CENTRO DI AIUTO ALLA VITA DI BUSTO
Buone notizie dal Cav, tre mamme decidono di proseguire la gravidanza

Anche nei giorni difficili del Coronavirus, procede l'attività di sostegno del Cav alle future mamme in difficoltà. Nonostante l'emergenza, tre donne hanno deciso di portare a termine la gravidanza e far nascere il loro bimbo

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’emergenza Coronavirus non ha fermato l’attività di assistenza del Cav di Busto Arsizio (Centro Aiuto Alla Vita) a favore delle future mamme. Arrivano buone notizie. Sono tre, in questo periodo delicato, le mamme che hanno deciso di portare a termine la gravidanza.

“Leggendo le testimonianze dei CAV di Alzano Lombardo e Bergamo (su FedervitaNews, organo interno di collegamento tra i Vari Centri di Aiuto e Movimenti per la Vita Lombardi, ndr) noi del CAV di Busto Arsizio non possiamo che farci partecipi della loro sofferenza ed accompagnarli con la nostra preghiera – racconta Giovanna Bizzarri, Vice Presidente del CAV bustocco – Qui la situazione è meno drammatica e, prendendo le necessarie precauzioni, abbiamo continuato la distribuzione di latte, omogeneizzati e buoni spesa, attivandoci anche per la consegna a domicilio.

Non potendo accedere all’Ambulatorio di Ginecologia presso l’Ospedale di Busto Arsizio, abbiamo pubblicizzato sia presso gli operatori dell’Ambulatorio che presso quelli del Consultorio, il numero del cellulare (380-868.7493 CAV Busto A. 800.813.000 SOS Vita) a cui potersi sempre rivolgere. Se certamente potersi incontrare e abbracciare è un’altra cosa – prosegue Bizzarri – anche parlarsi per telefono e mandarsi messaggi e foto, aiuta a superare l’isolamento e lo scoraggiamento: e questo naturalmente vale sia per noi volontarie che per le “nostre” mamme. In questi mesi tre mamme hanno deciso di continuare la gravidanza e se con una di loro c’era già un bel rapporto, per le altre speriamo di incontrarci al più presto.

C’è anche un’altra bella notizia – conclude la Vice Presidente Bizzarri – ed è la gara di solidarietà sorta intorno alle famiglie in difficoltà aiutate dal CAV: sia con gli operatori della Caritas che con quelli della San Vincenzo, è cresciuta la collaborazione ed anche i giovani stanno dando una mano: la figlia di una nostra volontaria, con 3 amiche studentesse come lei, ha organizzato via internet una colletta, per fare la spesa di generi alimentari “freschi” e portarla a casa alle famiglie, inoltre, in 2 supermercati della città, ha lanciato, con grande successo, l’iniziativa “Spesa sospesa” per raccogliere alimenti”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA