LA DOMENICA DEL CALCIO DILETTANTI
Busto 81, che rimonta! Fanno festa anche Beata e San Filippo

Remuntada incredibile del Busto 81 contro la Varesina, secondo centro consecutivo per il Beata. Trova la gioia anche il San Filippo, mentre l'Antoniana rimedia un pareggio amaro. Inciampano San Marco, Cas, Borsanese e Ardor

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Di nuovo in campo per una seconda interessantissima giornata dei campionati dilettantistici provinciali e regionali. In questa domenica ancora calda, ma nuvolosa, non sono mancati i colpi di scena che hanno infiammato le tifoserie bustocche.

Eccellenza

Busto 81-Varesina: 4-3

Memorabile il debutto del Busto 81 di Danilo Tricarico nel nuovo stadio. A presentarsi sul prato del “Chinetti” di Solbiate Arno è proprio la Varesina, fresca di ricorso per la riammissione in serie D bocciato dal TAR nel pomeriggio di venerdì. Il big-match si apre con gli ospiti che si sfogano sul campo e si rendono autori di una partenza bruciante che mette alle corde il Busto 81 di Danilo Tricarico. Tre schiaffi uno dietro l’altro: al 2′ con Broggi, poi con Cargiolli all’8′ ed al 14′ con Franzese. Ma i bustocchi – che per l’occasione indossano la storica divisa biancorossa – non si perdono d’animo. Scatta qualcosa nella testa dei tori, e la reazione d’orgoglio non si fa attendere: è Bisceglie a lanciare il primo acuto al 29′, seguito da Castagna, che riapre la partita al 36′. I bustocchi prendono fiducia e non si perdono d’animo neanche quando bomber Palumbo al 42′ fallisce il rigore del possibile pareggio. L’appuntamento con il gol è solamente una questione da rimandare al secondo tempo. A inizio ripresa, infatti, il Busto 81 riesce a riacciuffare il risultato con la doppietta di Castagna al 53′, un pareggio che dopo i primissimi minuti di gara sembrava roba da fantascienza. I biancorossi non si accontentano e ribaltano la Varesina con la rete di Shullani giunta a cinque minuti dal triplice fischio; una rete che fa esplodere la tifoseria di casa. Una prova di forza per i bustocchi di patron Galli, che mostrano grande carattere, unito a qualità ed intraprendenza. Siamo solo alla seconda giornata, ma questo Busto 81 fa già sognare.

“Abbiamo visto una partita rocambolesca e ricca di emozioni – commenta Giorgio Tomasini, Team Manager del Busto 81 – dopo un inizio di partita sottotono la reazione d’orgoglio dei ragazzi è stata formidabile”.

Prima Categoria

Luino Maccagno-Antoniana: 1-1

Gioca bene l’Antoniana di Giovanni Canestrale, che riesce subito ad imporre il suo gioco ai padroni di casa, portandosi in vantaggio al 25′ con Macchi e poi procurandosi diverse palle gol, prima che il direttore di gara rimandi le squadre negli spogliatoi. Anche il secondo tempo vede dominare i giallorossi, che però non riescono mai a chiudere la partita. Arriva così la beffa al 70′, quando la presa del portiere bustocco su una palla alta non si rivela perfetta, il Luino non si lascia pregare e nega la gioia di una meritata vittoria ai ragazzi di mister Canestrale.

“Un peccato non portare a casa i tre punti in queste partite – rivela mister Canestrale – ma la prestazione è stata molto buona. Sono sicuro che i risultati arriveranno”.

San Marco-Gorla Maggiore: 2-3

Parte arrembante la San Marco di Paolo Marchiorato, che sblocca subito la partita con Migliore dal dischetto nelle fasi iniziali di gara (5′ pt). Col passare del tempo, però, emergono le grandi qualità individuali del Gorla Maggiore che riesce a ribaltare il risultato e a portarsi sul 2 a 1. Solo a questo punto i leoni alati riescono a riprendere in mano il gioco, arrivando a pareggiare il risultato con Gallo. Ma ancora una volta la San Marco è vittima della dura legge del 90esimo, ed arriva la beffa su una punizione rocambolesca.

