Football americano
Blue Storms: a Busto Arsizio si parla con l’accento americano

Sarà lo statunitense Wayne Anderson il nuovo head coach dei Blue Storms. La squadra bustocca si prepara a fare il salto di qualità nella prossima stagione

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Presentati ieri sera, nella sede dell’Antoniana in via Ca’ Bianca, i nuovi programmi e il coaching staff dei Blue Storms, squadra tackle che parteciperà al Campionato italiano di Seconda Divisione di football americano.

La (ormai storica) società bustocca quest’anno spegne la quindicesima candelina e celebra un altro anno di attività agonistica fra qualche grossa novità ed importanti riconferme. Ad introdurre il progetto tecnico è il presidente Fabio Parma: “Anche quest’anno abbiamo superato il traguardo dei cento tesserati fra le varie categorie. Stiamo puntando molto sulle flag (versione senza contatto di questo sport) junior e femminile, categorie che nell’ultimo periodo stanno crescendo di popolarità e godono di un pubblico sempre più ampio. Ci fa molto piacere che un numero sempre maggiore di persone si avvicini e si appassioni a questo sport, questo ci dà ulteriore forza e motivazione per andare avanti”.

Resta però, anche per quest’anno, l’eterno problema della mancanza di strutture adeguate alle esigenze di questo sport. I Blue Storms continueranno a dividersi fra il campo dell’Antoniana per gli allenamenti (impianto che non permette alla squadra di lavorare sulla profondità), quello di Bienate per le partite e quello di Marnate per le flag. Rimane comunque ottimista per una soluzione futura il presidente, che nel frattempo annuncia la riconferma di buona parte del coaching staff, composto da: Marco Paganucci, Roberto Abelli, Alessandro Calabrese, Giovanni Fumarola, Simone San Clemente e Alessio Ravello. Ma la grossa novità di quest’anno riguarda la figura dell’head coach, perché i Blue Storms hanno deciso di fare le cose in grande e di avvolgersi la bandiera a stelle a strisce sulle spalle. Da gennaio a Busto Arsizio si parlerà con l’accento americano, quando l’ormai ex head coach Riccardo ‘acido’ Lo Presti lascerà il posto a coach Wayne Anderson, attualmente impegnato con il Defiance College in Ohio. La società bustocca punta quindi a fare il grande salto di qualità e, come dichiara Marco Paganucci: “Non vogliamo semplicemente partecipare ad un campionato, vogliamo dominarlo”. E chissà se questo possibile salto di qualità non sia proprio il fattore determinante per far ottenere ai Blue Storms le strutture richieste e portare così il football americano a un nuovo livello a Busto, ma anche in Italia.

Copyright @2018