) sarebbe in questo momento l’ultima dei play-out, con il Basket Caronno (vittorioso con Daverio) che aggancia Borsano a 12, duo che ha nel mirino Daverio (14).

Copyright @2019