Venerdì 17 e domenica 19 prima della proiezione di “Tutto il mio folle amore”
Al cinema Lux si parla di autismo

Alle due serate interverranno professionisti e persone che vivono direttamente il tema dell’autismo

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Al Cinema Teatro Lux di Sacconago si terranno due serate di film e di incontri per parlare di autismo.
Appuntamento per venerdì 17 e domenica 19 gennaio con la proiezione del film (nel calendario del cineforum d’inverno) “Tutto il mio folle amore”. La pellicola (diretta da Gabriele Salvatores e interpretata da Claudio Santamaria, Valeria Golino, Giulio Pranno e Diego Abatantuono) narra la storia di un viaggio che permette ad un padre e ad un figlio autistico, mai conosciutisi prima, di ritrovarsi.

Vengono trattati temi importanti come la diversità, la paternità, la difficoltà di diventare grandi e l’impossibilità di definire cosa sia “normale”. Prima della proiezione, alle ore 20.45, sarà introdotto il tema dell’autismo insieme a professionisti e a persone che lo vivono direttamente. Venerdì 17 saranno ospiti la dottoressa Maria Rosa Ferrario (responsabile della UONPIA dell’ospedale di Gallarate), la dottoressa Ernestina Ricotta (già responsabile della UONPIA dell’ospedale di Legnano) e il dottor Lorenzo Padula (dirigente presso la UO Psichiatria di Busto Arsizio); insieme a loro anche Lucrezia Grillo (insegnante, storica dell’arte e lei stessa autistica) e Paola Tosi Mazzetto (mamma di una bambina autistica).

Modererà l’incontro la dottoressa Chiara De Bernardi, medico di Medicina Generale a Sacconago e mamma di una ragazza autistica, autrice di un libro sull’argomento “Ti disegno che ti amo”. L’obiettivo della discussione sarà quello di far capire che l’autismo, una condizione dalle sfaccettature estremamente variegate, ha necessità di molteplici interventi. Si cercherà di fare chiarezza su cosa attualmente offre il territorio per aiutare le famiglie e saranno illustrare alcune novità che arricchiscono l’offerta terapeutica ed educativa per bambini, ragazzi ed adulti.

Domenica 19, sempre alle 20.45, ad introdurre la proiezione sarà Emanuela Fatilli: mamma di Giacomo, un ragazzo autistico di 16 anni, ha scritto (a due voci con il figlio) un libro dal titolo “La casa infestata che non c’era l’albergo aperto”, tratto da un episodio reso noto sui giornali locali e che parla del viaggio solitario di Giacomo attraverso le strade di Busto Arsizio fino ad arrivare alla piscina di Castellanza. Il biglietto d’ingresso alle proiezioni è di 5 euro. Per ulteriori informazioni sugli eventi e sulle attività del Cinema Teatro Lux si può consultare il sito internet www.cineteatrolux.com.

Copyright @2020