“Busto al Centro” va all’attacco
Carenze e inefficienze negli ospedali di Busto e Gallarate. “Imbarazzante silenzio dei sindaci”

Nei giorni scorsi, il PD locale ha riacceso il dibattito sull’ospedale unico di Busto e Gallarate. Anche il movimento politico di Busto al Centro dice la sua in proposito, e non lo fa teneramente nei confronti dei sindaci di Busto (Emanuele Antonelli) e Gallarate (Andrea Cassani)

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nei giorni scorsi, il PD locale ha riacceso il dibattito sull’ospedale unico di Busto e Gallarate e sulla proposta di costruirlo nello stesso posto del vecchio. Anche il movimento politico di Busto al Centro dice la sua in proposito, e non lo fa teneramente nei confronti dei sindaci di Busto (Emanuele Antonelli) e Gallarate (Andrea Cassani).

“Siamo rimasti stupiti – recita la nota di BaC – dalla rapidità con la quale i sindaci di Gallarate e Busto  hanno fornito la loro reazione a fronte della proposta avanzata  nei giorni scorsi dal PD locale relativamente alla collocazione dell’ipotetico  nuovo ospedale di Busto e Gallarate .

Non ci interessa minimamente entrare nel merito della discussione, dato il nostro sempre più avanzante scetticismo sulle reali intenzioni regionali in proposito, visti i lunghi e reiterati silenzi da parte di chi di dovere. Ci interessa, però, sottolineare la prontezza con la quale i nostri Sindaci hanno voluto contrastare le ipotesi avanzate dai loro prossimi competitor elettorali, su argomenti che a nostro parere sono del tutto inconsistenti, mentre persiste il loro imbarazzante silenzio, se non disinteresse, rispetto ai reiterati allarmi che da più parti, compresa la nostra, da mesi vengono sollevati rispetto alle inefficienze, dovute prevalentemente a carenza di personale, dei nostri due Ospedali.

Ricordiamo ai signori Sindaci che tra le loro prerogative c’è quella relativa alla salute dei loro concittadini e che l’attuale deficitario stato di funzionamento dei Pronto Soccorso, CUP (e a cascata di altri reparti) crea importanti pregiudizi alla stessa. Pur comprendendo lo scarso interesse elettorale di questa scottante materia, riteniamo che un altrettanto sentito interessamento e una reazione in proposito da parte loro sarebbero stati, seppur tardivamente, più che doverosi”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA