Bella iniziativa educativa e solidale
Al Banco Alimentare le derrate non utilizzate nelle mense cittadine

Uova, yogurt, formaggi, frutta e verdura che non sono stati consumati dai bimbi a causa della chiusura delle scuole per l’emergenza Coronavirus saranno distribuiti alle associazioni e alle famiglie assistite dalla Fondazione Banco Alimentare

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sono state donate a chi ha più bisogno le derrate alimentari rimaste inutilizzate nelle cucine di nidi e scuole dell’Infanzia e prossime alla scadenza: si tratta di uova, yogurt, formaggi, frutta e verdura che non sono stati consumati dai bimbi a causa della chiusura delle scuole per l’emergenza Coronavirus e che saranno distribuiti alle associazioni e alle famiglie assistite dalla Fondazione Banco Alimentare, attraverso il programma Siticibo, già molto sviluppato in città. L’iniziativa rientra nell’ambito dei progetti educativi e solidali contro lo spreco alimentare promossi dall’Amministrazione comunale, in particolare dall’assessorato all’Educazione guidato da Gigi Farioli, proprio in collaborazione con il Banco Alimentare.

Nell’anno 2018, sono stati raccolti, solo nelle mense scolastiche non solo quasi 10.000 Kg di pane, frutta e dessert, ma anche, utilizzando complessi procedimenti di conservazione, circa 53.000 porzioni di cibo cotto, poi destinati alle strutture caritative del territorio.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA