Quattordicenne violinista di Busto
Altro bel riconoscimento a Bardonecchia per l’enfant prodige Francesca Conte

L’enfant prodige Francesca Conte, quattordicenne violinista di Busto Arsizio, prosegue nella sua “giovane” ma già entusiasmante carriera. Giovedì scorso, presso la chiesa parrocchiale di Bardonecchia (TO) si è esibita per la prima volta dopo il lockdown, con un programma tutto nuovo e perfezionato, sulle musiche per violino di Mendelssohn. Un altro bel riconoscimento per la piccola grande artista Francesca

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’enfant prodige Francesca Conte, quattordicenne violinista di Busto Arsizio, prosegue nella sua “giovane” ma già entusiasmante carriera. Giovedì scorso, presso la chiesa parrocchiale di Bardonecchia (TO) si è esibita per la prima volta dopo il lockdown, con un programma tutto nuovo e perfezionato, sulle musiche per violino di Mendelssohn. Un altro bel riconoscimento per la piccola grande artista Francesca, per la felicità e l’orgoglio, in primis, di nonna Rossella.

Francesca Conte è nata a Varese nel settembre 2005. Nel 2009 inizia gli studi del violino presso l’Accademia Musicale di Villa Pomini di Castellanza con la Prof.ssa Daniela Zanoletti. Nel 2011 prosegue lo studio del violino presso l’Associazione Immaginarte di Varese col M° Carlo Taffuri e, parallelamente dal 2016, anche con il M° Adrian Pinzaru nei corsi di perfezionamento della stessa scuola. Ha già conseguito con il massimo dei voti diverse certificazioni presso il Conservatorio di Como in teoria e solfeggio e violino. Dal 2012, con l’obiettivo di fare le prime esperienze orchestrali si esibisce con diversi ensemble giovanili (I Piccoli Musici Estensi – Ukom – Pyo – Futurorchestra), presso prestigiosi teatri e basiliche in Italia a Milano (Teatro Dal Verme), Varese, Pavia, Venezia e Roma (Teatro Valle) e all’estero a Lugano, Parigi (Palazzo Unesco), New York, Toronto, San Pietroburgo (Cappella Accademica di Stato) e Mosca (Sala dei Concerti dell’Accademia Musicale Gnesin.). Come solista si esibisce dal 2015 a Varese e provincia, Mantova, Brescia e all’estero a San Pietroburgo e Mosca, affrontando repertori barocchi e il concerto per violino di Haydn.

Copyright @2020