11 NOVEMBRE. IN CONTEMPORANEA BLOCCO DEL TRAFFICO
Busto corre verso la Maratonina: domenica c’è l’edizione numero 27

Tutto pronto per la Maratonina in programma domenica 11 novembre. L’organizzazione è, come sempre, a cura dell’Atletica San Marco. Oltre 1.500 gli iscritti finora. Tra le novità, la collaborazione con le scuole e la “Casa di Chiara”

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Non abbiamo velleità di essere la New York italiana. Ma questa sfida, di anno in anno, segna un successo sempre crescente”. Così l’assessore allo Sport, Gigi Farioli presenta la Maratonina di Busto numero 27 che si terrà domenica 11 novembre, portando in città come sempre un gran numero di runner che percorreranno le vie e i quartieri. In contemporanea, dalle 9 alle 13, si affiancherà alla manifestazione la “mattinata ecologica” organizzata dall’assessorato all’Ambiente, con il blocco totale delle vie interessate dalla competizione.

La Maratonina è organizzata dall’Atletica San Marco: “Sono molto orgoglioso di questo sforzo organizzativo. Lungo il percorso saranno dislocati 300 volontari”, ha sottolineato il presidente Antonio Apolonio, presente con Massimo Tosi dell’Assb e con il consigliere comunale e “runner” Roberto Ghidotti alla conferenza stampa di presentazione della ventisettesima edizione.

La Maratonina di domenica prossima sarà valida come Campionato Provinciale Fidal 2018 di Mezza Maratona Master maschile e femminile. Oltre alla mezza competitiva ed alla “storica e classica” non competitiva breve sui 9,2 km, quest’anno sarà confermata anche la non competitiva lunga denominata “La Ventuno di Busto”, sulla distanza dei 21 km circa. A tutti i finisher delle due gare lunghe sarà consegnata la medaglia commemorativa, rivisitata e ridisegnata dalla giovane Sara Battistella.

Gli iscritti, attualmente, sono 1.505. Entro giovedì sera si chiuderanno le iscrizioni sul sito, ma sarà ancora possibile partecipare e iscriversi direttamente domenica mattina. I pettorali e i pacchi gara si potranno ritirare al “Village” presso il PalaCastiglioni (palazzetto di via Ariosto), sabato pomeriggio dalle ore 15 alle 19 e domenica dalle 7 alle 9.

IL PERCORSO. La partenza di tutte le competizioni avverrà in viale  Cadorna, nella zona antistante i Molini Marzoli dalle ore 9.30. La Maratonina attraverserà tutta la città, toccando ben 10 quartieri su 13: Frati, Sant’Edoardo, Santa Croce, Borsano, Sacconago, San Michele, Redentore, Beata Giuliana, San Giuseppe, San Giovanni. I primi chilometri si snoderanno sui grandi viali: Cadorna, Virgilio e Boccaccio, fino a Borsano dove gli atleti costeggeranno il Campone, dirigendosi verso viale Bienate. Il percorso (dopo il ristoro posto di fronte al Cimitero di Sacconago) continuerà in zona industriale, nella pista di atletica, poi dalla rotonda di via Magenta verso San Michele fino a Beata Giuliana. La seconda parte dell’anello toccherà viale Stelvio, via Bellini e via Zappellini, poi si passerà davanti al Comune e nella centralissima via Milano dove due ali di folla accoglieranno gli atleti negli ultimi chilometri del percorso. Arrivo al Palazzetto dello Sport in via Ugo Foscolo. “Ci auguriamo che sia una manifestazione sempre più partecipata, anche da quella parte dei cittadini di Busto, che di solito mal tollerano i disagi al traffico”, ha evidenziato Ghidotti.

LE SCUOLE E LA CASA DI CHIARA. Tra le sorprese di questa edizione, una nuova competizione, dedicata ai più piccoli e precisamente ai ragazzi che frequentano la prima media. In collaborazione con l’associazione “La casa di Chiara” e le scuole della città, verrà infatti organizzata una staffetta di 42 atleti che correranno 500 metri ciascuno. Presenti gli istituti Bertacchi, Pertini, Bossi, De Amicis e Costamagna.

Quasi cento i ragazzi coinvolti. “Abbiamo realizzato un sogno, è l’edizione numero zero perché si tratta di un’iniziativa che proseguirà anche in futuro – spiega Marco Cirigliano, papà di Chiara – i ragazzini saranno coordinati da alcuni responsabili della Casa di Chiara. Tutti riceveranno il cappellino della nostra associazione”. Felice anche l’assessore Farioli: “Abbiamo creato un ponte tra sport, agonismo, educazione e scuole”.

Tra le novità anche la presenza dei  maratonabili: un gruppo di runner, maratoneti, semplici appassionati pronti a prestare le gambe a chi non può correre in autonomia perché costretto a vivere su una sedia a rotelle. Come sempre prosegue la collaborazione con Radio Deejay: i volontari dell’Atletica San Marco, sempre presenti e di aiuto nell’organizzazione della Deejay Ten, in occasione della Maratonina avranno a disposizione una cinquantina di “music zone”, casse acustiche e auto tuning.

Copyright @2018