- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

Alta tensione in Comune. Sindacati furiosi con l’amministrazione

Resta alta la tensione tra Rsu e amministrazione comunale. Il presidio previsto per mercoledì mattina davanti al municipio era stato rinviato “per senso di responsabilità”, anche perché da parte del Comune c’era stata un’apertura su alcune richieste, come il calendario scolastico della educatrici.
Ma alla vigilia dell’assemblea tenutasi in sala consiliare, si è verificato un nuovo episodio che per i sindacati ha rappresentato benzina sul fuoco.

“Le educatrici di asili nido e scuole materne hanno ricevuto una lettera in cui l’amministrazione affermava che durante l’orario di assemblea sarebbero state sostituite da personale delle cooperative per dare continuità al servizio – spiega Fausto Sartorato (Adl) –. È una cosa gravissima, un ulteriore schiaffo. L’assemblea è un diritto e non sono previsti servizi minimi essenziali”.

“Credo che una cosa del genere non abbia precedenti a livello nazionale”, aggiunge Angiolino Liguori del Csa.
Per questo, le Rsu hanno protocollato una diffida per comportamento antisindacale. “Le lavoratrici avrebbero comunque garantito il servizio per senso di responsabilità – prosegue Liguori –. In ogni caso l’amministrazione, agendo in questa maniera, ha messo in discussione la loro professionalità. E cosa dire dei bambini che sarebbero stati affidati a persone che non avevano mai visto prima?”.
“Curioso” poi, secondo Sartorato, che “se si tratta di maternità o malattia l’amministrazione non sostituisce il personale, mentre per un’ora di assemblea sarebbe avvenuto”.

Con questo clima, salvo ulteriori aperture legate in particolare al caso delle progressioni orizzontali [1], il 4 marzo si terrà un presidio dei lavoratori davanti al municipio.
E se anche in quell’occasione dal Comune arrivasse l’avviso della sostituzione delle dipendenti con personale esterno? “A quel punto – chiosa Liguori – saremo costretti a procedere nelle sedi opportune”.