PARI PER BEATA E BORSANESE
Il Busto 81 stecca l’acuto col Legnano. A segno l’Ardor

Nell'ultima di campionato, il Busto 81 si fa sorprendere dal Legnano, ma va direttamente alla finale playoff saltando la prima fase. L'Ardor vince, mentre Beata e Borsanese pareggiano

GioGara

Riccardo Torresan

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ci siamo. L’ultima giornata di campionato, il traguardo ultimo in cui ogni obiettivo, speranza, ambizione arriva a definirsi, è finalmente realtà. Tutte le bustocche hanno lottato duramente per un intero anno, e arrivano all’ultimo atto con tante emozioni sulle spalle. E tutto, come nel migliore dei finali, si concentra negli ultimi 90 minuti, fino a quel triplice fischio che sancisce la fine di un percorso e – chissà – l’inizio di uno nuovo.

Eccellenza

Busto 81-Legnano: 1-2

Manca proprio sul finale l’acuto del Busto 81, che rimedia una sconfitta di misura contro il Legnano, seguito ad Olgiate dai soliti fedelissimi. In una partita dai tratti altalenanti, con l’orecchio rivolto inevitabilmente al campo di Lodi dove si consumava un’altalena di emozioni con la capolista sotto di due reti, ai biancorossi di Danilo Tricarico sembra mancare l’aggressività del resto della stagione. Così, i lilla di Paolo Tomasoni riescono a portarsi, con un gol per tempo di Grosso e Crea, sul 2-0. La ripresa vede i tori cercare qualcosa in più, e trovare il gol con Scapinello al 30′ st. La reazione, però, non basta a togliere i bustocchi dal baratro, condannandoli alla sconfitta. Nel frattempo, il Cavenago Fanfulla supera in rimonta da 0-2 a 3-2 il Sancolombano, laureandosi campione d’Eccellenza e garantendosi la promozione.

Per il Busto 81, invece, si apre la strada dei playoff. Tuttavia, dati i 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica (il Fenegrò, fermato 2-2 dalla Castellanzese di Palazzi con tanto di post-partita incandescente) i biancorossi salteranno la prima fase interna al proprio girone. Ciò significa che rivedremo i tori in azione il 20 maggio, nello scontro con la vincente del girone piemontese. Già adesso, i bustocchi sono alti nella graduatoria per i ripescaggi della Serie D, ma una vittoria il 20 maggio potrebbe far poggiare davvero un piede nella categoria superiore.

“Peccato per la controprestazione di oggi – commenta il ds Carmine Gorrasima daremo tutto per vincere nei playoff e guadagnarci la Serie D”.

Seconda categoria

Robur-Beata Giuliana: 1-1

La partita finale del Beata riassume perfettamente pregi e limiti dell’intero campionato. Nel primo tempo, le due formazioni si equivalgono, salvo una maggiore prontezza dei padroni di casa, che insaccano l’unica occasione avuta e tornano negli spogliatoi in vantaggio. Nella ripresa, invece, ii rossoblù di Alfredo Rossetti si fanno più aggressivi. Dopo appena 5 minuti si procurano un rigore, fallendolo, ma all’8′ st ci pensa Zumbare a rimediare, trovando il gol del pareggio. Il resto della ripresa è un continuo forcing dei bustocchi, che però soffrono una endemica mancanza di precisione e concretezza sotto porta.

“La scarsa capacità di finalizzare – spiega l’allenatore – è stato un po’ il leitmotiv di tutta la nostra annata. Con al costruzione ci siamo, dovremo lavorare per trarne i giusti frutti”.

Gorla Minore-Borsanese: 3-3

Pareggio con tanti gol per la Borsanese, che chiude la propria stagione con una bella prestazione contro una squadra più quotata. Il primo tempo scorre a reti inviolate, finché il Gorla trova il varco al 40′ per portarsi in vantaggio. La risposta dei biancoazzurri, però, è fulminea: Castellotti, al 45′ pt, insacca l’1-1 e manda tutti negli spogliatoi. La ripresa si apre di nuovo con il vantaggio del Gorla (che sbaglia anche un rigore), e ancora con una grande reazione dei bustocchi di Davide Tomanin. Al 20′ st è Colombo a trovare il gol, e subito dopo il vantaggio arriva con De Michele. Non passano neanche 5 minuti che il Gorla piazza la zampata del 3-3, congelando così il risultato finale.

“Abbiamo giocato senza pensieri – commenta il mister – e senza obblighi di risultato. Forse loro si aspettavano una squadra più rassegnata, noi invece siamo sempre stati in partita”.

Terza categoria

Vergherese-Ardor: 1-2

Chiude con una bella vittoria l’Ardor di Fabio Colombo, che trova in parte le risposte che cercava. Gli azzurri partono da subito col piglio giusto, dimostrando superiorità nella costruzione di gioco. Dopo un primo tempo controllato ma sterile, il secondo si apre con il gol dell’1-0 firmato Vasile (10′ st), che rilancia l’azione ardorina. Al 30′ st, infatti, arriva il raddoppio di Magister, che mette in sicurezza il risultato. Solo nel finale la Vergherese trova il gol che dimezza lo svantaggio, ma alla fine i 3 punti in palio vanno ai bustocchi.

“Oggi posso dirmi soddisfatto – spiega il mister – perché abbiamo avuto una bella reazione d’orgoglio dopo un campionato non sempre facile. Bravi i ragazzi, che ci hanno messo tutto l’impegno possibile”.

Anche l’Ardor non lascia definitivamente le scene. Infatti, rivedremo Fabio Colombo e compagni in campo domenica 6 maggio, per recuperare la giornata del 4 marzo, rinviata a causa dell’eccezionale nevicata.

Copyright @2018