IL PD: “MANCA GUIDA IN ASSESSORATI CHIAVE”
“Basta valzer delle poltrone, si torni al voto”

“Busto in balia di tanti problemi, per fare il bene della città non serve una poltrona”, osservano i dem

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Mentre la situazione dei gruppi consiliari è molto dinamica, sul fronte giunta mancano ancora decisioni ufficiali. Uno stallo stigmatizzato dal Partito Democratico, che afferma: “Abbiamo voluto attendere prima di fare questa riflessione, sperando che il valzer delle poltrone finisse, ma ormai dopo oltre due mesi diciamo basta!”.

In una nota sottoscritta da Valentina Verga per il gruppo consiliare e dal segretario cittadino Paolo Pedotti, si legge che negli ultimi due mesi “altro non è successo a Palazzo Gilardoni se non un continuo movimento di consiglieri ed assessori. Gruppi che nascono, altri che si modificano e altri ancora che spariscono, come in un flipper impazzito, il comune denominatore è che tutti reclamano almeno un assessore, se non di più”.

Il risultato è che “quasi metà della maggioranza in Consiglio non rispecchia più l’esito delle elezioni, qualcuno è persino passato serenamente dalla minoranza alla maggioranza con buona pace del voto ricevuto dai cittadini! Per coerenza bisognerebbe tornare al voto e lasciare che siano i cittadini a determinare la composizione del consiglio come è giusto che sia, non esautorare il voto dei bustocchi tra rimpasti e spostamenti vari”.

E ancora: “Non dimentichiamo che intanto la città si trascina senza una guida in assessorati chiave, in balia di numerosi problemi che ogni giorno i cittadini segnalano. Che sia finire una via (pensiamo a via per Lonate che è peggio della fabbrica del Duomo), ascoltare le istanze dei quartieri (pensiamo a Sant’Anna che da due anni reclama attenzione per i disagi del Latinfiexpo), o ancora i dipendenti comunali, per non parlare poi della situazione delle partecipate, tutte da rivedere, e dell’ospedale, a dire poco al collasso. Niente, tutto fermo!”.

“Noi tutti siamo stati votati per lavorare per il bene della nostra città – chiosano gli esponenti del Pd – e per farlo non serve una poltrona, ve lo assicuriamo”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA