Pareggio Antoniana, Beata e Ardor
Busto 81 pari e patta in casa del Verbano. San Filippo a segno

Verbano e Busto 81 si annullano a vicenda nello spareggio per la vetta. Il San Filippo è l'unica bustocca vincente. Pari Antoniana, Beata e Ardor. A mani vuote Cas, San Marco e Borsanese

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Terza giornata del girone di ritorno dei campionati dilettantistici per le squadre bustocche comprese fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria; primo turno invece per la Terza Categoria. Verbano e Busto 81 si annullano a vicenda nello spareggio per la vetta. Il San Filippo è l’unica formazione bustocca a portare a casa i tre punti. Pareggiano Antoniana, Beata e Ardor. A mani vuote Cas, San Marco e Borsanese.

Eccellenza

Verbano-Busto 81: 1-1

Prima e seconda della classe non si fanno male: Verbano e Busto 81 si spartiscono equamente la posta in palio con un pareggio per 1 a 1 che rispecchia pienamente l’equilibrio visto in campo. Tanto agonismo e tanta qualità in questo match, rimasto incerto fino alla fine. Il Verbano prova a fare un passo avanti nel primo tempo con il gol di Malvestio (tapin), ma i Tori di mister Crucitti rimettono le cose a posto nella ripresa con l’incornata di Sorrentino su calcio d’angolo. Al triplice fischio il pareggio accontenta tutti e nessuno: il Verbano continua a guidare la classifica con un solo punto di vantaggio sul Busto 81, ma le inseguitrici (Rhodense, Vogherese e Varesina) restano in agguato.

“È stata una partita proprio bella da vedere. Tanta qualità in campo e risultato incerto fino alla fine. Entrambe le squadre volevano vincere, ma alla fine il pareggio è il risultato più giusto”, ammette Danilo Vago, direttore tecnico Busto 81.

Promozione

Vighignolo-Cas: 1-0

Seconda sconfitta consecutiva per il Cas di Luciano Cau, che cede di misura in casa del Vighignolo. Partita decisamente combattuta ed equilibrata, ricca di occasioni da entrambe le parti. I bustocchi sfiorano il vantaggio per due volte con Berton: l’attaccante sinaghino salta il portiere ma non riesce a depositare in rete da posizione defilata in un primo momento, poi con un diagonale per poco non centra il bersaglio. Verso la metà del secondo tempo il Vighignolo, dopo qualche tentativo non andato a buon fine, trova il gol-partita con Sow. Il Cas prova a recuperare il pari, ma senza fortuna. I sinaghini scivolano così al settimo posto della classifica, a -4 dalla seconda della classe Besnatese e a +2 dal Magenta, decimo.

“Match giocato alla pari e deciso dagli episodi. Le occasioni non sono mancate né da una parte né dall’altra. Nonostante qualche acciacco fra le nostre fila, ce la siamo giocata alla pari con una squadra in salute” commenta mister Cau.

Prima Categoria

Bosto-Antoniana: 2-2

L’Antoniana di Cristian Pavone conquista un prezioso punto in casa del Bosto e lancia un segnale nella lunga rincorsa verso la salvezza. Partono meglio i bustocchi, che passano in vantaggio con un calcio di rigore procurato e trasformato da Saturno. Poco dopo il Bosto pareggia con una pennellata su punizione e il primo tempo si chiude in parità nonostante il brivido per un altro penalty in favore dei giallorossi, sbagliato però da Malatesta. Nella ripresa la compagine di Varese passa avanti con un tapin su una palla respinta da Melchiorre dopo un tiro da fuori. L’Antoniana però non demorde e riesce a riacciuffare il pari grazie ad uno schema su una rimessa laterale finalizzato da Corbetta. 2 a 2 e finale accesissimo, che termina con un gran colpo di testa di Saturno, su cui il portiere locale deve superarsi e compiere un miracolo per togliere il pallone dall’incrocio dei pali.

“Peccato perché per le occasioni che abbiamo avuto meritavamo qualcosina in più, ci è mancato anche oggi un pizzico di fortuna sotto porta. Nel girone di ritorno siamo sempre riusciti a mettere in campo delle buone prestazioni, siamo su una buona strada, restiamo positivi” commenta mister Pavone.

Ispra-San Marco: 1-0

Dopo i sette risultati utili consecutivi, la striscia positiva della San Marco del duo Torretta-Efrem si arresta ad Ispra, dove la formazione locale si impone per 1 a 0 e conserva il terzo posto in classifica. Inizio di gara a favore della squadra lacustre, che riesce a fare più gioco e a passare in vantaggio sugli sviluppi un calcio d’angolo grazie allo stacco di testa di Gaballo. I biancoblù però non mollano mai la presa e accarezzano l’illusione del pareggio con un gol in mischia nel finale, ma il direttore di gara annulla per un fallo sul portiere.

