Riconoscimenti da Regione Lombardia
Attività storiche, Busto aggiunge dieci negozi

Busto è sempre più “capitale” dei negozi storici in provincia di Varese. Come ogni anno, Regione Lombardia ha individuato e certificato 27 attività commerciali della provincia, dieci di queste sono di Busto Arsizio. La città ha pure il primo e unico distretto storico riconosciuto dalla Regione

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Busto è sempre più “capitale” dei negozi storici in provincia di Varese. Come ogni anno, Regione Lombardia ha individuato e certificato 27 attività commerciali della provincia (198 in tutta la regione), dieci di queste sono di Busto Arsizio.

Dopo Monza e Brianza (con 48 riconoscimenti), Bergamo (con 40 attività certificate) e Brescia (con 28), la provincia di Varese, e Busto in particolare, si confermano terra di attività storiche. Quello che verrà consegnato da Regione Lombardia è un attestato che sostiene tutte le attività storiche e di tradizione, con l’obiettivo di preservare i fattori culturali, sociali, economici e valorizzarne la spiccata identità anche a favore del territorio di appartenenza.

Le attività storiche

Andreella photo (dal 1974), Beautiful Abbigliamento di Valerio Morandin (1966); Carnaghi (1974); Colorificio San Michele (1971); Fioreria Moretti (1969); Fioreria Pinciroli (1972); Locatelli (1963); Panetteria Pasticceria Colombo (1967); Ristorante Mazzini (1969); Sartoria Gianni di Francesca Serra (1970).

Busto ha il “Distretto Storico del Commercio”

L’anno scorso, nella stessa occasione, venne assegnato un altro importante riconoscimento alla città. Il Distretto cittadino fu infatti insignito del titolo di “Distretto storico del commercio”, primo e per ora unico distretto storico riconosciuto dalla Regione.

Copyright @2019