9^ giornata - l'Ardor avanza
Borsanese-Beata: pareggio pirotecnico nel derby. Busto 81 in vetta

La stracittadina bustocca di Seconda Categoria si conclude con un emozionante 3 a 3. Il Busto 81 vince lo scontro al vertice; l'Ardor non sbaglia. Sconfitte Cas, Antoniana e San Marco. A riposo il San Filippo

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le squadre bustocche comprese fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria sono scese in campo per la nona giornata dei campionati dilettantistici; settimo turno invece per la Terza Categoria. La stracittadina bustocca di Seconda Categoria si conclude con un emozionante 3 a 3. Il Busto 81 vince lo scontro al vertice; l’Ardor non sbaglia. Sconfitte Cas, Antoniana e San Marco. Turno di riposo per il San Filippo.

Eccellenza

Alcione Milano-Busto 81: 0-1

Nello scontro al vertice del girone A del campionato di Eccellenza, il Busto 81 di Paolo Crucitti la spunta per 1 a 0 sul campo dell’Alcione Milano, e si gode un’altra settimana da capolista solitaria. La prima frazione di gara pende a favore dei bustocchi, che riescono a procurarsi più occasioni e a passare in vantaggio appena prima dell’intervallo con il calcio di rigore procurato da Torraca e trasformato da Anzano. Nella ripresa il Busto 81 amministra al meglio il vantaggio, fa buona guardia e porta a casa il punteggio pieno.

“Risultato importante. Abbiamo costruito la vittoria con il gioco e con le occasioni nel primo tempo, mentre nel secondo siamo riusciti a portare a casa il risultato soffrendo insieme. Questo girone è estremamente equilibrato, può succedere di tutto, ma il Busto 81 è una squadra altamente competitiva. Chi non parte titolare, specialmente i giovani, poi entra a gara in corso e riesce a fare la differenza: questa è la nostra forza” analizza il direttore tecnico Danilo Vago.

Promozione

Cas-Gorla Maggiore: 0-1

Scivola in casa il Cas di Luciano Cau, che viene sconfitto di misura dal Gorla Maggiore. Sono però i sinaghini a fare la partita e a sfiorare il vantaggio appena 10 minuti dopo in fischio d’inizio con Berton che, in spaccata, non riesce ad arrivare sul cross di Finato. Il Cas continua a creare e, sul finire del primo tempo, Gomaa si vede annullato un gol dal guardalinee per posizione di fuorigioco. Immediatamente dopo, però, è il Gorla a passare in vantaggio con la rete di Callini. Nella ripresa i bustocchi ci provano in tutti i modi, ma nel finale si lasciano prendere dal nervosismo e chiudono i nove uomini per l’espulsione di Caccia (doppio giallo) e Tirelli. I gorlesi resistono fino al triplice fischio e portano a casa i tre punti.

“Abbiamo fatto la partita, eravamo sul pezzo, ma poi abbiamo perso la testa. Nel finale noi eravamo troppo nervosi e i nostri avversari sono stati cinici. Adesso dobbiamo guardare alla prossima partita” evidenzia mister Cau.

Prima Categoria

Folgore Legnano-Antoniana: 5-1

Sul campo della Folgore Legnano, l’Antoniana di Roberto Visentin crolla e viene sconfitta per 5 a 1. A partire meglio, però, sono proprio i bustocchi, che passano in vantaggio con l’incornata di Negri su corner. Ma per i giallorossi le cose si complicano subito dopo, quando A. Ranieri e Gorletta si vedono costretti a lasciare anticipatamente il terreno di gioco causa infortunio. Il pareggio della Folgore non tarda ad arrivare, e poco dopo viene seguito da altri due gol che ribaltano completamente il vantaggio a favore dei legnanesi, che rientrano negli spogliatoi con il punteggio sul 3 a 1. Nella ripresa l’Antoniana fatica e la Folgore ne approfitta per mettere in banca i tre punti, insaccando altri due gol per il definitivo 5 a 1.

“Prima mezz’ora non male, ma è un periodo dove non gira niente a nostro favore: settimana scorsa due espulsi, oggi due infortuni importanti. Sul piano agonistico eravamo presenti, ma la strada si è fatta troppo in salita” commenta mister Visentin.

