I LAVORI TERMINERANNO A FINE MESE
“Siamo attenti alle esigenze abitative dei nuclei in difficoltà”

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione di quattro case popolari che saranno assegnate ad altrettante famiglie in stato di bisogno. “Questo è solo il primo step – spiega l’Assessore Musazzi – appena potremo interverremo su altri alloggi”

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sono iniziati negli scorsi giorni i lavori di ristrutturazione di quattro case popolari che saranno assegnate ad altrettante famiglie in stato di bisogno, secondo la graduatoria rinnovata pochi mesi fa. “Non è il primo intervento che facciamo sugli alloggi comunali – sottolinea l’Assessore Valter Musazzi – e i lavori che sono appena partiti interesseranno 2 case situate in via Tovo, una in via P. Colombo e una in via XXIV maggio, con un investimento totale di 38.600 euro più iva. La fine dei lavori è prevista per fine luglio, e successivamente le abitazioni saranno assegnate a nuclei familiari in difficoltà, secondo la graduatoria vigente, che è stata rinnovata di recente; questo è solo il primo step di interventi sulle case popolari, infatti è nostra intenzione, appena vi sarà la disponibilità finanziaria, sistemare altri stabili bisognosi di manutenzione.

Credo che si possa affermare senza dubbio che questo sia un segno della volontà politica della nostra Amministrazione di rispondere in maniera attenta ed efficace alle esigenze abitative delle famiglie in difficoltà, che stanno aspettando di poter ricevere questa risposta concreta ai propri bisogni. Questi lavori, poi, non sono gli unici che stiamo mettendo in atto per risolvere questo tipo di problematiche, alcune iniziative sono già partite, e a breve ne metteremo in campo altre, sempre con l’obbiettivo di risolvere questo tipo di problema. Il prossimo anno, poi, abbiamo intenzione di intervenire su altri alloggi, in maniera tale da garantire a tutti case dignitose”.

“La nostra Amministrazione è molto sensibile al proprio ruolo sociale – commenta il Sindaco Gianni Montano – e da sempre una delle nostre caratteristiche è l’attenzione dimostrata nei confronti delle fasce più deboli. Una delle caratteristiche del nostro paese, poi, è che, grazie alle acquisizioni di chi ci ha preceduto, a cui va il merito di questa scelta lungimirante, non vi sono quartieri o zone “ghetto”, ma gli alloggi sono sparsi su tutto il territorio, permettendo così una massima integrazione del tessuto sociale.

Questo è stato voluto per far sì che le famiglie in stato di bisogno non si sentissero “ghettizzate”, ma fossero perfettamente parte dei diversi quartieri e della loro vita sociale. Inoltre vorrei cogliere l’occasione per sottolineare come, grazie all’importante lavoro dei nostri servizi sociali, le assegnazioni siano svolte con attenzione, per evitare che qualche “furbetto” possa approfittarsene; a questo proposito un grazie da pare di tutta l’Amministrazione va alle assistenti sociali per il grande lavoro che svolgono ogni giorno. Un ringraziamento particolare, poi, va ad un’assistente sociale che nelle scorse settimane è andata in pensione, e che per molti anni ha svolto un attento e prezioso lavoro anche e soprattutto in favore dei minori”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA