Convegno “Comunicazione, marketing e new media” alla LIUC
Quando il brand diventa “super”: i casi di Folletto, Lavazza, Thun e Vaillant

Luciano Landoni

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un appuntamento che è diventato ormai una consuetudine per la LIUC-Università Cattaneo.

Che cosa fa diventare un brand di successo un super-brand di super-successo?

Quest’anno a dare delle indicazioni concrete, nell’ambito del seminario intitolato “Comunicazione, marketing e new media”, sono state invitate quattro autentiche eccellenze aziendali: Folletto, Lavazza, Thun e Vaillant.

Un vero e proprio poker straordinario di esperienze, idee, progetti innovativi, visioni originali.

Il duplice fil rouge che accomuna le quattro imprese è identificabile nell’innovazione continua e nella crescita sostenibile.

Sono 33 i brand che hanno ricevuto lo status di Superbrands 2018 nel corso della cerimonia di assegnazione del prestigioso riconoscimento che può essere considerato l’Oscar delle eccellenze dei marchi.

Aver avuto quattro testimonianze in aula è stata un’occasione di indubbio interesse e curiosità per gli studenti dell’ateneo di Castellanza.

Il convegno è stato introdotto dal professor Andrea Farinet, docente di Economia e gestione delle imprese.

“La profonda trasformazione dei mercati moderni suggerisce un altrettanto profondo ripensamento delle strategie di marketing. L’aumento della scolarizzazione, la persistenza della crisi economica, lo sviluppo dei nuovi canali digitali e dell’e-commerce, impongono – ha detto Farinet –  un cambio di paradigma. Il Socialing è il nuovo approccio etico e digitale ai mercati e ai consumatori. L’evento del 6 novembre sarà una bellissima opportunità di confronto e di dibattito”.

“Dopo gli anni della crisi, è indispensabile rilanciare strategie di lungo periodo incentrate sul valore di marca, andando al di là degli episodi (campagne, promozioni, eventi) per generare percorsi di crescita costruiti su un posizionamento ricco di senso (purpose), chiaro e distintivo per il mercato. Per essere “super” – gli ha fatto eco Sergio Tonfi, docente di Comunicazione aziendale in LIUC e editor di “Superbrands” –  bisogna continuare a ottimizzare i drivers che impattano maggiormente sul valore di brand e cioè l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità sociale. Solo così si può essere riconosciuti Superbrands, marche capaci di andare oltre la normalità, che garantiscono super esperienze gratificanti e proprio per questo sono amate e rispettate dai clienti e i consumatori”.

Dopo il consueto saluto del rettore della LIUC Federico Visconti, si sono succedute le testimonianze dei rappresentanti delle aziende invitate: Laura Favretti, marketing director di Folletto; Carlo Colpo, head of marketing communication di  Lavazza; Francesco Spanedda, brand director di Thun e Marco Basla, head of communication di Vaillant Group Italia.

Copyright @2018