San Marco-San Michele: 0-1

Continua il periodo nero della San Marco del duo Torretta-Efrem, che incassa la sesta sconfitta consecutiva. Ennesimo match che sa di beffa per i bustocchi, che tengono in mano il pallino del gioco per tutto l’arco dei novanta minuti, ma vengono puniti dalla dura legge del gol. Al San Michele basta infatti un solo cross preciso, arrivato sul finire del primo tempo, per innescare il bomber ospite che mette il pallone alle spalle del numero 1 biancoblù. Nella ripresa i gialloneri di Morazzone reggono agli assalti dei bustocchi e portano a casa i 3 punti con il minimo sindacale.

“Ancora una volta mi trovo a dover commentare una domenica dove facciamo la partita, ma i punti li portano a casa i nostri avversari. Non riusciamo a spiegarci la situazione attuale della classifica, che ci vede ultimi ad un solo punto. In Coppa Lombardia siamo riusciti a passare senza problemi la prima fase e a farci valere anche nella seconda. Dispiace soprattutto per i ragazzi che si meritano molto di più” dichiara mister Efrem.

Seconda Categoria

Borsanese-Beata Giuliana: 3-3

Pareggio pirotecnico nel derby fra Borsanese e Beata Giuliana, che si chiude sul 3 a 3. Non mancano, di certo, le emozioni nel primo tempo. Aprono le danze i biancoazzurri di mister Tomanin, che sfruttano al meglio una sbavatura della retroguardia ospite per pungere con Busatto. La risposta del Beata non si fa attendere, e nel giro di pochi minuti il vantaggio passa a favore dei rossoblù di mister Rossetti, che trovano la via del gol prima con l’incornata di La Vecchia sugli sviluppi di un calcio piazzato, poi con Rizzo che risolve una mischia in area. 2 a 1 per il Beata dopo una ventina di minuti di gioco. Ma i ragazzi di Borsano non ci stanno e, subito dopo, si procurano un calcio di rigore che viene poi trasformato con freddezza da De Michele. Passa un’altra manciata di minuti e Tagliabue prova il tiro da fuori, Borriero para ma non blocca: sulla ribattuta si avventa Busatto, che firma il 3 a 2 per la Borsanese e la sua doppietta personale. Duplice fischio e fine primo tempo. Nella ripresa, anch’essa combattuta ed equilibrata, i ragazzi di mister Rossetti riescono a trovare il guizzo vincente per far cambiare ancora una volta il risultato. Da un calcio di punizione da posizione defilata, Isgrò, dimenticato solo in area, riceve palla, stoppa con il petto e gonfia la rete biancoazzurra per il definitivo 3 a 3.

“Partita equilibrata, un derby corretto e giocato con sportività da entrambe le parti che si è chiuso con un risultato giusto per quello che si è visto in campo. L’aspetto positivo è che abbiamo reagito bene dopo esser passati in svantaggio, quello negativo è che subiamo veramente troppi gol. Dobbiamo lavorare su quest’ultimo aspetto” commenta mister Tomanin.

“Risultato giusto, partita equilibrata, vissuta con un sano agonismo da derby, ma sempre con correttezza. Abbiamo portato a casa un buon punto, rimontare in un derby e su un terreno di gioco reso pesante dalla pioggia non è mai facile” commenta mister Rossetti.

Terza Categoria

Union Oratori Castellanza-Ardor: 0-3

Altra domenica vincente per l’Ardor di Matteo Gastaldello, che si libera dell’Union Oratori Castellanza per 3 a 0. Match già ipotecato nel primo tempo, con il colpo di testa di Blliku dopo il calcio piazzato di Rappa che sblocca il risultato dopo appena 10 minuti. Poco dopo O. Mouchammir trova anche il raddoppio sugli sviluppi della punizione di Franzini. Nella ripresa agli azzurri controllano il match e mettono in cassaforte i tre punti con il tirocross mancino di Blliku, che vale il definitivo 3 a 0 e la sua doppietta personale.

“Contento per il risultato. Ho notato un leggero calo sul piano dell’intensità, forse per ‘colpa’ del turno di riposo di settimana scorsa. Questi sono gli aspetti su cui dobbiamo lavorare per raggiungere i nostri obiettivi” ammette mister Gastaldello.

Turno di riposo per il San Filippo, che ne potrà approfittare per recuperare al meglio dalle fatiche di Coppa Lombardia. I biancorossi di mister Diego De Bernardi hanno infatti affrontato, nella serata di giovedì 31 ottobre, lo Sporting Cesate, vincendo per 2 a 1. Risultato che permette ai bustocchi di volare agli ottavi di finale.

Copyright @2019