DOPO IL RIMPASTO DI GIUNTA
Busto Grande lascia la maggioranza

Attraverso una dura nota stampa, la lista civica - rappresentata in consiglio comunale da Matteo Tosi - annuncia l'uscita dalla maggioranza: "In assise voteremo come crediamo"

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Lega Nord in grandissima difficoltà – Forza Italia piglia tutto – Lista Antonelli serva-sciocca,
Questi sono i 3 assiomi che hanno composto la giunta. Null’altro, se non un Sindaco volutamente passivo che, forse non rendendosene conto, così disconosce il primo anno amministrativo, a onor del vero più che soddisfacente.

Perché sono stati spacchettati degli assessorati che avevano dato buoni risultati, se non per il volere ingordo di alcuni uomini di partito? Qualcuno dovrà renderne conto. Noi abbiamo sempre difeso il lavoro di questa amministrazione, ma ora, guardando la nuova giunta, ci viene da pensare che il Primo Cittadino stesso abbia giudicato negativamente l’operato di diversi suoi assessori, tranne Alessandro Chiesa, Isabella Tovaglieri, e in parte Max Rogora. Quindi, il nostro metro di giudizio è ben diverso da quello del Sindaco.

Qualcuno obietterà che il nostro scoramento deriva solo dal non avere avuto ciò che abbiamo chiesto: in parte sì, non ci nascondiamo, anche perchè Busto Grande è una lista civica leale, onesta e trasparente, che non ha mai dissimulato la volontà di entrare nella gestione diretta della città, insieme a un Sindaco che abbiamo scelto e imposto a tutti gli altri.

Avevamo la velleità di poter applicare direttamente ciò che era il nostro programma elettorale (quello per cui la gente ci ha votato!), con Emanuele Antonelli, la persona a cui due dei nostri fondatori, la sera del 16 Maggio 2011, giorno della rielezione di Farioli, hanno detto “Tra cinque anni, mettiti in testa che dovrai esserci tu la sopra”.

Il tempo passa e le cose cambiano: come le deleghe ridistribuite distruggendo un assessorato e tutto il suo lavoro: Paola Magugliani ha lavorato a testa bassa, duramente, facendo senza dubbio qualche errore, ma portando a casa grandi risultati, nonostante i pregiudizi di molti. Ora si ritroverà con le deleghe avanzate nell’accontentare tutti gli altri. Se per dignità qualcuno dovesse chiederne le dimissioni, noi Le chiediamo di resistere e di fare l’impossibile con quel poco che le rimane.

Perché, se è vero che Busto Grande esce dalla maggioranza, è altrettanto certo che non si blinderà mai alle logiche dell’opposizione, ma garantirà sostegno a tutti quei cittadini che ci hanno dato fiducia in cabina elettorale, sentendoci liberi di votare in consiglio come meglio crediamo, dimostrando che l’unico faro è e sarà il buon governo e la qualità della vita dei cittadini di Busto Arsizio.

Nel novero degli assessorati ben valutati da questa maggioranza abbiamo tralasciato i servizi sociali: non dimentichiamo nessuno, ma una delle peggiori abitudini della politica è il trasformismo: nello specifico, chiedere i voti paventandosi civici e poi finire a piè pari in Forza Italia, cosa che preferiamo non commentare.

Copyright @2017