Commenta mister Marchiorato: “Nessuna delle due squadre è riuscita a giocare un buon calcio, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Un peccato subire ancora una volta la beffa all’ultimo minuto”.

Valceresio-Cas: 5-0

Giornata amara per il Cas di Luciano Cau, che va sotto dopo mezz’ora di gioco e dopo pochi minuti si divora l’occasione del pareggio con Cavaleri. I sinaghini hanno una buona reazione, ma verso la metà di gara arrivano due tegole: prima il gol su calcio d’angolo del Valceresio, poi l’espulsione di Cavaleri. Il Cas accusa il colpo, la squadra alza il baricentro in un disperato tentativo di riaprire la partita, ma soffre le terribili ripartenze dei padroni di casa che puniscono per altre tre volte la difesa bustocca nel finale di partita, timbrando un pesante 5 a 0.

“Siamo rimasti vivi fino all’inizio del secondo tempo – confessa mister Cau – ma il secondo gol e l’espulsione ci hanno tagliato le gambe”.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Città di Samarate: 3-1

Secondo centro consecutivo per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti. La partita si mette subito bene per i bustocchi, che al 25′ si procurano un rigore che viene prontamente trasformato da Ciuciu. I rossoblù riescono quindi a prendere le redini del gioco e, nel secondo tempo arriva il raddoppio sempre ad opera del solito Ciuciu al 70′, ma la gioia del doppio vantaggio dura solo due giri d’orologio, quanto basta al Samarate per insaccare il gol che rimette il punteggio in bilico. Il Beata soffre l’assalto finale del Samarate, fino a quando Izzo non fa la voce grossa e firma il definitivo 3 a 1.

“Abbiamo espresso un buon gioco, ma non siamo riusciti a chiudere la partita ed abbiamo sofferto nel finale” dichiara mister Rossetti

Borsanese-Bienate Magnago: 1-3

Cade in casa la Borsanese di Davide Tomanin. A passare per primi sono gli ospiti, ma arriva la risposta di Di Bella verso la fine del primo tempo. La bilancia della partita, che resta in equilibrio fino all’inizio della ripresa, inizia inesorabilmente a pendere a favore del Bienate Magnago quando i biancoazzurri iniziano ad accusare un calo fisico che si riflette inevitabilmente sulla prestazione. I bustocchi subiscono così altre due reti che chiudono la partita sul 3 a 1.

“Abbiamo subito un calo fisico nel secondo tempo che si è riflesso inevitabilmente sulla prestazione – rivela mister Tomanin – adesso bisogna guardare avanti”.

Terza Categoria

San Luigi Pogliano-San Filippo: 0-2

Domenica decisamente positiva per il San Filippo di Diego De Bernardi, che riesce a dominare sul campo del San Luigi Pogliano ed a strappare i primi tre punti stagionali con un’ottima prestazione, condita da un gol per tempo prima con Terranova, poi con Zoumbare e da una sensazione di controllo del gioco durata per tutti i 90 minuti.

“Siamo molto felici per la vittoria, i ragazzi hanno lavorato duro durante la settimana e siamo riusciti a portare a casa un risultato meritato” commenta mister De Bernardi.

Villa Cortese-Ardor: 4-2

L’Ardor di Matteo Gastaldello paga la stanchezza dopo la grande prestazione nel turno infrasettimanale di coppa. Dopo un inizio scoppiettante con due reti segnate da Amachie per gli azzurrini primi cinque minuti, alle quali risponde immediatamente il Villa Cortese dimezzando lo svantaggio, la giovane squadra bustocca inizia a pagare l’inesperienza nella gestione della partita. I padroni di casa riportano in equilibrio il punteggio al 28′ e poi pungono su rigore al 34′, l’Ardor accusa il colpo, ma è costretto a mollare definitivamente la presa solo negli ultimi dieci minuti, quando il Villa Cortese affonda il definitivo 4 a 2.

Si esprime così mister Gastaldello: “Abbiamo pagato cara l’inesperienza, la squadra è molto giovane e su certe situazioni di gioco ci manca ancora quel pizzico di malizia”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA