RODOLFO COMERIO SRL
La “calandrona” che ha battuto il record dei record

SOLBIATE OLONA – Ci sono aziende industriali talmente abituate a stabilire record produttivi che finiscono per diventare concorrenti di… se stesse. E’ il caso della Rodolfo Comerio Srl di Solbiate Olona, azienda leader mondiale nella progettazione e costruzione di impianti per la calandratura di pvc e gomma (in pratica, dalla materia prima si ricavano film dello spessore di qualche micron).

Luciano Landoni

Solbiate Olona

Pubblicato il:
SOLBIATE OLONA – Ci sono aziende industriali talmente abituate a stabilire record produttivi che finiscono per diventare concorrenti di… se stesse.
E’ il caso della Rodolfo Comerio Srl di Solbiate Olona, azienda leader mondiale nella progettazione e costruzione di impianti per la calandratura di pvc e gomma (in pratica, dalla materia prima si ricavano film dello spessore di qualche micron).
 
Ad agosto era stata presentata una gigantesca calandra a 4 cilindri (ognuno dei quali della larghezza di 5 metri, del diametro di 1 e del peso di 30 tonnellate); a settembre ne è stata presentata un’altra ancora più colossale che di cilindri ne ha addirittura 5.
Una vera e propria “montagna tecnologica” di oltre 200 tonnellate fatta d’acciaio, di circuiti elettronici, di software avanzato e di componentistica ultra sofisticata.
Insomma, il record per la costruzione della calandra più grande del mondo già in possesso della Rodolfo Comerio Srl è stato battuto dalla stessa Rodolfo Comerio Srl con un vero e proprio … record dei record!
La società occupa 85 persone, fattura 49 milioni di euro all’anno (con un roe pari al 91%) ed esporta il 98% del fatturato.
Da notare che gli ordini in carico per il 2017 ammontano già a 45 milioni di euro. Entrambe le due super calandre finiranno in Cina.
Alla faccia della Grande Crisi e del rallentamento del commercio mondiale.
 
Dove sta il “segreto”?
“Questa duplice commessa supera il valore di 10 milioni di euro ed è stata resa possibile dalla combinazione di qualità e prezzo. Per meglio dire: il massimo della qualità e il prezzo più competitivo. Le assicuro che non è facile mettere insieme le due cose!”, risponde Carlo Comerio, 70 anni, 4° generazione imprenditoriale (la Rodolfo Comerio è stata fondata nel 1878), amministratore delegato della società.
“Migliorare costantemente la qualità è il nostro chiodo fisso per poter accontentare i nostri clienti e soddisfare fino in fondo le loro richieste”, aggiunge suo fratello Enrico, 77 anni, presidente dell’azienda.
 
La Rodolfo Comerio è perennemente tesa a conquistare il futuro, senza minimamente adagiarsi sulle “glorie” del presente, tanto è vero che nel 2017 sarà operativo il nuovo “magazzino intelligente” nel quale confluiranno tutte le forniture, ne verrà controllata la conformità e, alla fine, l’assemblaggio degli impianti avverrà nella “vecchia” sede che a sua volta verrà profondamente ristrutturata/riorganizzata.
“Stiamo parlando di un investimento complessivo – precisano i fratelli Carlo ed Enrico Comerio, affiancati dalla 5° generazione: Nicola Fedele, 37 anni, figlioccio di Carlo e responsabile delle vendite e Francesco Fiamminghini, 40 anni, genero di Carlo e responsabile degli acquisti – di circa 5 milioni di euro che ci farà fare un ulteriore salto in avanti e che ci permetterà di allargare la base occupazionale, con l’inserimento di figure professionali particolarmente innovative”.
 
Con i tempi che corrono, un vero e proprio “miracolo” annunciato.
“Di recente, abbiamo stipulato un accordo con il Politecnico di Milano che ci permetterà di poter fare affidamento – spiega Nicola Fedele – sulle migliori ‘menti d’opera’. All’attuale base occupazionale si aggiungeranno come minimo altre 10 unità. La componente umana è sempre stata e sarà sempre fondamentale. In Rodolfo Comerio ne siamo assolutamente convinti”.
“Senza contare l’indotto che la nostra azienda produce sul territorio circostante, stiamo parlando – gli fa eco Carlo Comerio – di centinaia e centinaia di persone che lavorano nelle aziende nostre principali fornitrici”.
Non a caso, i fratelli Comerio, nel corso dell’open house organizzato per presentare la “calandrona”, altrimenti nota come “the queen” (la “regina” di tutte le calandre), hanno voluto che tutta la squadra (sia quella della Rodolfo Comerio, sia quella dei numerosi fornitori) fosse presente.
 
Il sistema economico nazionale continua a dibattersi fra le prospettive di uno sviluppo dello zero virgola qualcosa e quelle di una preoccupante decrescita, come vedete il futuro prossimo venturo?
“Per quanto ci riguarda, prevediamo ‘bel tempo’ per tutto il 2017 – replicano Carlo e Enrico Comerio – e un incremento delle vendite. Soddisfare le esigenze delle clientela attraverso l’alta qualità e i bassi costi resta il nostro obiettivo. Cercheremo di perseguirlo con tutte le nostre energie e ovviamente con l’indispensabile contributo di tutti i nostri collaboratori. L’importante è migliorarsi sempre, senza mai dormire sugli allori!”.
La “ricetta” è chiara, non resta che metterla in pratica: alla Rodolfo Comerio Srl lo fanno un giorno sì e … tutti gli altri pure.
 
 
 

Copyright @2016