PLAYOFF SERIE C - TOSCANA AMARA
Carrarese-Pro Patria: 2-0. Tigrotti, siamo sempre con voi!

Fine della corsa per i tigrotti di Javorcic che escono dal "dei Marmi" di Carrara sconfitti (reti di Tavano e Piscopo) ma a testa alta, fra i meritati applausi dei tanti tifosi biancoblù accorsi in Toscana. Un solo grande rammarico: la traversa di Mora in avvio di ripresa a reti ancora inviolate

Mattia Brazzelli Lualdi

CARRARA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

In uno stadio “Dei Marmi” a mezzo servizio, con soli due settori agibili e tutti i tifosi biancoblù (dirigenti compresi) costretti ad “accomodarsi” nella curva scoperta, la Pro Patria chiude la stagione al primo turno dei playoff, arrendendosi alla Carrarese di Baldini, impostasi con un severo 2-0 (targato Tavano-Piscopo), dopo la clamorosa traversa colpita da Mora in avvio di ripresa. Nel primo tempo i tigrotti di Javorcic, accolti all’arrivo allo stadio da insulti vari (e da una bomba carta per fortuna senza conseguenze), approcciano la gara con personalità, facendosi poi – col passare dei minuti – attanagliare dalla manovra dei gialloazzurri, pericolosi in alcune situazioni, tutte prontamente sventate da un ottimo Tornaghi.
All’intervallo a reti inviolate, nella ripresa, con Gucci e Sanè subito in campo al posto di Mastroianni e Galli, la Pro parte fortissima, sfiorando il gol con Mora, il cui tiro da fuori area sbatte sulla traversa a Mazzini battuto. Nel momento migliore biancoblù, a passare in vantaggio è però la Carrarese: al 57′, su una palla persa in uscita dalla Pro, Tavano non perdona, sbloccando il risultato. I tigrotti accusano il colpo, ma la traversa (su punizione di Tavano) stavolta salva i bustocchi che, al 74′, devono capitolare nuovamente sulla conclusione di Piscopo, servito dal neo entrato Maccarone (protagonista di un acceso diverbio con i tifosi biancoblù durante il riscaldamento).
Il 2-0, ingeneroso, è un macigno sul morale di Santana e compagni che lottano comunque fino al triplice fischio finale, uscendo a testa alta fra gli applausi e i cori dei tifosi biancoblù: una scena che rende l’idea di cosa sia la Pro Patria.

PRIMO TEMPO
Con l’infortunato Molnar in tribuna e gli acciaccati Colombo, Sanè e Lombardoni in panchina, mister Javorcic si affida al collaudato 3-5-2, optando in difesa per il “carrarino” di Massa Battistini, a centrocampo per l’ex Pedone (con Bertoni e Fietta) e in attacco alla coppia Le Noci-Mastroianni

00′ – Tavano dà il calcio d’inizio al match
Pro in nero, Carrarese in gialloazzurro

01′ – Bandiere biancoblù al vento per gli ultras bustocchi
Striscione “Combattete per noi” per i supporter toscani

05′ – Pro subito aggressiva con Pedone
vento sempre più forte

08′ – Valente di sinistro: Tornaghi respinge
primo tiro in porta del match

10′ – Novara in vantaggio a Siena
gol di Cacia

15′ – La Carrare prova a fare la partita
Pro al momento attendista

20′ – Brividi in area biancoblù (palo di Valente)
per fortuna era offside…

25′ – Finale a Siena: vince il Novara
I toscani, che avevano negato la B al Piacenza, sono fuori

27′ – Tornaghi provvidenziale in uscita su Tavano

29′ – Tornaghi smanaccia in corner il tirocross di Ricci

35′ – Più che Carrarese che Pro
ma di fondo regna l’equilibrio

44′ – Ancora Tornaghi sventa una pericolosa azione
pericolosa e fortunosa con ben due rimpalli vinti

46′ – Dopo 1′ di recupero, con la Pro in attacco, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi: lo 0-0 dell’intervallo fotografa una gara bloccata, anche se la Carrarese ha costruito oggettivamente qualcosa in più (un plauso a Tornaghi nelle uscite coi piedi). Ma la Pro, pur non avendo tirato in porta, appare comunque in partita.

SECONDO TEMPO
Due cambi per Javorcic: fuori Mastroianni e Galli, dentro Gucci e Sanè

00′ – Ripartiti

01′ – Con Mazzini a farfalle, Battistini ribatte
ma Gucci non trova la girata

08′ – Traversa di Mora
splendida azione biancoblù

10′ – Ottimo momento della Pro
sale il tifo dei 200 cuori biancoblù

12′ GOL CARRARESETavano non perdona: 1-0
palla sanguinosa persa da Bertoni fuori area

16′ – Tavano su punizione: traversa

20′ – Dentro Santana (fuori Pedone)

26′ – Cambio grandi firme per Baldini: fuori Tavano
Dentro Maccarone (protagonista di un battibecco coi tifosi biancoblù)

27′ – Il sinistro di Santana non trova la porta

28′ – Dentro anche Disabato
fuori Battistini

29′ – GOL CARRARESE: Piscopo fa bis
assist di Maccarone

35′ – Fuori Le Noci per Parker
Un po’ in ombra beppe, dopo una stagione super

40′ – Espulso Baldini per proteste con la panchina biancoblù

49′ – Dopo 4′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: la Pro Patria esce sconfitta 2-0 a Carrara, ma il ko in Toscana, con i gol di Tavano e Piscopo successivi alla traversa di Mora, non intacca una stagione comunque straordinaria.

IL TABELLINO
Carrarese-Pro Patria: 2-0 (0-0)
Marcatori: Tavano al 12′ st., Piscopo al 29′ st.
CARRARESE CALCIO 1908 (4-2-3-1): 1 Mazzini; 2 Carissoni, 13 Ricci L., 5 Murolo, 23 Ricci G. (26′ s.t. 32 Scaglia); 8 Rosaia, 21 Cardoselli; 27 Bentivegna (12′ s.t. 19 Piscopo), 10 Tavano (26′ s.t. 7 Maccarone), 30 Valente; 11 Biasci (22′ s.t. 16 Latte Lath). A disposizione: 22 Borra, 6 Alari, 12 Rollandi, 33 Karkalis, 35 Fortunati. All. Baldini. 
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini (28′ s.t. 8 Disabato), 19 Zaro, 15 Boffelli; 20 Mora, 16 Fietta, 14 Bertoni, 24 Pedone (19′ s.t. 11 Santana), 3 Galli (1′ s.t. 25 Sane); 10 Le Noci (36′ s.t. 7 Parker), 17 Mastroianni (1′ s.t. 9 Gucci). A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 13 Gazo, 18 Lombardoni, 21 Colombo, 23 Ghioldi, 27 Cottarelli. All. Javorcic.
ARBITRO: Luca Zufferli di Udine (Alessio Saccenti di Modena e Giulio Fantino di Savona. Quarto Uomo Matteo Marcenaro di Genova).
NOTE – Giornata nuvolosa e ventosa. Terreno di gioco (sintetico) in buone condizioni. Angoli: 3-1. Recupero: 1′ p.t. – 4′ s.t. . Ammoniti: Zaro (PP). Espulsi: Al 41′ s.t. allontanato l’allenatore della Carrarese Baldini.

BOMBA CARTA
Clima elettrico nel prepartita allo stadio “Dei Marmi” di Carrara (aperto solo in due settori e pertanto inadeguato per ospitare una gara di playoff), dove il pullman della squadra bustocca, benché scortato dalla polizia, è stato “accolto” dagli insulti dei tifosi di casa (e si può chiudere un occhio…), ma anche da una bomba carta (e qui non ci sta). Per fortuna solo rumore e paura, ma nessuna conseguenza.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA