SORELLE PICCHIATE PER STRADA
Brugnone (Pd): “La Lega non perde occasione per fare campagna elettorale”

Il consigliere comunale del Pd ribatte al commento della Lega Nord: “Palese che chi commette un reato del genere vada condannato ma è pazzesco come venga strumentalizzato l’accaduto per fare propaganda di odio e paura”

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il commento del vicesindaco Isabella Tovaglieri sull’assurda aggressione alle due sorelle, picchiate senza motivo da un rumeno ubriaco in via Quintino Sella, non è piaciuto a Massimo Brugnone, consigliere comunale del Partito Democratico che ribatte: “La Lega non perde occasione per fare una perpetua campagna elettorale; è palese che chi commette un reato del genere vada condannato ma è pazzesco come la Lega strumentalizzi sempre l’accaduto, come in questo caso, concentrandosi sulla nazionalità di chi compie  il reato e non sul fatto che questo individuo circolasse completamente ubriaco.

Inoltre – sottolinea  Brugnone – la Lega afferma che un bustocco non avrebbe mai compiuto un fatto del genere. Forse dimentica che a Busto ci sono mafiosi che hanno che hanno rapito, ucciso e commesso estorsioni, ci sono casi di violenze sulle donne all’interno delle mura domestiche e sono emersi purtroppo anche abusi sui bambini, di cui si è parlato in un recente convegno con l’assessore Arabini. Un amministratore deve avere attenzione per tutte le vittime di reati e non creare una campagna mediatica su casi come questo solo per fomentare odio e paura”.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA

LEGGI ANCHE