“LA NATURA AIUTA I GIOVANI A SUPERARE PAURE E INSICUREZZE”
Bolognini e Albani lanciano un evento per creare una “coscienza ecologica”

Michael Bolognini, esploratore e grande amante della natura, incontra il consigliere comunale Alessandro Albani. L’obiettivo è creare insieme un evento per i giovani che li aiuti a riscoprire una coscienza ecologica

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Apprendere tutto ciò che la natura può insegnare, è un’esperienza che abitua i bimbi ma anche i giovani e gli adulti a superare le proprie insicurezze e a scoprire il potenziale enorme che ciascuno ha dentro di sé”: è l’insegnamento che Michael Bolognini, esploratore e amante della natura, trasmette ai più piccoli attraverso progetti che hanno coinvolto, anche a Busto, centinaia di ragazzini delle scuole.

Bolognini ha iniziato a praticare sport fin da piccolo e atletica leggera dall’età di 16 anni, vincendo 4 campionati italiani nel lancio del giavellotto. La sua vera passione è però sempre stata quella dell’esplorazione. Negli anni si è avvicinato a realtà come la scuola del Club Alpino Italiano (Cai) e l’European Scuba Agency (ESA), entrando poi a far parte di importanti team internazionali di ricerca e collaborando con enti statali e privati. Oggi è master in tecniche sopravvivenza, istruttore di sport estremi, guida escursionistica e fondatore della Geographical Research Association che segue, da diversi anni, progetti esplorativi internazionali in zone poco conosciute e remote del pianeta come la foresta equatoriale congolese e i ghiacciai andini, ma anche nel territorio italiano come il Placanica Cave Project, dove sono state riportate alla luce grotte turistiche e nuovi siti archeologici. Organizza anche corsi di perfezionamento per guide professioniste e laboratori per Baby Esploratori, cercando di infondere in loro la scintilla per superare le proprie paure ed insicurezze e ha partecipato a note trasmissioni televisive, Mistero Magazine, Mistero Adventure su Italia 1, In Forma con Starbene su Canale 5 e con la Rivista Mondadori Starbene.

In collaborazione con il Parco Alto Milanese, Bolognini porta i più piccoli a vivere una straordinaria avventura nei boschi insegnando loro le tecniche di sopravvivenza ma anche il senso del rispetto e l’importanza del lavoro di squadra. Valori che saranno indispensabili per la loro crescita. “La natura è stata la mia casa, mia migliore amica, ma anche una necessità per la mia vita – spiega Bolognini – Oggi i giovani molto spesso si rifugiano nei gruppi, si affidano alla moda e all’apparire. Non conoscono il rapporto con la natura che è fondamentale, permette di scavare sotto gli strati di paura e risvegliare le proprie capacità”.

L’idea è quella di poter far sperimentare ai giovani sempre più questa opportunità e, così, in collaborazione con il consigliere comunale Alessandro Albani è nata la proposta di creare un evento  per sviluppare una “coscienza ecologica”.

“La nostra società ormai si sta svuotando di valori, i  giovani tendono ad omologarsi in gruppo – evidenzia Albani – l’esperienza di Bolognini mi ha molto colpito perché ci sono le basi per formare una coscienza ecologica attraverso l’amore per la natura ed una maggiore consapevolezza del rispetto per ambiente. Condurre uno stile di vita ecologico consente di diventare adulti più responsabili e consapevoli e di intraprendere un percorso di crescita per confrontarsi con gli altri e se stessi. Oggi i giovani sono omologati al gruppo perché si sentono protetti ma è un contenimento delle paure fittizio, una dipendenza che indebolisce e non permette di sviluppare i propri talenti. Michael mette in pratica con il suo esempio, uno stile di vita sano e salutare e, cosa più importante, dimostra come è possibile, attraverso il rapporto con la natura, dare un senso alla propria vita”.

Copyright @2018