MARTEDÌ 20 NOVEMBRE ALLE 21
Ambra Angiolini e Matteo Cremon portano al Manzoni “La guerra dei Roses”

Una commedia raffinata, onirica e crudele sulle relazioni umane. Regia di Filippo Dini

ANDREA CICCALÈ

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Martedì 20 novembre, alle ore 21, al teatro Manzoni arriva “La guerra dei Roses”, commedia di Filippo Dini con Ambra Angiolini e Matteo Cremon. La storia è ormai nota a tutti grazie alla pellicola cinematografica di Danny De Vito – con Michael Douglas e Kathleen Turner – e narra della lenta e terribile separazione tra i coniugi Rose: lui ricco e ambizioso uomo d’affari, lei moglie obbediente che all’improvviso fa i conti con la propria mancata affermazione.

Ma “La guerra dei Roses” è prima di tutto il titolo di un romanzo di Warren Adler, pubblicato nel 1981; lo stesso autore scrisse anche il soggetto del film e il successivo adattamento per il teatro, creando una commedia straordinaria, raffinata e caotica al tempo stesso, comica e crudele, ridicola e folle, che trova forse in teatro la sua dimensione ideale per la potenza espressiva e la dimensione onirica. Spiega il regista Filippo Dini: “La grandezza dell’amore si esprime in questa commedia attraverso la sua fine. Adler ci pone di fronte ad una delle più potenti e straordinarie deflagrazioni umane: la separazione di un uomo e una donna che hanno condiviso un grande amore. Non c’è al mondo espressione più sconvolgente della potenza dell’essere umano, non a caso il titolo la paragona ad una guerra… La messa in scena racconta appunto di una guerra, due schieramenti, e volutamente si è scelto di affidare tutti i personaggi a solo quattro interpreti, due uomini e due donne. Il signor Rose e la signora Rose e i loro doppi, che interpretano i loro rispettivi avvocati e altri personaggi nei quali si imbattono i protagonisti, ci divertiranno fino alle lacrime per la loro comicità e ci turberanno nel profondo, poiché sveleranno in modo più o meno consapevole i nostri intimi fallimenti nel comprendere l’altro, l’opposto, all’interno di noi stessi”.

Costo del biglietto: Poltronissima 33 euro – Poltrona 30 euro – Poltrona ridotto 27 euro – Galleria 28 euro – Galleria ridotto 25 euro
Botteghino (via Calatafimi, 5): da lunedì a venerdì dalle 17.00 alle 19.00 – tel. 0331677961
Vendita biglietti online: www.cinemateatromanzoni.it

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA