DOMENICA 17 MARZO
Appassionati a caccia di dischi rari alla Fiera del Vinile

Il Museo del Tessile ospiterà la terza edizione della Fiera del Disco e del Vintage organizzata dall'associazione 33&45. L'appuntamento più importante della zona per i collezionisti. Presenti circa 40 espositori

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il Museo del Tessile si trasforma nel “tempio” del disco, in particolare quello vintage in vinile. Giunge alla terza edizione, la “Fiera del Disco e del Vintage” organizzata dall’associazione culturale 33&45, in collaborazione con Double Side, Soundtracks Blues Festival, con il supporto dell’amministrazione comunale e del Distretto del Commercio.

L’evento si terrà domenica 17 marzo dalle 10 alle 19, presso le sale gemelle del Museo con ingresso gratuito. Sono circa 40 gli espositori da tutta la Lombardia e dal Piemonte, che presenteranno materiale fonografico, libri, film, rarità, gadget, creazioni artistiche e 2nd hand, per tutti i gusti, i generi e le età: dal più raffinato collezionista, al curioso musicofilo, dal maniaco di vintage e memorabilia, a chi è sempre in cerca di buoni affari di seconda mano.

Il prezzi sono molto vari e legati, in particolare, alla rarità del disco. Sarà possibile, per i visitatori, acquistare e scambiare materiale. La manifestazione si prepara ad accogliere, come è avvenuto negli anni scorsi, un flusso ininterrotto di visitatori di varie generazioni: “È un appuntamento che, fin dalla prima edizione, ha avuto un successo straordinario, richiamando migliaia di persone”, evidenzia l’assessore al Marketing Territoriale, Paola Magugliani.

“Il Museo del Tessile è un’ottima location – sottolinea Lorenzo Prato, organizzatore dell’evento – Quest’anno cambieremo la disposizione degli espositori unendo le due sale in un corpo unico. Per i visitatori sarà possibile trovare dai dischi rari, di prima stampa a quelli più comuni che possono acquistare anche i più giovani, con pochi euro, coltivando così la passione per la musica. Novità di questa edizione, estrarremo a sorte un paio di dischi nell’ambito di un social contest” .

Tra i dischi più ricercati, quelli da collezione come le prime stampe dei Beatles, il genere hard rock metal e i classici cantautori italiani come De Andrè e Battiato. Molto apprezzato anche il genere jazz italiano ed hip hop.

“Grazie all’amministrazione comunale per questa opportunità – aggiunge Angiolino Liguori – La nostra intenzione è quella di rendere Busto Arsizio un punto di riferimento per il territorio ed attrarre appassionati anche dall’estero”.

Copyright @2019