Con i suoi “Kings of Kings”
Il bustocco Matteo Grampa vice campione italiano di basket streetball

A Riccione Teo Grampa e la sua squadra “Kings of Kings” sono giunti ad un passo dal gradino più alto del podio, battuta nella finalissima dal Cremona Team. Mancato di un soffio il tris tricolore, ma grandissima soddisfazione per Grampa e per i suoi compagni Charlie Fernandez, Westher Molteni e Bryant Piantini

Matteo Grampa in azione alle Finali Nazionali dello Streetball Italian Tour 2018

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Grande spettacolo a Riccione alle Finali Nazionali per lo Streetball Italian Tour 2018 svoltesi dal 27 al 29 luglio: 64squadre maschili e 20 femminili si sono contese il titolo di campione d’Italia “3 contro 3”. Una disciplina che sta riscuotendo un sempre più largo interesse e seguito in Italia e che dal 2020 sarà disciplina olimpica, come ha sottolineato il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP) Giovanni Petrucci presente alla manifestazione di Riccione: “Il 3 contro 3 è la nuova frontiera della pallacanestro mondiale. Non è il fratello minore del 5 contro 5. Si gioca per strada, tra la gente, con ritmi alti e spettacolari. È uno di quegli eventi sportivi che il CIO ha promosso a disciplina olimpica a partire dai Giochi  di Tokyo 2020. La Federazione da più anni è già impegnata nel 3 contro 3, ha un settore dedicato e partecipa ai Campionati mondiali ed europei FIBA, oltre ad organizzare insieme al promoter FISB le attività in Italia e quindi lo Streetball Italian Tour”.

A Riccione il “bustocco” Matteo (Teo) Grampa e la sua squadra “Kings of Kings” (che partecipava iscritta come Carbonara Ticino) sono giunti ad un passo dal gradino più alto del podio battuti da Cremona Team, dopo una partita vissuta e partecipata dal tantissimo pubblico presente ai bordi del campo sulla centralissima piazza Roma di Riccione. L’ultimo round è stato una gara di intensità altissima, senza esclusione di colpi, come da tradizione del basket 3vs3. Bravi comunque i “Kings of Kings” (team composto oltre che da Matteo Grampa, da Charlie Fernandez, Westher Molteni e Bryant Piantini) che non sono riusciti a fare il tris di successi avendo già vinto il titolo italiano nel 2013 e 2104, fermandosi poi negli anni successivi alle semifinali del torneo. Per la stanchezza e per la bravura degli avversari, che hanno dimostrato di essere al momento il migliore top team italiano, hanno perso con l’onore delle armi per 14 a 19. Grande soddisfazione comunque per il team “Kings of Kings” e per il bravo giocatore bustocco Matteo Grampa (già convocato due volte con la nazionale italiana di 3vs3 ed affermato giocatore di basket 5vs5 di Sangiorgese, Lierna, Cislago e dal prossimo campionato del Basket Jesolo), che si riconferma ai vertici del 3vs3 italiano.

Copyright @2018