VOLPI SUL CONSUNTIVO
“Altro che non ci sono i soldi, non si sanno usare”

L’ultima seduta del consiglio comunale olgiatese ha visto come protagonista il bilancio consuntivo 2017, che come sempre si è rivelato essere occasione di un acceso dibattito tra la maggioranza e le opposizioni

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’ultima seduta del consiglio comunale olgiatese ha visto come protagonista il bilancio consuntivo 2017, che come sempre si è rivelato essere occasione di un acceso dibattito tra la maggioranza e le opposizioni. Ad aprire la discussione, dopo l’esposizione della maggioranza, è stato l’Indipendente Giorgio Volpi, che ha illustrato come le mancanze dell’attuale Amministrazione si estendano in molti campi; “L’Avanzo è di più di 443 mila euro, di cui 187 mila per le spese correnti, inoltre avete applicato inutilmente una parte rilevante degli oneri di urbanizzazione alla spesa corrente.

È come se una famiglia, per pagare le proprie spese ordinarie, facesse conto non sullo stipendio mensile, ma su entrate straordinarie, e alla fine dell’anno si accorge che le entrate correnti erano, e lo erano alla grande, a sufficienza. L’Amministrazione in questo modo ha dato meno servizi e fatto meno investimenti, non utilizzando cifre importanti e facendo meno opere; sono state utilizzate inutilmente delle entrate straordinarie per coprire delle spese ordinarie, e adesso complessivamente il risultato è un avanzo rilevatissimo.

Altro che non ci sono i soldi, non si sanno usare e non si usano come si deve i denari della comunità. Con un importo così rilevante si potevano migliorare, e fornire, servizi importanti a chi è in difficolta, come anziani, Associazioni e scuole, e fare investimenti necessari come la sistemazione delle strade, la sicurezza e nuove opere pubbliche”.

A queste affermazioni hanno replicato Ugo Bassi, che ha sostenuto che “un avanzo di bilancio del 4% è abbastanza fisiologico” e Leonardo Richiusa, che ha sottolineato come questa pratica non sia certo nuova nel Comune di Olgiate: “il problema è l’avanzo di cassa, somma che attualmente non ci è permesso di usare, che è decisamente troppo alto per un Comune come il nostro; se fosse stato speso negli scorsi anni oggi ci troveremmo ad affrontare meno spese, e la situazione sarebbe decisamente migliore”. Anche l’Assessore Walter Musazzi ha voluto far sentire la propria voce: “non vi siete dimostrati lungimiranti nel corso degli anni; ad esempio avete creato un polo commerciale lungo via Busto Fagnano ma non avete pensato ad illuminare la via Ombrone, che lo collega al paese, lo abbiamo dovuto fare noi”.

A ribattere il consigliere Loris Pasqual: “Con questi botta e risposta non si arriva a nulla, ma del resto il nostro gruppo non si è mai trovato in sintonia con quanto affermato dalla maggioranza in questo consiglio; inoltre la diminuzione degli oneri di urbanizzazione è frutto della miopia di questa maggioranza, vi avevamo avvertito che un aumento così importante avrebbe portato a questo tipo di conseguenze. Inoltre le promesse di compensazione da parte degli operatori paiono spesso disattese, è un po’ un’abitudine di quest’Amministrazione essere veloce nel concedere, ma non altrettanto nel pretendere che si realizzino le cose previste nelle convenzioni, lo stato della ciclopedonale di via Diaz ne è un esempio”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA