Calcio dilettanti - 4^ giornata
Brilla il San Filippo, Ardor frenato. Sconfitte le altre bustocche

Sorride solo il San Filippo, l'unico team cittadino a giocare fra le mura di casa e a vincere (4 a 0) in questa domenica di campionato. L'Ardor si ferma sullo 0 a 0; zero punti per tutte le altre squadre bustocche

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le squadre bustocche comprese fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria sono scese in campo per la quarta giornata dei campionati dilettantistici; secondo turno invece per la Terza Categoria. Al triplice fischio sorride solo il San Filippo, l’unico team cittadino a giocare fra le mura di casa e a vincere (4 a 0) in questa domenica di campionato. L’Ardor si ferma sullo 0 a 0; zero punti per tutte le altre squadre bustocche.

Eccellenza

Accademia Pavese-Busto 81: 1-0

Domenica amara per il Busto 81, che viene beffato proprio allo scadere dall’Accademia Pavese. Manca il gol, ma non mancano le occasioni ai Tori di mister Crucitti, che interpretano bene la partita e creano pericoli per tutto l’arco dei novanta minuti. I bustocchi reclamano anche per un gol annullato ad Anzano per un presunto fallo precedente di Torraca e per l’atterramento di De Carlo in area di rigore. Nonostante ciò, al novantesimo il risultato è ancora inchiodato sullo 0 a 0. Con i biancorossi riversati in avanti alla ricerca del gol vittoria, il terzino dell’Accademia Pavese spazza il pallone in direzione del proprio attaccante, Grossi, posizionato qualche metro più avanti del cerchio di centrocampo, che lascia rimbalzare il pallone e da oltre 30 metri pesca il jolly con un pallonetto che sfiora la traversa e finisce in rete.

“Il risultato ci lascia con l’amaro in bocca. Abbiamo cercato in tutti i modi di portare a casa i tre punti, ma ci è andata male. Abbiamo fatto la nostra partita e siamo riusciti a creare buone occasioni, c’è tanto rammarico per la beffa a tempo scaduto” commenta il direttore tecnico Danilo Vago.

Promozione

Besnatese-Cas: 4-1

Il Cas di Luciano Cau finisce k.o. in casa di un’ottima Besnatese. A partire meglio sono proprio i sinaghini, che trovano l’1 a 0 con la conclusione da fuori di Berton dopo un’azione ben manovrata dal basso. La formazione di Besnate riacciuffa il pari con uno stacco di testa e poi ribalta il vantaggio con un diagonale preciso dopo un contropiede. Poco dopo, un’altra ripartenza bruciante porta i padroni di casa sul 3 a 1 prima dell’intervallo. Nella seconda frazione di gara il Cas reagisce e sfiora il gol con il colpo di testa di Berton prima e con una bella azione di Gomaa poi, ma senza trovare fortuna. Nel finale, una botta da fuori vale il definitivo 4 a 1 per la Besnatese.

“La Besnatese è una squadra tosta e ben organizzata, ma noi non eravamo al meglio. Abbiamo interpretato male le uscite e a tratti sembravamo giocare col frano a mano tirato, mentre loro andavano a mille. Bisogna dare valore all’avversario, oggi sono stati meglio loro. Adesso ci dobbiamo risollevare” ammette mister Cau.

Prima Categoria

Ispra-Antoniana: 2-0

Si ferma ancora l’Antoniana di Mirko Colombo, che cede il passo all’Ispra, prima della classe a braccetto con la corazzata Solbiatese. Nonostante un discreto primo tempo, un pallone perso in modo ingenuo dai giallorossi costa il gol del vantaggio in favore degli ispresi. I bustocchi provano a farsi vedere in zona offensiva, ma le conclusioni non sono precise. Storia diversa per i padroni di casa, che vengono fermati più volte dai guantoni di Savastano che non può però evitare il 2 a 0 a inizio ripresa.

È un momento difficile, inutile nasconderlo. Abbiamo avuto poche occasioni, siamo imprecisi e non riusciamo a gestire bene il pallone. Stiamo pagando il peso di qualche infortunio di troppo, ma questa non deve essere una scusa” ammette mister Colombo.

Cantello Belfortese-San Marco: 3-1

Beffa per la San Marco del duo Torretta-Efrem, che crea tanto ma esce a mani vuote dal campo del Cantello. Il risultato lo sbloccano i padroni di casa, ma la San Marco reagisce bene, crea gioco e si procura occasioni. La più nitida con un calcio di rigore, che però Turconi sbaglia. Nella ripresa, una palla persa nella propria trequarti dopo un corner respinto costa carissimo ai bustocchi, che incassano il 2 a 0. La risposta biancoblù arriva con Adorisio, che stoppa il pallone, salta due uomini e scarica in rete il gol che dimezza le distanze. La partita si infiamma per qualche minuto, ma nel finale arriva la doccia fredda per i bustocchi: il Cantello mette a segno il 3 a 1 su calcio piazzato, e chiude definitivamente i giochi.

“Risultato bugiardo. Non abbiamo concretizzato la mole di gioco creata e siamo stati puniti su episodi. Ma anche questo fa parte del calcio, noi dobbiamo restare sereni perché la prestazione c’era. Abbiamo preso la strada giusta e i risultati arriveranno” dichiara mister Efrem.

Seconda Categoria

Virtus Cantalupo-Beata Giuliana: 4-1

Domenica da dimenticare per il Beata Giuliana. Il match si apre con un’occasione per Isgrò, ma a passare in vantaggio sono i padroni di casa della Virtus Cantalupo su punizione. I rossoblù recuperano il pari con il gran gol di Machmoum, ma nella ripresa si spegne la lampadina. I bustocchi concedono ingenuamente un calcio di rigore e passano nuovamente in svantaggio. Nei minuti successivi la Virtus cresce ed infila altri due gol ai ragazzi di mister Rossetti. 4 a 1 il risultato finale.

“Abbiamo disputato la nostra peggior partita. Non c’eravamo con la testa, non siamo proprio scesi in campo. Ora dobbiamo solo rimboccarci le maniche e metterci a lavorare. Resettiamo e ripartiamo” commenta mister Rossetti.

Robur-Borsanese: 3-0

Giornata nera anche per la Borsanese di Davide Tomanin. I bustocchi faticano fin da subito e passano in svantaggio con un errore della difesa, che non riesce a mettere in fuorigioco l’attaccante avversario e viene infilata per il gol dell’1 a 0. Nella ripresa i biancoazzurri provano a reagire e sfiorano il gol con lo stacco di testa di Sartori su corner, ma la Robur dimostra di averne di più e risponde insaccando altri due gol per il 3 a 0 finale.

“Abbiamo subito il loro gioco, siamo stati disuniti e ognuno andava per sé. Abbiamo giocato una brutta partita sotto tutti gli aspetti, non c’eravamo proprio. Questa sconfitta deve servirci da lezione, dobbiamo ridimensionarci” ammette mister Tomanin.

Terza Categoria – 2^ giornata di campionato

Angerese-Ardor: 0-0

L’Ardor di Matteo Gastaldello viene frenato sullo 0 a 0 dall’Angerese. I bustocchi faticano nelle battute iniziali di gara, ma crescono col passare dei minuti e mettono più volte in difficoltà la squadra di Angera. Nella ripresa l’Ardor reclama per un gol annullato a Franzini per un presunto fuorigioco. Successivamente Rappa, in posizione invitante, cade; per l’arbitro è simulazione e per l’attaccante bustocco si tratta del secondo giallo e finisce sotto la doccia. Nel finale, un colpo di testa di Gambarotto viene deviato sulla traversa dal portiere locale, che salva lo 0 a 0.

“Siamo stati a tratti imprecisi, abbiamo fatto diversi errori. Ci sono anche stati diversi episodi arbitrali che ci hanno penalizzato, ma questa non deve essere una scusa. Guardiamo avanti” commenta mister Gastaldello.

San Filippo-Orasport Gazzada Schianno: 4-0

Il San Filippo di Diego De Bernardi conferma il suo momento positivo e, dopo la bella vittoria di giovedì nel derby di Coppa che è valsa il passaggio del turno (5 a 4 in casa dell’Ardor), schianta per 4 a 0 l’Orasport Gazzada Schianno. I bustocchi mettono le cose in chiaro fin da subito con la doppietta di M. Terranova che sfrutta nel migliore dei modi gli assist di Segnatin prima e di Sangaletti poi. Nella ripresa arriva il 3 a 0 biancorosso sul calcio di rigore procurato da Di Bartolo e trasformato da Bottini. Chiude i giochi Di Santo, su invito di Fratangelo, che al novantesimo firma il poker.

“Abbiamo giocato bene e siamo sempre stati in pieno controllo della partita. Il gruppo è straordinario, solido e ben compatto, stiamo ottenendo ottimi risultati, come ad esempio in Coppa (dove il San Filippo vanta il primato del miglior attacco della Lombardia con ben 17 gol fatti in 3 partite ndr). È un piacere allenare questi ragazzi”  dichiara mister De Bernardi.

Copyright @2019