PRIMO ACQUISTO DELLA UYBA
“Bazooka” Villani è una nuova farfalla

Francesca Villani è il primo nome nuovo della Unet E-Work Busto Arsizio per la prossima stagione. Arriva da due ottime annate Brescia, l’anno scorso è stata la miglior realizzatrice italiana di posto 4 dell’intero campionato

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Francesca Villani è il primo nome nuovo della Unet E-Work Busto Arsizio per la stagione 2019-2020. La schiacciatrice, 187cm di altezza, nata a Prato il 30 maggio 1995, arriva al Palayamamay da Brescia, dove ha giocato per due anni, nel 2017-18 come principale protagonista della promozione in serie A1 e nel 2018-19, stagione della sua definitiva consacrazione. Nell’anno di esordio nella massima serie ha messo in evidenza tutte le qualità: miglior realizzatrice italiana di posto 4 dell’intero torneo con 309 punti messi a segno in 94 set disputati (di cui 10 ace e 24 muri).

Le ottime prestazioni di “Bazooka” (questo il soprannome pallavolistico dell’atleta, che ne descrive perfettamente le spiccate caratteristiche agonistiche), hanno colpito anche il coach della nazionale Mazzanti che l’ha inserita nel gruppo di lavoro azzurro, già all’opera al Centro Pavesi di Milano.

Nel palmares della schiacciatrice anche la vittoria della Coppa Italia di serie A2 nel 2014.

Le prime parole di Francesca Villani da nuova giocatrice della Uyba: “Avevo diverse opzioni per la prossima stagione, ma le parole e il progetto illustrato dal direttore generale Enzo Barbaro mi hanno assolutamente convinta a scegliere la Uyba. Busto Arsizio è una società in cui tutte le giocatrici sperano di giocare, perché c’è un ambiente familiare, ma al tempo stesso molto professionale: la squadra ideale per lavorare al meglio. Ci arrivo dopo due stagioni positive a Brescia, una società a cui devo molto perché ha creduto in me, mi ha fatto esordire in A1, un campionato molto diverso dalla A2 in cui ho imparato molto: sono felice perché nella stagione appena conclusa sono stata tanto sul taraflex e ho potuto alzare il mio livello di gioco. Ora la Uyba rappresenta per me un altro passo importante: nelle gare giocate quest’anno contro le farfalle sono rimasta impressionata dalla forza del gruppo, che so che rimarrà per la gran parte anche per la prossima stagione, e dalla capacità di divertirsi durante le partite. Non vedo l’ora di poter dare il mio contributo e di giocare al PalaYamamay, un impianto che già emoziona a vederlo da fuori e che dentro è ancora più spettacolare grazie agli splendidi tifosi che lo animano. Quest’estate sarò impegnata con la nazionale: la chiamata di Mazzanti mi riempie di orgoglio, perché non sono tante le giocatrici che riescono a vestire la maglia azzurra. Lavorerò per dare il meglio e per prepararmi alla nuova avventura con la maglia di Busto Arsizio”.

Copyright @2019