Busto-Szolnoki: 7-5
Capolavoro bis alla Manara: la Sport Management vola in Champions

Un'incredibile Busto Sport Management batte alla Manara lo squadra ungherese dello Szolnoki per 7-5 e si conferma prima in classifica in Champions League

GioGara

Igor Mutinari

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Capolavoro! Non ci sono altre parole per definire la partita perfetta nella seconda giornata di Champions League della Busto Bpm Sport Management che, dopo aver battuto i campioni in carica dell’Olympiacos Pireo sconfigge nelle acque amiche della piscina Manara anche il Szolnoki, vincitrice dell’edizione 2017 della massima competizione continentale. In una piscina Manara gremita, il punteggio finale recita 7-5 e la squadra di coach Baldineti è ora prima in classifica a punteggio pieno al pari dai croati del Dubrovnik. I mastini conquistano così la diciassettesima vittoria stagionale, a fronte di un solo pareggio e zero sconfitte; numeri che evidenziano come il lavoro della società di patron Sergio Tosi abbia portato alla costruzione di un team ben amalgamato e allenato, giovane e con tanto talento.

In una partita dura e a tratti nervosa, i mastini hanno condotto per gran parte della gara, grazie anche alla prova di Luongo (2 reti) e di Lazovic che para un rigore fondamentale a Prlainovic.

Ma i mastini non hanno tempo per riposare: Mercoledì 7 novembre alle ore 20.30 alla Manara arriva Brescia degli ex Figlioli e Gallo. Dalla Champions al campionato, da uno squadrone ad un altro.

Le voci del post partita

La disamina del match parte da coach Baldineti: “Oggi ringraziamo un grande Lazovic nell’episodio chiave del rigore ma grandi anche tutti i ragazzi. Il Szolnoki è grande squadra, molto attenta, ma noi oggi abbiamo fatto una grande prestazione. Non si può più parlare di sorpresa. Io temevo questa partita per il momento di euforia che stiamo vivendo, forse poteva starci anche un calo ma questa è una vera squadra. Sotto certi punti di vista abbiamo giocato meglio questa sera che con l’Olympiacos con grande carattere e abnegazione. Vorrei dedicare questa vittoria a Marco Paganuzzi (allenatore del Quinto ndr) che è morto poco tempo fa, era una persona vincente che ci ha lasciato troppo presto”.

A ruota, tocca poi a Gianni Averaimo direttore generale della squadra bustocca: “Oggi per me è una grande soddisfazione, sono contentissimo del risultato. Volevo portare la squadra a giocare queste partite. Nessuno si aspettava queste prestazioni contro tali squadroni: se con l’Olympiacos c’era entusiasmo ed effetto sorprese, ora è la conferma del nostro valore. Dobbiamo però stare con piedi per terra. Siamo una bella squadra, unita, che gioca pallanuoto esplosiva ed esaltante, senza prime donne, che si sacrifica e sopperisce ad errori. È difficile battere queste squadre, ora ci guarderanno tutti con timore, ma sognare non costa nulla. Mi sbilancio, non era il nostro obiettivo, ma possiamo puntare alle final eight. Grande merito va all’allenatore, il gioco di squadra sta dando grandi risultati”.

Il film della partita
Nel prepartita il presidente Sergio Tosi premia con una calottina e una targa il campionissimo di basket Pierluigi Marzorati. In una Manara gremita, presente anche il cittì del settebello Sandro Campagna e l’ex calciatore Dejan Stankovic, Baldineti schiera come titolari Lazovic, Alesiani, Fondelli, Di Somma, Drasovic, Bruni e Luongo, risponde Gocic con Nagy, Angyal, Batori, Zalanki, Rasovic, Prlainovic e Kis. 

Primo quarto: Il match inizia benissimo per gli ospiti che scappano sullo 0-2 prima che Drasovic dimezzi le distanze. In una gara ricca di reti, Luongo trova il pareggio e Damonte porta in vantaggio i suoi con una pregevole palombella dalla distanza (3-2).

Secondo quarto: In avvio il palo salva un ottimo Lazovic: dopo che nei primi minuti si era segnato a ripetizione, le polveri sembrano essersi bagnate. A due minuti dal termine del parziale Jansik pareggia e Luongo subito riporta in vantaggio i suoi (4-3) fissando il risultato all’intervallo lungo.

Terzo quarto: Al rientro in vasca una doppietta di Aleksic riporta in vantaggio gli ungheresi (4-5). Prlainovic avrebbe la possibilità dell’allungo ma Lazovic disinnesca il rigore e sulla ripartenza Fondelli pareggia. Mirarchi addirittura ribalta ancora la situazione con il 6-5 che resiste fino alla fine del parziale.

Quarto quarto: Lazovic e Nagy riescono a tenere inviolate le porte in avvio dell’ultimo parziale ma a ottanta secondi dalla fine Alesiani segna in controfuga un preziosissimo 7-5 che resiste all’ultimo velleitario tentativo della squadra di Gocic. I mastini compiono la seconda impresa.

Tabellino
Busto Sport Management-Szolnoki: 7-5
(3-2, 1-1, 2-2, 1-0)
Busto Bpm Sport Management: Lazovic, Dolce, Damonte 1, Alesiani 1, Fondelli 2, Di Somma, Drasovic 1, Bruni, Mirarchi 1, Luongo 2, Casasola, Valentino, Nicosia. All. Baldineti.
Szolnoki: Nagy, Angyal 1, Batori, Zalanki 1, Jansik 1, Szatmari, Aleksic 2, Rasovic, Prlainovic, Lazic, Kis, Teleki, Kardos. All. Gocic.
Arbitri: Mercier (FRA) e Peris (CRO)
Spettatori: 600.

Risultati
Busto Bpm Sport Management-Szolnoki 7-5, Jadran Spalato-Jug Dubrovnik 6-13, Hannover-Olympiacos Pireo 9-9, Zagabria-Spandau 9-7.
Classifica
Busto Bpm Sport Management e Dubrovnik 6; Zagabria 4; Szolnoki 3; Hannover 2; Olympiacos Pireo 1; Spandau e Spalato 0.

Fotoservizio a cura di Giovanni Garavaglia

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA