TANTE LE QUESTIONI DA AFFRONTARE
Approvato il bilancio di Accam

Voto favorevole da parte del 76,611 per cento dei soci. Sul tavolo ci sono diverse temi, a cominciare dalla questione in house

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’assemblea di Accam ha approvato martedì il bilancio d’esercizio 2018. Voto favorevole da parte del 76,611 per cento dei soci (tra cui Busto Arsizio e Gallarate, mentre Legnano si è astenuta).

La seduta, tenutasi a Palazzo Gilardoni, è stata introdotta da una lunga relazione del nuovo presidente Angelo Bellora.
Sul tavolo ci sono diverse temi, a cominciare dalla questione in house. Oggi, Accam non ha i numeri per essere definita in house, poiché solo il 70 per cento del fatturato proviene dai Comuni del consorzio (il minimo necessario è l’80 per cento).

L’obiettivo annunciato è quello di allargare il bacino di utenza grazie a nuovi soci, ampliando anche i servizi. In particolare, si pensa a collaborazioni con le società pubbliche del territorio per gestire il ciclo integrato dei rifiuti, a partire dalla raccolta.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA