COOPERATIVA LA BANDA ONLUS
Ai tempi del Covid un progetto condiviso per affrontare l’emergenza educativa

La cooperativa sociale LaBanda onlus ha fronteggiato la quarantena mettendo a disposizione della comunità un servizio di consulenza della sua équipe pedagogica. Il progetto è finanziato da Fondazione Comunitaria del Varesotto

Silvia Bellezza

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

È un’emergenza senza precedenti, anche sul fronte educativo, quella che le famiglie hanno dovuto affrontare a causa del lockdown.

Attraverso il Progetto “Covid-19 Emergenza Educativa”, la cooperativa sociale LaBanda onlus ha fronteggiato la quarantena mettendo a disposizione della comunità la competenza della sua equipe pedagogica. Oggi, in era post-lockdown, continua ad operare sul territorio grazie al progetto finanziato da Fondazione Comunitaria del Varesotto (Fondo Insieme per Varese).

Il progetto è stato presentato, giovedì 30 luglio, dall’assessore alle Politiche Educative del Comune di Fagnano Olona, Elena Corio, insieme alle referenti della Cooperativa, Sara Grampa, vicepresidente, e Roberta Fusè.

“Il comune ha scelto di abbracciare questa bellissima iniziativa che la cooperativa La Banda sta portando avanti con un progetto, iniziato durante l’era covid, di sensibilizzazione e vicinanza alle famiglie”, ha commentato l’assessore Corio.

“Durante il lockdown – spiega Sara Grampa – la cooperativa ha messo a disposizione la sua equipe pedagogica nell’accompagnamento dal punto di vista educativo. Le famiglie, finora circa una ventina, si rivolgono a noi tramite il nostro sportello pedagogico che accoglie la problematica del bambino con l’obiettivo di costruire progetti personalizzati”.

Inizialmente il progetto ha preso il via con incontri online e via web che proseguiranno anche in presenza presso la sede dell’associazione (angolo via Roma 53/B, a Fagnano Olona).

L’iniziativa gode della collaborazione del Comune e dell’appoggio dell’Azienda Speciale Consortile Medio Olona. Si rivolge a minori e famiglie di tutti e sette i comuni della Valle Olona.

Prosegue così un servizio di consulenza pedagogica, gratuito, on line, ma ora anche attivo in presenza, nel rispetto delle normative di sicurezza legate al protocollo sanitario di emergenza.

Importante è il lavoro di rete che il servizio andrà ad intessere con i servizi sociali, le agenzie educative, i servizi specialistici, le associazioni del territorio, al fine di costruire percorsi mirati alle esigenze educative delle famiglie, offrendo sostegno sia ai genitori sia ai minori attraverso percorsi concreti.

Il servizio affianca i genitori, giorno dopo giorno, accompagnandoli nel proprio ruolo educativo, per individuare e costruire insieme le vie percorribili nelle situazioni che si presentano concretamente. La consulenza è rivolta a tutti i genitori con figli in età dagli 0 ai 18 anni e offre un’occasione di confronto e supporto sui dubbi nella cura e nella relazione con il proprio bambino.

Il progetto proseguirà fino al mese di ottobre, l’obiettivo è quello di renderlo un servizio stabile sul territorio.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA