Secondo fermo
Agguato al benzinaio, preso il complice in fuga

Era riuscito a fuggire dopo l’agguato a Marco Lepri, il benzinaio ferito con quattro (e non tre come si pensava inizialmente) colpi di pistola sotto casa sua, e a far perdere le proprie tracce per tre giorni. Ѐ notizia di questa mattina l’arresto del complice di Maurizio Fattobene, già in stato di fermo da sabato per tentato omicidio e rapina a mano armata in concorso

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Era riuscito a fuggire dopo l’agguato a Marco Lepri, il benzinaio ferito con quattro (e non tre come si pensava inizialmente) colpi di pistola sotto casa sua, e a far perdere le proprie tracce per tre giorni. Dopo l’arresto di Maurizio Fattobene, era chiaro che il cerchio si stesse stringendo anche attorno al suo complice, fuggito in scooter da via Vizzolone di Sopra, con metà del bottino rapinato al povero benzinaio di corso Italia a Busto. Ѐ notizia di questa mattina l’arresto del complice di Maurizio Fattobene, già in stato di fermo da sabato per tentato omicidio e rapina a mano armata in concorso.

Ulteriori dettagli verranno forniti durante la conferenza stampa in programma a mezzogiorno presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio. Davvero encomiabile e lodevole il lavoro degli inquirenti, coordinati dal pubblico ministero Nadia Calcaterra, che in pochissimo tempo hanno assicurato alla giustizia i responsabili dell’agguato a Marco Lepri.

Copyright @2018