Pari per San Marco, Borsanese e Beata
Il Cas domina il derby, Ardor fuori dal tunnel. Busto 81 primo stop

Il Cas si impone per 4 a 1 sul campo dell’Antoniana, mentre l’Ardor torna a vincere dopo tre giornate di blackout. Si fermano sul pari San Marco, Borsanese e Beata Giuliana. Cade il Busto 81

(foto Lombardini)

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Busto del pallone si scalda nella quinta giornata di campionato con lo scontro che ha visto Antoniana e Cas contendersi la prima stracittadina stagionale. Non manca lo spettacolo neanche sugli altri campi, con le altre bustocche che continuano a lottare per i punti e per la classifica. Sconta il turno di riposo, invece, il San Filippo.

Eccellenza

Fenegrò-Busto 81: 2-1

Cade il Busto 81 di Danilo Tricarico nella trasferta di Fenegrò. Dopo un inizio di gara equilibrato si spegne la lampadina dei bustocchi e, verso la fine del primo tempo, i padroni di casa puniscono per ben due volte i Tori: prima con un tiro da fuori di Tindo, poi dagli undici metri con l’ex Anzano. Nella ripresa il Busto 81 si riporta in carreggiata grazie a bomber Palumbo, abile a trasformare un altro calcio di rigore e quindi a dimezzare lo svantaggio. L’assedio bustocco nel finale si rivela inutile dal punto di vista del risultato ed il Busto 81 esce sconfitto dal campo del Fenegrò, con tanto di strascichi negativi visto l’infortunio occorso a capitan Ferri.

“Peccato per il blackout nel finale del primo tempo, quando vai sotto di due gol non è mai facile recuperare. Adesso dobbiamo guardare avanti e puntiamo a riscattarci già domenica prossima” commenta rammaricato il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Antoniana-Cas: 1-4

Si tinge di biancoblù il primo derby bustocco di campionato. Partenza bruciante del Cas di Luciano Cau, che apre le marcature con Caccia che sfrutta al meglio un lancio di Agrello e, con freddezza, batte il portiere giallorosso. L’Antoniana di Giovanni Canestrale non è in giornata e vede gli ospiti esultare ancora con Turconi che riesce ad insaccare dopo una serie di rimpalli in area al 24’ e poi con Cavaleri, che ringrazia Turconi per l’assist e gonfia la rete al 34’. Nella ripresa il copione non cambia e i sinaghini trovano nuovamente la via del gol grazie ad uno schema su punizione prontamente finalizzato da Agrello al 60’. L’Antoniana realizza il gol della bandiera con Rondanini al 75’, ma ormai è troppo tardi per recuperare ed, ancora una volta, il Cas riesce ad avere la meglio.

“C’è molta soddisfazione per il risultato e, soprattutto, per il lavoro che sta facendo la società. Stiamo puntando molto sui giovani e sul vivaio, adesso stiamo iniziando a vederne i risultati” afferma mister Cau.

Arsaghese-San Marco: 1-1

Domina, ma non va oltre il pareggio la San Marco di Paolo Marchiorato. I leoni alati riescono a trovare il vantaggio nel primo tempo grazie ad un’ottima azione di Vendemmiati, che scarta il portiere ed insacca a porta vuota. Fra qualche occasione sprecata ed un paio di episodi dubbi avvenuti all’interno dell’area di rigore arsaghese, arriva un’altra beffa per i bustocchi con un gol nato da una delle poche occasioni create dai padroni di casa e su cui non sono mancate le polemiche per un presunto fuorigioco non visto clamorosamente dal direttore di gara. Nonostante qualche brivido nel finale, il punteggio resta fermo sul pari.

“Peccato per il risultato, potevamo fare di più. Gli errori arbitrali non ci hanno aiutato, ma adesso pensiamo solo alla prossima partita” dichiara mister Marchiorato.

Seconda Categoria

Beata Giuliana-Lonate Pozzolo: 0-0

Pari a reti bianche per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti nella difficile sfida contro il Lonate Pozzolo. In una partita nervosa e sterile, che ha visto i bustocchi soffrire nel primo tempo, nessuna della due squadre è riuscita ad imporre il proprio gioco sull’altra. A prevalere sono stati i lanci lunghi da entrambe le parti e la mancanza di incisività e concretezza nella trequarti avversaria. Ma alla fine, in ottica classifica, un punto a testa accontenta tutti.

“Risultato giusto, dobbiamo essere contenti per il punto guadagnato oggi” afferma mister Rossetti

Samarate-Borsanese: 2-2

La Borsanese di Davide Tomanin inciampa sul campo del Samarate e si ferma sul pari. I bustocchi partono sottotono e commettono tanti, troppi errori. Soprattutto in fase difensiva, quando concedono due rigori fotocopia ai padroni di casa fra il primo tempo e l’inizio del secondo. La reazione d’orgoglio dei bustocchi arriva subito dopo il doppio svantaggio e prima con Banfi, poi con Castellotti riescono a riprendere in mano la partita. Per la Borsanese non mancano le occasioni nel finale, ma nessuna di queste riesce ad essere decisiva ed il tabellino si ferma sul 2 a 2.

“Ci vuole più umiltà quando, dopo vittorie importanti, si incontra una squadra di bassa classifica. Siamo entrati in campo con leggerezza e abbiamo pagato i nostri errori” spiega mister Tomanin.

Terza Categoria

Ardor-San Giorgio: 3-2

Torna a vincere l’Ardor di Matteo Gastaldello, e lo fa con una grande remuntada. Passano per primi gli ospiti, che riescono a sfruttare al meglio un calcio d’angolo e poi a raddoppiare sulla medesima situazione. Per i bustocchi ci pensa Franzini ad accorciare le distanze, poi Rappa  riesce a battere il portiere avversario e a riportare il risultato in parità. La situazione precipita per gli ospiti quando si vedono sventolare un rosso per un brutto fallo di reazione. A prevalere nel finale di gara è proprio la voglia di vincere dell’Ardor, trascinato dal capitano Paglione che con una gran botta da fuori area riesce a strappare i tre punti.

“Venivamo da un periodo negativo ed oggi la voglia di vincere dei ragazzi ha deciso la partita” dichiara con soddisfazione mister Gastaldello

Si ferma per il turno di riposo il San Filippo, che si prepara per la prossima sfida contro l’Atletico 2013 in programma per il 14 ottobre.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA