INNOVUUM Srl
Il portale che apre il mercato dell’innovazione!

Il caso e la necessità. L’incontro casuale al bar per un caffè caldo fra due vecchi amici e il desiderio impellente, da parte di uno di loro, di cambiare lavoro. La combinazione di questi due fattori ha fatto nascere, il 2 febbraio 2011, Innovuum Srl.

Luciano Landoni

Gallarate

Pubblicato il:
Il caso e la necessità. L’incontro casuale al bar per un caffè caldo fra due vecchi amici e il desiderio impellente, da parte di uno di loro, di cambiare lavoro. La combinazione di questi due fattori ha fatto nascere, il 2 febbraio 2011, Innovuum Srl. Chiara Cremonesi, 35 anni, stufa di occuparsi di marketing farmaceutico e Fabio Montini, 41 anni, una carriera spesa nel mondo del project management e una forte specializzazione nel campo della formazione, confrontano le rispettive esperienze professionali e scoprono di condividere passione e interesse per la cosiddetta “innovazione aperta”.
Da lì alla fondazione di Innovuum il passo è breve, anzi brevissimo. “È stato proprio così – spiega Chiara – io e Fabio siamo convinti che i percorsi di innovazione tradizionale per le aziende italiane, mediamente di piccola dimensione, siano difficili da percorrere. La ricerca è importante, però è molto costosa e spesso richiede molto tempo.
Allora bisogna escogitare qualcosa di alternativo. Pensiamo che sia opportuno puntare sull’innovazione aperta. Partendo dal proprio contesto e considerando attentamente le proprie esigenze, si tratta di ricercare prodotti e soluzioni innovative fuori dalle mura aziendali. Anche perché di frequente capita di cercare qualcosa che altri, magari in settori affini o anche distanti dal proprio, hanno già scoperto. Gli economisti parlano di glocazione”.

Ossia?
“Si tratta – risponde Fabio Montini – di valorizzare la propria attività imprenditoriale, collocata in un preciso contesto spaziale e operativo, allargandone i confini virtuali attraverso un portale informatico, pensato e strutturato secondo le esigenze specifiche delle piccole industrie italiane e quindi scritto in lingua italiana, che permette di comunicare e interagire con altre realtà, vicine o magari lontane, che fanno parte del grande mercato dell’innovazione. In altre parole, si valorizza il locale inserendolo nel globale. Innovuum in pratica è un portale per il trasferimento dell’innovazione tecnologica aperto a tutte quelle aziende che sentono il bisogno di migliorare il proprio business. Noi diciamo, con un pizzico di enfasi, che tutto questo è… a portata di mouse!”.

Sembra molto facile, forse troppo nel tempo della Grande Crisi?
“Può sembrare un paradosso, ma, in realtà, non è mai stato così facile innovare come ora. Proprio perché c’è il bisogno assoluto di farlo a causa della grave crisi economica che stiamo attraversando. C’è uno stimolo in più. Quello – replica Chiara Cremonesi – della sopravvivenza!”
“Chiara ha ragione. La crisi, in questo senso, può addirittura essere vista come un’opportunità di cambiamento, di innovazione. Il network di relazioni e conoscenze che vengono attivate tramite il portale può permettere di esportare la propria esperienza imprenditoriale in campi magari nemmeno immaginati o che si pensava fossero irraggiungibili.
Così facendo si possono dare e ottenere miglioramenti e spunti innovativi. Il network favorisce le logiche di sistema e il sistema supera le limitazioni della singola impresa. Estendere il tuo progetto innovativo – precisa Fabio Montini – ad altri usi ti permette anche di raccogliere nuove risorse per irrobustire il tuo business. Insomma, le potenzialità del portale e della piattaforma sono notevoli e rappresentano una chiave di accesso al mercato dell’innovazione”.

In concreto, quali sono i risultati?
“Il lavoro di… semina è lungo. Lo sapevamo sin dall’inizio e quindi ce lo aspettavamo. C’è da dire che finora le piccole imprese non hanno ancora risposto in termini significativi. Stiamo lavorando con le grandi imprese e collaboriamo attivamente con Smau, la fiera dell’innovazione. I contatti in corso, prevalentemente fuori dalla provincia di Varese, sono veramente tanti e la nostra convinzione di stare facendo la cosa giusta è assolutamente intatta.
I nostri collaboratori – dicono Chiara e Fabio – ne sono altrettanto certi”.

Imprenditorialmente parlando, Innovuum come… sta in piedi?
“Le aziende innovative, con una tariffa di 450 euro all’anno, pubblicano sul nostro portale la loro scheda operativa e in questo modo attivano la ricerca di partner o la proposta di nuovi percorsi innovativi.
Allo stesso modo, e partendo da tariffe di poco superiori ai 300 euro all’anno, si possono attivare le offerte di innovazione e le richieste di innovazione. Semplice – concludono Chiara e Fabio – e immediato”.
 

l’[email protected]online – 24 aprile 2013

Copyright @2014