L’ENTUSIAMO DELL’AMMINISTRAZIONE IN VISTA DELLA FINALE
“Busto C’EV! Siamo la casa della pallavolo”

Le farfalle della Yamamay E-Work incontreranno la squadra rumena del CSM Volei Alba Blaj per l’atto conclusivo della seconda competizione europea. “Per la terza volta Busto potrebbe essere sul tetto dell’Europa”, è l'auspicio di Gigi Farioli alla presentazione della partita a Palazzo Gilardoni

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Oggi Busto Arsizio è la casa della pallavolo. Busto C’è. O Per meglio dire, Busto C’EV. Questa ‘V’ speriamo si coniughi con la vittoria”. È incontenibile l’entusiasmo di Gigi Farioli, assessore allo Sport, in vista dell’attesa finale di ritorno (dopo il brillante 3-0 dell’andata) della CEV Volleyball Cup 2019 che si disputerà martedì 26 marzo alle 20,30 al PalaYamamay.

Le farfalle della Yamamay E-Work incontreranno la squadra rumena del CSM Volei Alba Blaj per l’atto conclusivo della seconda competizione europea. “Per la terza volta Busto potrebbe essere sul tetto dell’Europa”, auspica Farioli alla presentazione della finale a Palazzo Gilardoni.

“Sono orgoglioso che il nome di Busto Arsizio sia associato a questa bellissima impresa sportiva. Mi congratulo con il dirigente e le giocatrici per questo ennesimo risultato. Comunque vada sarà un successo. Grazie per l’impegno che ci mettete, perché fate sempre fare bella figura alla nostra città”, osserva il sindaco Emanuele Antonelli che non potrà assistere personalmente alla finale, perché  impegnato col bilancio in consiglio comunale, ma si terrà costantemente informato sul risultato.

La squadra potrà contare però sul tifo caloroso dell’assessore Farioli che sarà presente a bordo campo: “Speriamo si suggelli un bilancio positivo. Ho ricordi entusiasmanti della consegna della Coppa nel 2012, in uno scenario del Palayamamay stracolmo. Mi auguro si ripeta anche martedì perché questo è un evento che appartiene non solo alla pallavolo ma a tutta la città”.

Giuseppe Pirola, presidente della Uyba, ringrazia per questa gioia condivisa con tutta la città (“Non capita sempre di poter vivere una finale europea”) e consegna al sindaco Antonelli un “cadeau” ricevuto dal sindaco di Alba Blaj. In rappresentanza del Coni, il delegato Marco Riva sottolinea: “La Uyba regala tante emozioni, conosco bene il lavoro del  presidente Pirola fatto di competenza, esperienza e passione. Complimenti alle giocatrici e allo staff”. Grande soddisfazione anche per il presidente dell’Assb, Massimo Tosi: “Siamo orgogliosi di questo traguardo”. “La Uyba è un modello, il gruppo è giovane ed ha prospettive di crescita”, aggiunge il coach Marco Mencarelli.

È intervenuta alla presentazione Alessia Gennari, capitana della Uyba: “Sono arrivata a Busto dopo aver fatto esperienze in altre città. Sognavo di venire qui – racconta – è la mia seconda casa. La società ci permette di lavorare bene e sono davvero onorata di rappresentare questa squadra, uno dei più bei gruppi in cui abbia giocato. Sia nelle difficoltà che nelle gioie mi sono sentita parte di questa famiglia e sono molto fiera del mio team”. Parole che emozionano il sindaco Antonelli, perché “sgorgano direttamente dal cuore”, e ancora di più, l’assessore Farioli che afferma: “Abbiamo l’orgoglio di poter dire che stiamo rappresentando un campionato eccellente. Dobbiamo fare in modo che l’ultimo miglio ci porti al successo”.

Busto Arsizio è sempre di più città dello sport: “La differenza la fanno gli impianti sportivi su cui Busto, anche nelle precedenti amministrazioni, ha sempre puntato – commenta il sindaco a margine della presentazione -. Attirano le società giuste perché noi li abbiamo sempre mantenuti bene, anche in tempi in cui gli enti locali non hanno soldi da spendere. Questo è il vantaggio che ci contraddistingue rispetto ad altri Comuni”.

Copyright @2019