CALCIO DILETTANTI
Il Busto 81 spera ancora. Prima categoria alla bandiera a scacchi

Mentre i biancorossi tentano l'assalto alla vetta, molte delle altre bustocche si apprestano alla missione riscatto, dopo la scorsa giornata in generale non positiva. La Prima categoria, intanto, arriva alla conclusione della stagione

GioGara

Riccardo Torresan

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Con il deciso rialzo delle temperature, arriva anche una fase caldissima del campionato dilettanti, che viaggia verso la conclusione. Questa domenica, a dir la verità, sarà già l’ultima per la Prima categoria. Antoniana, Cas e San Marco, quindi, arrivano alla fine di una stagione complessa, tra soddisfazioni inaspettate e cocenti delusioni. Di sicuro, una stagione di passione calcistica più viva che mai. Come ogni settimana, anche stavolta l’appuntamento è fissato, per quasi tutte le bustocche, alle 15.30. Eccezione solo per l’Ardor, che giocherà in serata, alle 18.30.

Eccellenza

Ancora vicino alla capolista (soli 3 punti di distacco), il Busto 81 di Danilo Tricarico ha intenzione di giocarsi le proprie carte fino alla fine, aspettando l’eventuale inciampo del Cavenago. Questa domenica, i biancorossi si trovano opposti al Saronno, fanalino di coda della classifica. Il livello di attenzione, naturalmente, non può calare, vista anche l’importanza della posta in palio. Tuttavia è difficile immaginare un ribaltamento di pronostico, vista la differenza di classifica e di vittorie nell’intera stagione. La pratica è da sbrigarsi sul prato di via Dante Alighieri, a Cesate.

La Castellanzese di Emiliano Palazzi proverà a confermare la scorsa vittoria in casa della Sestese. Il Legnano di Paolo Tomasoni, invece, è a riposo nel tentativo di cancellare la sconfitta di domenica scorsa.

Prima categoria

L’Antoniana di Davide Airoldi, ormai, è definitivamente salva da qualche giornata. Per chiudere la propria stagione, i giallorossi trovano l’Union Tre Valli, anch’esso senza più obiettivi perseguibili. Una soddisfazione in più, però, è sempre qualcosa per cui vale la pena lottare: i bustocchi dovranno farlo fuori casa, sul campo di via Torino, a Cugliate Fabiasco.

Reduce dalla sconfitta con l’Union Tre Valli è proprio il Cas, che ormai vede sfuggire il sogno playoff. A rigor di matematica, in realtà, l’obiettivo sarebbe ancora possibile (solo 2 punti dalla diretta rivale, l’Ispra). Ma – a parte la difficoltà dell’impresa – il regolamento impone di limitare i playoff alla seconda e terza classificata, nel caso in cui i puti tra la seconda e la quinta siano più di 15 (e questo è il caso). Ad ogni modo, i biancoblù di Luciano Cau avranno la possibilità di chiudere con una bella prestazione davanti al pubblico di casa, in via Montegrappa, contro la Valceresio Audax.

Finale tranquillo anche per la San Marco, che però avrà diversi stimoli per lottare anche negli ultimi 90 minuti dell’anno. La sfida, infatti, è contro il Gorla Maggiore, terzo in classifica. Strappare una prestazione competitiva (o perché no, una vittoria) ad un avversario così superiore sulla carta, infatti, sarebbe un ottimo biglietto da visita per la prossima stagione, in cui dai leoni alati di Stefano Rasini ci si aspetta qualcosa in più. Appuntamento sul prato di via Villoresi, in casa dei biancoazzurri.

Seconda categoria

Cerca riscatto il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti, che continua a faticare nel concretizzare il bel gioco. Questa domenica, i rossoblù si scontrano con il Lonate Ceppino, che si gioca i playoff. Sarà quindi una sfida tutta da vivere, con i bustocchi che proveranno a togliersi una soddisfazione che sarebbe un segnale davvero importante. Potrà essere determinante il fattore campo, visto che il Beata giocherà in casa, sul campo di via Cascina de’ Poveri.

Resta in casa anche la Borsanese, che si prepara ad affrontare l’Arnate con la sicurezza di essere ormai salva. Sarà interessante vedere se i biancoazzurri di Davide Tomanin subiranno il calo di motivazioni e di carica agonistica, oppure saranno disposti a lottare ancora per migliorare, magari, la propria posizione in classifica. L’appuntamento è fissato sul prato di via Cardinal Ferrari.

Terza categoria

Anche l’Ardor di Fabio Colombo gioca in casa questa domenica, nella sfida contro la Speranza Primule. Gli azzurri sono reduci da una sconfitta contro la capolista, che però li ha visti imbastire una prestazione decisamente positiva. Sarà quindi nell’interesse di tutti gli ardorini continuare sulla scia della vittoria, quantomeno per dare segnali di crescita importanti per la prossima stagione. Partita che si giocherà sul campo di via Bergamo.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA