Cas campione d'inverno insieme all'Aurora Cantalupo
Alla San Marco il derby, Busto 81 pari in rimonta

San Marco batte Antoniana 4 a 0 nella stracittadina bustocca; in scioltezza il Beata. Il Busto 81 riacciuffa il pari all'ultimo minuto. Domenica amara per Cas, Borsanese, Ardor e San Filippo

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Cala il sipario sul primo atto dei campionati dilettantistici provinciali e regionali. In questa ultima domenica calcistica del 2018 può esultare la San Marco, che fa suo il derby bustocco contro l’Antoniana con un secco 4 a 0; vince in scioltezza anche il Beata Giuliana. Il Busto 81 riprende il Verbano nello spareggio per il secondo posto in zona Cesarini. Festeggia a metà il Cas, che esce sconfitto nello scontro diretto sul campo dell’Aurora Cantalupo e viene così raggiunto in vetta dagli avversari di Cerro Maggiore, che condividono con i bustocchi il “titolo” di campioni d’inverno. Resta l’amaro in bocca per tutte le altre società cittadine, che abbandonano i rispettivi terreni di gioco a mani vuote.

Eccellenza

Busto 81-Verbano Calcio: 2-2

Il Busto 81 di Stefano Civeriati la riprende all’ultimo respiro, e pareggia lo scontro diretto valevole per il secondo posto della classifica con il Verbano Calcio. Gli ospiti spingono forte fin da subito, e passano in vantaggio dopo una manciata di minuti. I bustocchi faticano a carburare e, pochi istanti prima di rientrare negli spogliatoi, incassano anche il secondo gol del Verbano. La reazione dei bustocchi arriva ad inizio ripresa: conclusione di Giovio respinta e Palumbo è abile ad avventarsi prima di tutti sulla ribattuta, e dimezza lo svantaggio. Nel finale il Busto 81 parte all’arrembaggio e, negli ultimissimi istanti di gioco, Scognamiglio pesca il jolly da fuori area, e strappa il pari.

“Abbiamo regalato il primo tempo ai nostri avversari. Siamo stati bravi a rientrare in partita nella ripresa a riacciuffare il risultato all’ultimo minuto. Nella seconda metà della stagione dobbiamo provare a recuperare il terreno perso” commenta il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Aurora Cerro M. Cantalupo-Cas: 3-1

In questo scontro diretto al vertice del girone A di Prima Categoria, ha la meglio l’Aurora Cantalupo che mette k.o. il Cas di Luciano Cau, che viene così raggiunto proprio dai cantalupini in vetta. I padroni di casa partono subito forte ed aprono le marcature dopo 7 minuti. Poco dopo un errore in fase di impostazione costa caro ai bustocchi: palla intercettata dall’attaccante avversario, che trafigge il neo-portiere sinaghino Heinzl (ex Antoniana). A pochi minuti dal finire del primo tempo, per i blues, arriva l’occasione di riaprire la partita, ma dal dischetto Agrello non riesce a battere il portiere avversario, che indovina l’angolo e salva il momentaneo doppio vantaggio. Nella seconda frazione di gara il Cas cresce e riapre la partita a dieci minuti dalla fine con il rasoterra vincente di Caccia. Nel finale i ragazzi di mister Cau partono all’assalto della porta avversaria, ma da un corner in favore dei bustocchi, al novantesimo, nasce il contropiede dell’Aurora Cantalupo, che mette al sicuro i tre punti con il gol del 3 a 1.

“Onore agli avversari che hanno meritato. Resta un po’ di rammarico per il rigore sbagliato, nella ripresa è arrivata la reazione, ma non siamo stati fortunati. In questo girone di andata, con le squadre di alta classifica non siamo mai riusciti a fare il risultato: non abbiamo passato la nostra prova di maturità” analizza mister Cau.

San Marco-Antoniana: 4-0

Va alla San Marco di Paolo Marchiorato il derby bustocco dell’ultima giornata di campionato contro l’Antoniana di Cristian Pavone. Gli ospiti partono subito aggressivi, impongono un ritmo altissimo, ma non riescono a concretizzare. I padroni di casa reggono bene e rispondono con Vendemmiati, oggi in giornata di grazia, che sa farsi trovare nel posto giusto al momento giusto ed insacca due volte prima di rientrare negli spogliatoi. Nella ripresa continua lo show dell’attaccante biancoazzurro, che sale in cattedra e sigla anche il terzo ed il quarto gol che trascinano la San Marco fuori dalla zona playout, mentre l’Antoniana resta ferma al penultimo posto della graduatoria con 9 punti.

“Una vittoria che ci voleva, abbiamo perso troppi punti per strada e questo risultato fa bene al morale. Complimenti ai ragazzi, siamo rimasti cattivi anche sul 4 a 0, se manteniamo sempre questa concentrazione possiamo fare buone cose” sottolinea mister Marchiorato.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Virtus Cantalupo: 3-0 

Vittoria secca per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti. I bustocchi riescono ad imporre fin da subito il loro gioco e passano in vantaggio al 20’ con un calcio di rigore trasformato da D’Elia. Nella ripresa la Virtus prova ma reagire, ma puntuale arriva il raddoppio di Fella al 55’, che mette le cose in chiaro. Passa un quarto d’ora, e i bustocchi arrotondano ulteriormente il punteggio con la doppietta di Fella, che ipoteca i tre punti. Nel finale il Beata si ritrova anche l’occasione del 4 a 0 dagli undici metri, ma il numero uno avversario è bravo a distendersi e a negare così la gioia del gol a Bacchiega.

“Ottima prestazione, abbiamo giocato un buon calcio senza sbavature. Questa è la mentalità giusta, adesso ci vuole costanza” dichiara mister Rossetti.

Borsanese-Nuove Fiamme Oro Ferno: 0-1

Lotta fino alla fine, ma al triplice fischio la Borsanese di Davide Tomanin deve arrendersi alla capolista Nuova Fiamme Oro, che passa di misura. Nonostante la pesante differenza di punteggio in classifica, la partita si rivela equilibrata e combattuta, con i bustocchi che incassano il gol-partita nel primo tempo su un corner. Nella ripresa la formazione di Borsano fa tremare gli ospiti con la girata di Bottini, che si spegne sopra la traversa, e poi con la conclusione di Tallarida che, in una mischia al novantesimo, da dentro l’area piccola spara alto. La vittoria va alla squadra di Ferno, mentre la Borsanese si porta a casa una buona prestazione corale, ma nessun punto.

“Stiamo facendo dei passi in avanti, se continuiamo a giocare così arriveranno anche i risultati. Per oggi ci teniamo la buona prestazione, anche se resta qualche rimpianto per le occasioni sbagliate” sottolinea mister Tomanin.

Terza Categoria

Ardor-San Lorenzo: 1-2

Giornata amara per l’Ardor di Matteo Gastaldello, che sbatte sul San Lorenzo. Passa per prima la formazione di Parabiago, che si porta in vantaggio nelle fasi iniziali di gara. Agli azzurrini non basta il gol di Rappa per aver la meglio in questo difficile match, che si concluderà sul 2 a 1 in favore degli ospiti.

Boffalorello-San Filippo: 4-1

Altro stop per il San Filippo di Diego De Bernardi. Il primo squillo della partita è bustocco, con il neo-acquisto Segantin (ex Lonate) che pesca in profondità G.Terranova, che davanti al numero uno avversario non sbaglia ed insacca l’1 a 0. La risposta dei padroni di casa arriva dagli undici metri, che trasformano un (più che dubbio) penalty. Da quel momento in poi la partita svolta, diventa ruvida e nervosa, con il San Filippo che incassa altri due gol prima di rientrare negli spogliatoi. Nella ripresa i rossoblù provano a reagire e si sbilanciano in avanti, ma vengono infilati un’altra volta in contropiede ed il punteggio si ferma sul 4 a 1 in favore del Boffalorello.

“I ragazzi hanno lottato, ma il pasticcio del direttore di gara sull’occasione del rigore non è tollerabile. Adesso dobbiamo solo pensare alla seconda parte della stagione, sperando di recuperare in fretta gli infortunati e di fare qualche punto in più” dichiara mister De Bernardi.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA