Scritto da Tito Olivato
Al Camponovo si presenta il romanzo dedicato a Beata Giuliana

Ha come riferimento un codice del 1500 scritto dalla consorella di Giuliana, Benedetta Biumi, vissuta nello stesso periodo,

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Per i 590 anni dalla nascita di Beata Giuliana un romanzo a lei dedicato scritto da Tito Olivato. Ha come riferimento innanzitutto un codice del 1500 scritto dalla consorella di Giuliana, Benedetta Biumi, vissuta nello stesso periodo, condividendo per oltre un ventennio la sua stessa stanza. Questo romanzo è saldamente basato sulla storia, anche se non mancano passaggi di fantasia, pur sempre verosimili. Numerose ricerche d’archivio, consultazioni di testi del Sette-Ottocento, informazioni in rete, per tratteggiare il profilo di Giuliana con gli Sforza, i Visconti e alcuni prelati dell’epoca, sino alla beatificazione giunta dal papa Clemente XIV. Risalta un quadro vivido di una ragazza vessata dai genitori, violenti contadini che non rinunciano a offenderla, schiaffeggiarla e bastonarla pur di farla sposare suo malgrado. Il romanzo “Non sono più mia” presenta anche un descrittivo apparato iconografico alla fine di ogni capitolo e in appendice.

Il libro di Tito Olivato verrà presentato venerdì 8 dicembre alla location Camponovo (Sacro Monte di Varese) durante l’appuntamento con Natale d’autore.

 

 

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA