NUOVA INCHIESTA
Arrestati il sindaco di Legnano e due assessori

Fratus, il suo vice Cozzi e l’assessore Lazzarini sono indagati a vario titolo per turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e corruzione elettorale

LEGNANO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo il terremoto provocato dall’inchiesta Mensa dei poveri, nuove indagini scuotono la politica. Questa volta l’epicentro è a Legnano: giovedì mattina la Guardia di Finanza di Milano ha arrestato il sindaco leghista Gianbattista Fratus, il vicesindaco Maurizio Cozzi e l’assessore alle Opere pubbliche Chiara Lazzarini.
Il sindaco e l’assessore Lazzarini sono agli arresti domiciliari, mentre il vicesindaco Cozzi, di Forza Italia, si trova in carcere.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip del Tribunale di Busto Arsizio. I tre sono indagati a vario titolo per turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e corruzione elettorale.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA