- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

Al via il Festival BA Classica: “Busto al pari delle grandi città culturali”

Dopo il successo della prima edizione, dal 16 al 24 febbraio torna il Festival BA Classica-Dialoghi musicali, realizzato dall’Associazione Musicale G. Rossini, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Busto e il patrocinio della provincia di Varese.

La manifestazione, nata lo scorso anno per celebrare il centenario dell’associazione, torna ad accogliere interpreti di livello internazionale con un ricco di programma di concerti che avranno luogo nella storica sede di Villa Ottolini-Tosi.

Gli eventi in calendario sono a ingresso gratuito.

“Il Festival è ad un livello eccelso anche quest’anno, con nomi recensiti sulle riviste nazionali ed internazionali più prestigiose. Busto è al pari delle grandi città culturali – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Manuela Maffioli – la seconda edizione di BA Classica per noi è una conferma. Si tratta di un evento musicale, premiato da un successo strepitoso, che abbiamo deciso di rendere un appuntamento fisso del calendario cittadino. C’è un grande investimento da parte dell’amministrazione comunale, stiamo lavorando non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi, avvalendoci delle nostre numerose eccellenze. In città c’è tanto fermento culturale, l’obiettivo è arrivare ad un vero e proprio “rinascimento bustocco”.

“Busto merita una stagione di questo livello”, osserva il presidente dell’associazione Musicale Rossini, Giovanni Mazzucchelli, presentando le novità del cartellone. “Il mio obiettivo – spiega – è stato quello di creare una stagione di livello qualitativo molto elevato ma con una formula vincente che coinvolge lo spettatore e si adatta ad un pubblico eterogeneo”.

Tra gli interpreti più celebri al Festival, il pianista iraniano Ramin Bahrami che presenterà l’opera Omnia di Bach, monumentale progetto discografico che lo vede protagonista con alcune delle sue registrazioni (domenica 17 febbraio) e Roberto Cacciapaglia, uno tra i più originali e apprezzati musicisti contemporanei, noto al grande pubblico per le musiche della colonna sonora dell’Albero della Vita di Expo (domenica 24 febbraio). Si esibiranno altri prestigiosi pianisti come Alexander Romanovsky, Davide Cabassi e Tatiana Larionova.

L’elemento di novità che arricchisce questa edizione, è la presenza di giovani e talentuosi  esecutori, frutto della collaborazione con il Conservatorio Guido Cantelli di Novara.

“Busto è un luogo molto fortunato – evidenzia Alessandra Aina, vicedirettrice del Conservatorio – e questo Festival è una grande opportunità per i nostri migliori allievi”.

Non mancheranno gli appuntamenti con le scuole, organizzati dalla direttrice dell’associazione Rossini, Paola Colombo: lunedì 18 febbraio alle 10.30 Maurizio Baglini e Silvia Chiesa incontrano gli studenti del liceo “Daniele Crespi e sabato 23 febbraio,  Davide Cabassi sarà ospite del liceo artistico “Paolo Candiani” e del liceo coreutico musicale “Pina Bausch”.

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

Sabato 16 febbraio-16.30
Maurizio Baglini, pianoforte Silvia Chiesa violoncello. “Immaginazione al quadrato: Schumann e Liszt”.
Segue aperitivo offerto da Milca Iezzoni e dalla cantina Colle Massari (GR).

Domenica 17 febbraio, 11.00.
Maurizio Baglini, Silvia Chiesa, Daniele Pascoletti, Simonide Braconi, Massimo Polidori. Musiche di Mozart e Schumann.

Domenica 17 febbraio, 16.30.
Ramin Bahrami. Pianoforte. Presentazione di “J.S. Bach 333: the new complete edition”.
Segue rinfresco offerto da De Piante Editore.

Martedì 19 febbraio, 21
Alexander Romanovsky. Presentazione dell’album “Childhood memories”. Musiche di Chopin, Liszt e Rachmaninov…ricordi musicali di gioventù

Mercoledì 20 febbraio, 21
Jingzhi Zhang, violino Valentina Kaufman. Pianoforte. Musiche di Bartók e Franck. In collaborazione con il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara.

Venerdì 22 febbraio, 21
Eine Kleine Ensemble. Weingartner: sestetto per pianoforte Op. 33. In mi minore

Sabato 23 febbraio, 16.30.
Davide Cabassi, pianoforte Tatiana Larionova. Pianoforte “Dalla sonata ‘Al chiaro di luna’ di Beethoven a Schubert”.

Sabato 23 febbraio ore 21.
Quartetto Dàidalos. Musiche di Mozart, Donizetti e Verdi. In collaborazione con il conservatorio Guido Cantelli, Novara.

Domenica 24 febbraio ore 11
Beatrice Spina, violino Benedetto Matteo Spina. Pianoforte Musiche di Rachmaninov, Locatelli/Ysaye, Elgar e Saint-Saëns/Ysaye. In collaborazione con il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara.

Domenica 24 febbraio ore 16.30.
Roberto Cacciapaglia. Presentazione del nuovo album “Diapason”.
Segue rinfresco offerto dall’Enoteca Rossodisera.