RIFIUTI/RISORSE
Buone pratiche

Ne avremmo da dire. Poi ne avremmo da ridire. Quasi a completare un dossier di "cose da fare" e di "cose da rifare", ma serve a nulla.  Ciascuno avrebbe la propria panacea. A parole...

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ne avremmo da dire. Poi ne avremmo da ridire. Quasi a completare un dossier di “cose da fare” e di “cose da rifare“, ma serve a nulla.  Ciascuno avrebbe la propria panacea. A parole. Magari scrivendo su fb come “si usa”, senza però toccare la pratica. Che necessita di buona volontà e magari di pura accondiscendenza di Leggi arcaiche che promettono nulla di buono.

Non mi accodo al “carro osceno” del nulla che va bene. Vorrei ci fossero lodi per le cose buone e critiche costruttive per quelle che non vanno. Un giro per i boschi, in quanti l’hanno fatto? Bene, si provi ad entrare in uno spiazzo verde e comprendere quanti imbecilli si trovano a spasso. Sono quelli che buttano di tutto in una radura che dovrebbe “splendere” di verde rigoglioso e di habitat rispettato. Vado a pensare a una soluzione che vada incontro alla bestialità degli sporcaccioni.

Che fare contro gli sciacalli che imbrattano il bosco? Rispolvero una mia vecchia iniziativa. Offrire a chi porta il “sudiciume” in discarica, un premio. Un tot al chilo, in misura competitiva per un puro lavoro civico che viene remunerato. Mi immagino un bosco pulito, gente che trova un “pretesto” per essere utile, ma pure un incitamento che va sotto il nome di “lavoro civico“. Non per carità, ma per un preciso impegno a favore della collettività.

Basta poco, per attuarlo. Chi porta alla “discarica municipale” il “rifiuto” raccolto nel bosco o nella cantina di casa qualsiasi, riceve un “bonus” (ricevuta) che utilizzerà per riscuotere la relativa risorsa, fatta di soldi s’intende, pronti da incassare appena si presenta la ricevuta in banca.

Ve l’immaginate un bosco pulito? le strade senza imbrattature sui cigli? Le cantine rimesse a nuovo? Mi direte: e chi non ha la pretesa di svolgere questo lavoro? Facile risposta: incaricare chi si offre alla bisogna, lasciandogli in mano la “ricevuta”. Avremmo compiuto una ulteriore “opera sociale”.

Difficile far capire come un “rifiuto” possa diventare “risorsa“…. forse perché la constatazione è troppo facile e di ….facile realizzazione. In Politica, le “cose facili” non interessano. Se poi si aggiunge che in questo modo si risolvono i problemi, si capisce che in troppo bolleranno l’iniziativa in “irrealizzabile”, ma la ….buona creanza risponde “non è vero”. Si può fare e Busto Arsizio, come tutte le città….del mondo sarebbero pulite e veramente a misura d’uomo.

Copyright @2020

DALLE RUBRICHE