SABATO 2 E DOMENICA 3 SETTEMBRE
Borsanese, grande festa per i novant’anni

Due giorni di celebrazioni per il novantesimo dei biancoazzurri di patron Broggi. Al via il sabato, con un quadrangolare tra i giovanissimi di Monza, Novara, Alessandria e Pro Vercelli. Domenica spazio alle benemerenze societarie ed al calcio di “Quarta categoria” per ragazzi disabili

Riccardo Torresan

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Borsanese raggiunge quest’anno l’importante traguardo dei 90 anni di storia, e non mancheranno i festeggiamenti. Patron Achille Broggi, infatti, non ha esitato a preparare una due giorni di celebrazioni al campo sportivo di via Cardinal Ferrari. Si parte sabato 2 settembre, con l’ottava edizione del torneo alla memoria di Carlo De Bernardi (cui è intitolato lo stadio bustocco), bandiera indiscussa della Borsanese cresciuta nelle giovanili biancoazzurre prima di approdare nel grande calcio con le maglie di Udinese (4 presenze in serie A), Cesena, Atalanta, Mantova, Treviso (99 presenze e 32 reti nella serie cadetta, con una Coppa Anglo Italiana in bacheca, per l’ala bustocca col fiuto del gol, spentasi a soli 56 anni per una grave malattia, dopo essersi seduto sulla panchina della sua amata Borsanese.

A partecipare, quest’anno, società importanti come il Monza, l’Alessandria, il Novara e la Pro Vercelli, tutte con le loro categorie “giovanissimi 2004”. Dopo i primi turni in mattinata – a partire dalle 10 – le finali sono previste dalle 15 in avanti, per concludere la giornata con le premiazioni.

Si continua domenica, vero fulcro dell’anniversario. Dopo la messa – in mattinata direttamente al campo – alle 10.45 è in programma la consegna delle benemerenze societarie.

Ex presidenti ed ex capitani che hanno fatto la storia della Borsanese saranno insigniti dei riconoscimenti di fronte ai loro attuali eredi: il ds Marco Barlocco, il capitano-allenatore Davide Tomanin – fresco di matrimonio – ed il secondo allenatore Massimo Banfi.

Nel pomeriggio, invece, il prato dei biancoazzurri ospiterà un triangolare di “Quarta categoria”, il campionato per ragazzi con ritardi cognitivi e difficoltà relazionali.

Grazie allo sforzo organizzativo di Valentina Battistini – conduttrice di Sportitalia e delegata federale – parteciperanno all’evento Fiorentina, Udinese e Genoa. Le tre società di A si sfideranno dalle 15 in avanti, per poi ricevere i premi offerti dalla Delegazione di Legnano della Figc.

La senatrice Laura Bignami, molto legata alla sua città e sempre molto attiva nell’organizzazione di questa tipologia di manifestazioni, ha espresso tutta la sua felicità per la due giorni: “Sono molto contenta e orgogliosa che “Quarta Categoria”, progetto in cui ho creduto sin dall’inizio con Valentina Battistini approdi nella mia terra. “Quarta Categoria” ha toccato molte città in tutta Italia e domenica organizzerà un torneo qui a Busto Arsizio. Io sosterrò, per quanto possibile, Valentina affinché questo progetto coinvolga sempre più regioni e centri abitati a partire da qui, dove spero nasca presto una squadra special che partecipi al torneo. Nel frattempo vi aspetto tutti al campo sportivo, io ci sarò. Nella partita della vita solo se si è uniti e si fa rete allora si vince tutti”.

“Speriamo di lanciare un messaggio – conclude il presidente Broggi – a cui teniamo molto, ossia che il calcio è per tutti. Questo sport deve aggregare, mai escludere, e deve saper superare ogni diversità”.

Copyright @2017

LEGGI ANCHE