La nota del coordinatore Stefano Lupi
Anche dalla Lega Giovani un appello alla responsabilità: “Stemmacà”

Dopo aver appreso della partitella estemporanea messa in scena da un gruppo di giovani a Beata Giuliana, la Lega Giovani di Busto Arsizio ha colto l’occasione per lanciare un messaggio a tutti i ragazzi della città, e alla cittadinanza tutta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo aver appreso della partitella estemporanea messa in scena da un gruppo di giovani a Beata Giuliana, comportamento irresponsabile e soprattutto vietato e passibile di denuncia in questi giorni di emergenza nazionale, la Lega Giovani di Busto Arsizio, con la vicesindaco Manuela Maffioli e l’Europarlamentare Isabella Tovaglieri, ha colto l’occasione per lanciare un messaggio a tutti i ragazzi della città, e alla cittadinanza tutta.
“In queste settimane cupe in cui si sono riscontrate numerose violazioni al decreto ministeriale finite persino sulle cronache nazionali per comportamenti tra l’altro passibili di denuncia – sottolinea il coordinatore Stefano Lupi – a noi per primi sono mancati, mancano e mancheranno terribilmente le nostre riunioni, i gazebo in Via Milano, il Carnevale, le cene localiste a base di polenta e bruscitt, le magnifiche sagre cittadine, le passeggiate e lo shopping in centro, gli aperitivi,  le partite della Pro e della Yama, lo jogging e le partitelle nei parchi, i film e gli eventi del Baff, le mostre di Palazzo Cicogna, i colori della “Primavera in fiore”, i concerti in Villa Tosi, gli spettacoli a Teatro, gli allenamenti con le varie società sportive, le serate nei pub e nei locali cittadini… Quando tutto tornerà a posto le varie cose che abbiamo elencato e che prima consideravamo “la nostra normalità” avranno un gusto decisamente migliore, ma in questo momento l’aiuto più grande che possiamo dare alla nostra comunità è limitare al massimo gli spostamenti e i contatti con le altre persone. Ci riabbracceremo presto”. Per il momento “#stemmacà”.

Copyright @2020