“Siamo rimasti abbastanza ordinati contro una squadra che è terza in classifica, la prestazione è buona. Potevamo sfruttare meglio qualche episodio da palla ferma, ma adesso dobbiamo già pensare alla prossima partita: ci aspetta lo scontro diretto con il Cantello, dobbiamo per forza vincere per svoltare la nostra classifica” ricorda mister Efrem.

Seconda Categoria

Robur-Beata Giuliana: 0-0

Termina a reti bianche il match fra Robur e Beata Giuliana. Pochi sussulti in questa partita combattuta ed equilibrata. Il primo tempo pende leggermente a favore dei legnanesi, la ripresa invece è dei ragazzi di mister Casola, che si procurano l’occasione più clamorosa del match – a pochi minuti dalla fine – con la traversa colpita da Rizzo da buonissima posizione per colpa di un rimbalzo maligno del pallone.

“Partita molto lottata su un campo in pessime condizioni. Ultimamente sto vedendo dei segnali molto positivi: se riusciamo giocare al massimo delle nostre potenzialità possiamo toglierci delle belle soddisfazioni, ma finché rimaniamo in piena bagarre playout il discorso è diverso, anche perché entra in gioco l’aspetto psicologico” analizza mister Casola.

Villa Cortese-Borsanese: 3-0

La Borsanese di Davide Tomanin perde in casa del Villa Cortese, secondo della classe. Resta, però, tanto rammarico per i bustocchi, che hanno giocato per più di un’ora in superiorità numerica a causa di un’espulsione fra le fila della formazione locale (che ha anche rischiato di rimanere in 9 per un bruttissimo intervento, sanzionato solo con il cartellino giallo). I ragazzi di mister Tomanin si procurano diverse occasioni, le più nitide sono la traversa colpita da Rossoni di testa e la spaccata di Pozzi, che per un soffio non riesce a spingere in rete il cross di Busatto. Il Villa Cortese sblocca il risultato solo a metà ripresa in mischia e subito dopo firma il raddoppio; i bustocchi reclamano un fuorigioco in entrambe le occasioni. Bustocchi che non si arrendono e provano a rientrare in partita prima con Carrozza e poi con Buzzato, ma la fortuna non è dalla loro parte. Succede così che nel finale arriva un’altra rete gialloblù che ferma il risultato sul definitivo 3 a 0.

“Alla bruttissima prova di settimana scorsa i ragazzi hanno dato una buona risposta sotto il punto di vista caratteriale. Oggi ho visto la giusta mentalità in campo e pochi errori, resto fiducioso per quanto ho visto oggi. Il risultato è bugiardo e viziato da alcuni errori arbitrali: a fine partita il direttore di gara si è pure scusato, noi però usciamo senza punti” dichiara mister Tomanin.

Terza Categoria

San Filippo-Union Oratori Castellanza: 3-2

Inizia nel migliore dei modi il 2020 del San Filippo, che nella prima gara del girone di ritorno supera per 3 a 2 l’Union Oratori Castellanza. Gli uomini di mister Diego De Bernardi mettono subito in discesa la partita segnando 3 reti nel primo tempo grazie a bomber M. Terranova, che apre le danze con un tapin dopo la spizzata di Bottini, poi fotocopia il primo gol e firma il raddoppio ed infine incorna di testa la rete del 3 a 0 sul corner battuto da Sangaletti. Le occasioni per calare il poker non mancano, ma il punteggio resta invariato fino all’inizio del secondo tempo quando, invece, sono i castellanzesi a pungere, e riaprono il match grazie ad un calcio di rigore e ad una zampata vincente in mischia dopo un batti e ribatti. Il San Filippo, però, non si fa beffare e porta a casa i primi 3 punti dell’anno, conservando il secondo posto a -2 dalla capolista Marnate.

“Dobbiamo imparare a sbagliare di meno e a chiudere definitivamente le partite. Vorrei evidenziare l’ottima partita di Montagner e l’esordio molto positivo di Rosarno (portiere), è stato chiamato in causa nell’ultimo quarto d’ora a seguito dell’infortunio Pozzi e ha risposto con personalità” sottolinea mister De Bernardi.

Sumirago Boys-Ardor: 0-0

Si chiude a reti inviolate il match fra Ardor e Sumirago Boys, rispettivamente quarta e sesta forza del campionato. L’ago della bilancia pende leggermente a favore dei bustocchi di mister Matteo Gastadello, che si rendono pericolosi grazie alle incursioni di Cognetto, fermato in extremis dal difensore locale, e di O. Mouchammir, che di poco non inquadra il bersaglio da posizione defilata. Poche altre emozioni fino al triplice fischio. Le due squadre si portano a casa un punto per parte.

“Prestazione non perfetta, bisogna essere più cinici e dobbiamo dare di più tutti insieme. Se dovessi dare un voto complessivo alla mia squadra, oggi sarebbe un 5 o un 5,5. So che possiamo fare molto meglio” ammette mister Gastaldello.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA