DA LUNEDÌ PRIMO LUGLIO ATTIVO IL NUOVO SERVIZIO
Agesp presenta lo “Spazzino di quartiere”

Ciascun quartiere della città avrà il proprio operatore fisso, da lunedì a sabato, tutte le mattine. Una persona di fiducia per i cittadini, che farà fronte alle criticità a livello di pulizia stradale

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Lo “Spazzino di quartiere”, un nuovo servizio di Agesp Spa nell’ambito del settore “Igiene Ambientale”, sarà attivo dal primo di luglio.
Si tratta di una nuova figura che si propone di diventare un vero e proprio punto di riferimento per i cittadini, per far fronte positivamente ad alcune criticità a livello di pulizia stradale. Ciascuno dei sette quartieri della città (Sacconago, Borsano, Sant’Edoardo, Santi Apostoli, Sant’Anna, Beata Giuliana, Madonna Regina), dove la frequenza ordinaria d’intervento è minore rispetto al centro di Busto Arsizio, avrà il proprio operatore fisso, da lunedì a sabato mattina, una persona capace di gestire il proprio lavoro con una certa autonomia e in grado di interfacciarsi con gli abitanti del quartiere, in modo da poter prendere in carico e risolvere le eventuali problematiche riferite valutando anche la priorità d’intervento.

“Sono tante le iniziative che hanno caratterizzato il settore ‘Igiene ambientale‘ nell’anno 2018/19 – ha osservato Gianfranco Carraro, direttore generale di Agesp – a partire dalla raccolta nei giorni festivi ad esclusione di Natale e Ferragosto. Un servizio che è su base volontaria, per questo ringrazio i nostri collaboratori perché siamo una delle poche realtà che hanno adottato questa soluzione molto gradita ai cittadini. Inoltre, ci siamo aggiudicati un bando e nei prossimi mesi andremo ad aprire il centro di riuso, che è attualmente in fase di realizzazione, presso il Centro di Raccolta. Abbiamo ottenuto un contributo, da parte di Regione Lombardia, di 80 mila euro.

In questo anno di svolta – prosegue Carraro – siamo intervenuti in maniera considerevole sul nostro parco veicolare che era un po’ vetusto ed abbiamo sostituito 27 mezzi aziendali facendo un investimento di quasi un milione e trecentomila euro. Inoltre ci sono state le  campagne per la raccolta delle deiezioni canine, la pubblicità sui social ed ora l’istituzione di questo nuovo servizio, lo spazzino di quartiere, una figura che abbiamo proposto all’Amministrazione comunale perché la parte di pulizia delle strade è un aspetto che coinvolge non solo il centro ma anche le periferie.  In questi ultimi due anni, anche per quanto riguarda i nostri operatori, c’è stato un ricambio generazione delle risorse ed abbiamo dato linfa nuova. Per noi si apre una nuova sfida”.

Sono state mappate aree e vie (scuole, chiese, esercizi pubblici) dove la pulizia quotidiana dovrà essere garantita, oltre a una zona di competenza che verrà monitorata costantemente. Lo Spazzino di Quartiere sarà riconoscibile dai suoi colleghi essendo dotato di una divisa di colore differente e di un automezzo con una grafica specifica. “Abbiamo predisposto una formazione e un decalogo specifico per tutti gli operatori aggiunge Carraro – certamente abbiamo dovuto sobbarcarci dei costi che, grazie al sindaco, sono già stati stanziati nel bilancio (160mila euro annui)”.

Altre iniziative in corso riguardano la  raccolta differenziata presso il cimitero di Borsano, che a settembre inizierà anche al Cimitero di Sacconago. Un nuovo progetto in cantiere è quello di dotare la città di appositi portamozziconi di sigarette.
“È stato l’anno dell’igiene ambientale. Ho voluto fortemente realizzare questo progetto che, insieme all’iniziativa della raccolta nei festivi, mi rende particolarmente orgogliosa del mio mandato – commenta Silvia Gatti, amministratore unico di Agesp Spa –. Lo spazzino di quartiere è un simbolo della nostra azienda e tutti gli 84 mila i cittadini di Busto sono azionisti di Agesp”.

Alla presentazione sono intervenuti l’assessore Alessandro Chiesa  (che ha ricordato un ulteriore servizio poco conosciuto ma disponibile gratuitamente per i cittadini: il ritiro dei materiali ingombranti) e il sindaco Emanuele Antonelli che ha elogiato il progetto: “Mi piace tantissimo l’idea di un referente per il quartiere, una persona di fiducia per i cittadini. È un segnale che l’Amministrazione non ha trascurato i quartieri, anzi, le grandi opere si faranno proprio lì. Abbiamo la fortuna di avere questa azienda e la stiamo sfruttando al massimo per i cittadini”.

 

 

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA